ReClick – Come sfocare lo sfondo delle foto con le app

ReClick – Come sfocare lo sfondo delle foto con le app

In certe foto il soggetto non emerge bene, perché è inserito in uno sfondo troppo ricco di “distrazioni”. Per farlo risaltare, però, puoi sfocare il resto.

Bentornato in ReClick! Nella precedente puntata abbiamo mostrato come (e anche perché) raddrizzare una foto venuta storta. Questa volta invece è Paul a scriverci all’indirizzo reclick@softonic.com per chiederci un consiglio.

Quello nella foto sono io! Il problema è che praticamente non mi si distingue dalle rocce. C’è un modo per risolvere questo problema dell’effetto camaleonte? Paul Dean

Questo è un classico tema della fotografia. Vediamo perché e poi mettiamo mano alla foto di Paul.

Foto da sfocare

È una questione di profondità di campo

Perché alcune parti delle foto sono a fuoco e altre parti no? Dipende dalla profondità di campo, che corrisponde alla parte bene a fuoco di una fotografia.

Una profondità di campo ampia darà luogo ad una foto in cui si vedono nitidamente sia gli elementi lontani che quelli vicini. Un esempio classico sono i paesaggi.

In questa foto scattata a New York, ad esempio, sia la barca che i palazzi erano importanti, quindi ho scattato cercando di avere entrambi ragionevolmente a fuoco.

Barca davanti a New York

Un esempio di foto con grande profondità di campo

Al contrario, una profondità di campo ridotta fa sì che solo la parte dell’immagine ad una certa distanza dall’obiettivo sia a fuoco, mentre tutto il resto (lo sfondo, ad esempio) sia progressivamente sempre più sfocato man mano che si allontana dalla zona “limpida”. Un esempio di foto con profondità di campo ridotta sono i ritratti, siano essi di persone o… di farfalle!

Farfalla

Un esempio di foto con profondità di campo molto ristretta

Una volta scattata una fotografia, non puoi davvero modificare la profondità di campo. Quello che però si può fare è usare degli strumenti per “simulare” una profondità di campo diversa dall’originale. In buona sostanza, delle app con cui possiamo sfocare lo sfondo e lasciare nitido solo il soggetto.

Con quali app posso sfocare lo sfondo delle foto?

Big LensSe usi iPhone, Big Lens è la scelta giusta, perché ha tanti strumenti per lavorare chirurgicamente ai tuoi scatti in ogni fase dell’editing, fino ad ottenere un risultato soddisfacente.

Innanzitutto puoi scegliere due modalità di lavoro: Basic e Advanced.

Le due modalità di selezione e editing

La prima ti permette di applicare la sfocatura con un selettore lineare o radiale.

Sfocatura radiale e lineareSfocatura lineare e sfocatura radiale: lo strumento per applicarle

Con lo strumento Aperture puoi stabilire l’intensità della sfocatura: a valori di f minori ne corrisponde una più intensa.

Sfocatura in base all'apertura del diaframma

Hai anche a disposizione dei filtri e delle lenti che aggiungono alla parte fuori fuoco degli elementi grafici appena accennati, come cuori o stelle.

La modalità Basic è utile per creare, ad esempio, l’effetto modellino (in questo articolo Daniel spiega come fare lo stesso con Photoshop), ma nel nostro caso la modalità Advanced sembra più adatta.

Ti permette infatti di selezionare singolarmente e nel dettaglio le parti di foto da lasciare a fuoco. La foto di Paul necessita una selezione esatta della sola figura al centro, perché le si possa dare risalto.

Per fare questo, abbiamo a disposizione ben quattro strumenti di selezione: Brush, Lasso e Auto, oltre a una gomma (Eraser) per correggere gli errori. Grazie a questi tool, delimitare il soggetto della foto è molto semplice: una generosa zoomata, e in un minuto il lavoro è fatto.

Strumenti di selezione avanzati

Una volta selezionata la porzione di immagine da tenere a fuoco, si tocca Next e si procede con gli ultimi ritocchi.

Anche qui puoi scegliere il grado di sfocatura con Aperture, e correggere e modificare le parti fuori fuoco e quelle a fuoco con Focus e Blur. A ritocchi ultimati, esporti la foto ritoccata.

Foto sfocata

Il risultato è abbastanza buono. Adesso il soggetto è meglio evidenziato grazie al leggero sfocamento di tutti gli altri elementi, che simula una diminuzione della profondità di campo (è a fuoco Paul, mentre ciò che c’è davanti e dietro a lui non lo è).

After FocusPer Android consiglio After Focus. Anche quest’app offre due diverse modalità di selezione delle parti della foto da lasciare a fuoco e di quelle da sfocare: Smart e Manual. Vista la complessità dello sfondo, nel nostro caso sarà meglio usare il modo manuale.

Anche in questo caso uno zoom generoso ci aiuterà a lavorare con la precisione necessaria. Usa lo strumento apposito per ingrandire il soggetto quanto più possibile e poi seleziona le parti da tenere a fuoco (Focus), quelle di sfondo da sfocare (BG) e quelle che fungano da zone “di passaggio” (Mid), per connettere primo piano e sfondo in modo più graduale.

Zoom e strumenti di selezione

Quando hai finito, tocca il piccolo tasto triangolare in alto a sinistra per entrare nell’ultima fase di editing. Qui puoi, tra l’altro, ritoccare e modificare la foto con gli strumenti Blur (intensità della sfocatura) e applicare filtri.

Blur e filtri

Alla fine puoi salvare o esportare la foto ritoccata. After Focus supporta foto fino a 3264 Megapixel. Ci sono costantemente pubblicità nella parte inferiore dello schermo, ma occupano uno spazio ragionevole.

Salva e condividi

Mandaci la tua foto: ti aiuteremo a migliorarla con le app

Insomma, adesso la foto di Paul Dean è più “leggibile”, grazie ad una separazione più netta tra soggetto principale e sfondo.

Vuoi che una tua foto sia la protagonista di una puntata di ReClick? Inviacela all’indirizzo email reclick@softonic.com e spiegaci quale aspetto vorresti migliorare, o quale problema vorresti risolvere. E noi ti aiuteremo a trovare l’app giusta per farlo.

Leggi la puntata precedente: Come raddrizzare una foto storta

Seguimi su Instagram

Visualizzazione commenti in corso...