Winamp muore, la musica continua: 5 alternative per Windows

Winamp è morto. Puoi continuare a usarlo, nulla te lo impedisce, ma alcune funzioni potrebbero non essere più disponibili. Inoltre, esistono dei reali problemi di compatibilità con le future versioni di Windows, Mac e Android o con i nuovi formati audio che sorgeranno d’ora in avanti.

Quindi preparati al peggio: verrà il giorno in cui Winamp 5.66, l’ultima versione, non ti saluterà più con la sua celebre frase “Winamp, it really whips the llama’s ass!“. Sarà un giorno triste, senza musica, senza quelle barre saltellanti dell’equalizzatore grafico e senza le radio di ShoutCast da sintonizzare.

Com’era Winamp? Come dovrebbe essere il suo sostituto?

Winamp era compatto, veloce e affidabile. Un riproduttore fatto e finito. Rispetto ad iTunes, Winamp brillava per la sua semplicità. Potevi personalizzarlo con numerosi plugin, che consentivano di riprodurre alcuni formati esoterici come MOD e SID o creare una piccola radio casereccia con ShoutCast, il server che consente la sincronizzazione con numerose web radio.

Poi c’erano le skin, delle vere e proprie opere d’arte che trasformavano il design dell’interfaccia. La skin classica di Winamp rimane nei cuori di molti utenti, ma ce ne sono state delle altre che hanno guadagnato il favore della comunità, come WeeAmp, che convertiva Winamp in un riproduttore in miniatura, consentendoti così di ascoltare la tua musica preferita senza rubare lo spazio ad altre finestre.

È stato un programma magnifico, ma ci sono delle valide alternative che godono di buona salute. Esistono da quando è stata lanciata la disastrosa versione Winamp 3, facendo arrabbiare milioni di fan in tutto il mondo. Da allora è iniziato un via vai di pretendenti al trono del suono, ma con Live Winamp, nessuno è riuscito a conquistare il potere. Questo è il loro momento.

Le alternative dovranno essere leggere, veloci e compatte come Winamp. Dovranno essere personalizzabili, supportare tutti i formati e dare la possibilità di ascoltare le web radio compatibili con il protocollo ShoutCast, la cui directory muore assieme a Winamp.

Di seguito elencherò delle applicazioni che ti consentiranno di fare quasi tutto ciò che facevi con Winamp. Non sono uguali, ma nessuno ha mai detto che la sopravvivenza sia una cosa facile…

Foobar2000: indipendente, minimal e veloce

Molti degli utenti che hanno abbandonato Winamp nel corso degli anni hanno optato per Foobar2000, un riproduttore leggero per Windows,

creato da un ex sviluppatore di Winamp, Peter Pawlowski.

Foobar2000 è apprezzato per la sua velocità, leggerezza e potenza. La quantità di plugin è enorme e ti consente di aggiungere il supporto per i formati audio più misteriosi, per la masterizzazione dei CD, per aggiungere l’uscita ASIO e così via.

La debolezza di foobar2000? È brutto, ma se installi una delle skin disponibili, come minimal foobar2000 o foo flow, l’esperienza d’uso migliora abbastanza. Esiste, inoltre, una versione semplificata, denominata Boom.

Scarica foobar2000 per Windows

AIMP: il Winamp che viene dalla Russia

Un riproduttore audio in continuo sviluppo, AIMP assomiglia molto a Winamp in termini di design e funzionalità. Il suo sviluppatore, Artem Izmaylov, ha iniziato il progetto quando era ancora uno studente e il nome del programma nasce proprio dalle sue iniziali.

AIMP usa una libreria propria, supporta molti formati e può riprodurre file fino a 250 megabyte di dimensione direttamente dalla RAM, evitando così interruzioni nella riproduzione.

Se vuoi che AIMP assomigli ulteriormente a Winamp, dovrai installare la skin classica per AIMP. Esiste anche una versione per Android in fase di sviluppo e su Google Play puoi trovare diverse applicazioni per il controllo remoto.

Scarica AIMP per Windows

Clementine: un riproduttore ben collegato

Clementine è un player moderno, ma allo stesso tempo “conservatore”: è nato quando il famoso Amarok è passato dalla versione 1.4 alla 2, radicalmente diversa nella sostanza e nell’aspetto.

Clementine è organizzato in diversi pannelli, con delle schede per le playlist e i controlli di riproduzione. È in grado di connettersi a servizi come Spotify, Grooveshark, Jamendo e Soundcloud.

Come altri programmi, anche Clementine dispone di un’applicazione Android per il controllo remoto. La cosa più interessante? Puoi riprodurre la musica memorizzata su Dropbox, Box, Drive o Skydrive, gli “hard disk” nel cloud.

Scarica Clementine per Windows

XMPlay: il fratello segreto di Winamp

334 kilobyte: questo è lo spazio occupato da XMPlay 3.7, il riproduttore audio gratuito che sembra aver conservato lo spirito del primo Winamp.

In continuo sviluppo dal 1998, XMPlay offre un’elevata qualità del suono, la compatibilità con la maggior parte dei formati audio e delle skin classiche, come Winamp 2 e AIMP.

Come se fosse poco, XMPlay è anche in grado di creare una radio in stile Shoutcast, una delle funzioni di punta di Winamp. Altri plugin aggiungono il supporto per i formati minori e la riproduzione dei file compressi.

Scarica XMPlay per Windows

MusicBee: incredibilmente completo e potente

MusicBee è un riproduttore audio a metà strada tra Winamp e iTunes. Quando apparve nel 2008, pochi gli davano qualche possibilità. Ora quest’applicazione creata da Steven Mayall è uno degli eredi di Winamp.

MusicBee è pieno di utility: CD ripper, libreria musicale, modalità speciali come “festa” o “sogno”, visualizzatore dei testi ed è possibile personalizzarlo con molte skin e plugin.

Se sei sempre stato fedele a Winamp, ma invidiavi o ti mancavano le funzioni di organizzazione di iTunes o l’aspetto di Amarok, MusicBee è una buona alternativa da prendere in considerazione.

Scarica MusicBee per Windows

[Extra] Icecast: mantieni viva la tua radio su Internet

Se avevi una web radio tramite Shoutcast, sarai felice di sapere che è ancora possibile trasmettere la tua musica. Per fare ciò, puoi usare IceCast, un magnifico server audio opensource che funziona su Linux/Unix e Windows.

La configurazione non è semplice come Shoutcast, ma ha la propria directory di radio online su Xiph.org. È bene sapere che il programma di installazione di Windows non è sempre disponibile.

Dove mettiamo Spotify, Rdio, Deezer e compagnia bella?

Winamp fa parte della categoria di riproduttori audio vecchio stile, con file di alta qualità e memorizzati su un hard disk, con CD audio e radio in streaming attraverso ShoutCast. Le alternative a Winamp cercano di seguire questa tradizione. Spotify e i nuovi player appartengono a una nuova generazione, molto diversa dalla filosofia delle applicazioni elencate finora.

Continuerai a usare Winamp o proverai una delle alternative?

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

Visualizzazione commenti in corso...