Pubblicità

Articolo

Titanfall: ti presentiamo il multiplayer

Daniel Barranger

Pubblicato

Titanfall, il titolo futurista dove controlli dei mech, è un FPS incentrato sul multiplayer. All’E3 lo abbiamo visto in azione, in emozionanti sfide a squadre.

Sviluppato da Respawn, una software house fondata da due rinnegati della Infinity Ward (Call of Duty), il gioco ha tutti gli elementi classici degli sparatutto di successo: rapidità d’azione e focus sul multiplayer su tutti. Non a caso ricorda CoD e Mirror’s Edge.

Titanfall: ti presentiamo il multiplayer

Lotta fra titani

Come suggerisce il nome del gioco, i protagonisti sono i Titan, dei mech o grandi robot controllati da esseri umani posti al loro interno. Ambientato in un futuro prossimo, la battaglia è una lotta tra esseri umani, dove in entrambe le fazioni sono presenti questi prodigi tecnologici.


Nonostante siano robot resistenti, anche i titani hanno un limite di resistenza e, se gravemente danneggiati, esploderanno. Quando sta per scoppiare puoi premere un pulsante che ti espellerà in aria, sulla scia di quello che avviene negli aerei caccia.

Anche se i robot sono al centro del gameplay, potrai muoverti a piedi appoggiandoti e scivolando sulle pareti o sfruttando la tecnica del doppio salto grazie al jetpack.

Multiplayer frenetico

Alla presentazione abbiamo potuto vedere il multiplayer in azione, con 16 giocatori sul campo di battaglia nella modalità online conquista.


La prima impressione può essere quella di un caos totale, aumentato dalla velocità del gameplay. In realtà è però un gioco facile da seguire, che risulta immediatamente familiare: è facile orientarsi, sapere dove si trova il nemico e quali sono gli obiettivi da compiere in ogni momento.

Verso la next generation


Il Titanfall che abbiamo visto era una versione per PC che senza averci estasiato, ha un’ottima qualità grafica e una grande attenzione per i dettagli, come il modo in cui si accendono gli schermi che si trovano all’interno dei robot. La qualità delle animazioni e la spettacolarità delle esplosioni, poi, è fuori dubbio. In questo senso il titolo sembra un ponte tra la vecchia e la nuova generazione.

Tutte le notizie sull’E3 2013

Potrebbe interessarti anche