WhatsApp: da maleducato a gentiluomo in 10 semplici passi

WhatsApp: da maleducato a gentiluomo in 10 semplici passi

Anche la persona più raffinata con WhatsApp può diventare un buzzurro. Per evitarlo, basta seguire le 10 regole descritte di seguito.

WhatsApp ha tre caratteristiche che possono portare ad avere degli atteggiamenti non appropriati: è gratuito, è istantaneo e fa uso di una combinazione di testo ed emoticon.

L’impossibilità di vedere la reazione del nostro interlocutore e la facilità con cui è possibile comunicare i propri pensieri, a volte senza filtro, possono dar luogo a conseguenze spaventose, che vanno dal blocco dei nostri messaggi a risposte che farebbero arrossire anche il più imperturbabile.

Capire il funzionamento di WhatsApp e sapere cosa aspettarsi dagli altri in caso di gaffe è necessario per godere di una lunga e pacifica esistenza. Per aiutarti a scoprire cosa fare per raggiungere il tanto ambito rango di gentiluomo, ho preparato un elenco con dieci raccomandazioni.

1. Se non puoi chattare, fallo sapere all’altra persona

Ignorare un messaggio può creare uno stato di ansia nel tuo interlocutore, mentre rispondere con un semplice “OK” potrebbe fargli pensare che non stai prestando attenzione al contenuto dei suoi messaggi.

Se qualcuno cerca di parlare con te e non hai il tempo per rispondere correttamente, spreca qualche secondo per farglielo sapere. Modificare lo stato di WhatsApp può anche essere una soluzione efficace (per esempio, mettendo che sei occupato).

2. Scrivi frasi brevi e comprensibili

L’immediatezza di WhatsApp non impedisce di comporre dei messaggi comprensibili. Non c’è niente di più irritante che ricevere un paragrafo spezzettato in decine di frasi o monosillabi. Questo comportamento fa vibrare o suonare il telefono in continuazione e rende difficile la lettura.

Prenditi il tempo necessario per comporre il messaggio nella tua mente prima di scriverlo su WhatsApp. Una frase di dieci o venti parole è più che sufficiente per esprimere un pensiero.

3. Controlla i tuoi messaggi prima di inviarli

Come dimostra il fantastico blog Damn You Autocorrect, i cellulari complicano notevolmente la scrittura di un messaggio. Invece di aiutare, i correttori automatici spesso interferiscono nella composizione.

Quindi, prima di premere il pulsante di invio, controlla il contenuto del messaggio: eviterai così incidenti imbarazzanti e una crisi diplomatica. Ricorda, inoltre, che al giorno d’oggi è difficile mantenere la privacy e, se sei un VIP, potrebbe esserci la NSA che si sbellica dalle risate!

4. Non inviare dei messaggi nel bel mezzo della notte

Inviare dei messaggi nel cuore della notte è una pessima idea, soprattutto se hai bevuto qualche bicchiere o se sei stanco. Gli errori e le assurdità si moltiplicano a un ritmo esponenziale. C’è inoltre il pericolo di svegliare l’altra persona.

Se hai inviato un messaggio, ma questo non è ancora stato ricevuto, puoi rimediare al pasticcio attraverso la cancellazione remota. Tuttavia, se compare anche solo un segno di spunta, non c’è più niente da fare. Morale: anche in WhatsApp prevenire è meglio che curare.

5. Usa i gruppi per le comunicazioni importanti

Nessuno sa a cosa servono, ma tutti sono d’accordo su una cosa: i gruppi di WhatsApp sono una grande invenzione. Sono però anche estremamente fastidiosi e rumorosi. Se partecipi a un gruppo, cerca di inviare pochi messaggi e rilevanti.

Particolarmente irritanti sono le conversazioni di gruppo a tarda notte. Per la persona che non partecipa è come avere una banda che suona in camera da letto alle tre del mattino. Evita pertanto di partecipare a questi ritrovi virtuali notturni.

6. Non giocare a “scrivo e cancello”

Già ai tempi di Messenger, certe persone abusavano del messaggio “X sta scrivendo qualcosa” per catturare l’attenzione dell’altra persona durante una conversazione. Come? Scrivendo e cancellando il messaggio.

Purtroppo, WhatsApp non è immune da questo tipo di parassita, ma se aspiri a essere un vero gentiluomo, evita di giocare con la pazienza degli altri attraverso questa tecnica insopportabile.

7. Togli il suono al tuo WhatsApp

Questo consiglio non riguarda il tuo interlocutore, ma i tuoi vicini. L’uso di WhatsApp con gli avvisi attivi e l’odioso tic tic della tastiera denota una mancanza di sensibilità nei confronti degli altri. È come avere un picchio come animale domestico.

Un vero gentiluomo di WhatsApp usa il proprio cellulare con discrezione. La vibrazione e il LED sono un’ottima alternativa ai suoni in quasi ogni situazione. Tuttavia, se sei in una fonderia o al comando di un aereo da caccia, il suono di WhatsApp è accettabile.

8. Non aspettare né chiedere la conferma di lettura

Dimostra sicurezza in te stesso e combatti la voglia di chiedere all’altra persona se ha letto il messaggio. WhatsApp indica la consegna, ma non la lettura. Nessuno può dire se un messaggio è stato letto e capito, nemmeno WhatsApp. E credimi quando ti dico che è meglio così.

Quando sei sul punto di chiamare per assicurarti che l’altra persona abbia ricevuto il messaggio, fermati e pensa a qualcos’altro. Ci sono molte ragioni per cui un messaggio non riceve risposta e non vale la pena sprecare energia con questo tema.

9. Se contatti qualcuno che non ti ha nella rubrica, presentati

Ti danno il numero di telefono di un conoscente, lo aggiungi alla rubrica e questo appare su WhatsApp. Tutto contenuto, gli mandi un messaggio supponendo che l’altro sappia che il numero 394201934 e l’immagine di un castoro sorridente appartengono a te.

Cerca di essere gentile e presentati all’altra persona dicendo chi sei e come hai ottenuto il numero. Se non lo fai, non stupirti se il tuo interlocutore ti blocca o risponde in modo brusco, dopo tutto, potresti anche essere uno spammer di WhatsApp.

10. Non diffondere voci né catene

Disegni realizzati con emoticon. Barzellette sporche. Immagini scherzose, raccapriccianti o sgradevoli. Suoni osceni. Video stupidi. Catene di Sant’Antonio che ti obbligano a inoltrare il messaggio, pena anni di disgrazie. Voci infondate. Notizie sensazionali e chi più ne ha più ne metta.

Niente di tutto ciò dovrebbe partire dal tuo WhatsApp. Perché? Perché oltre a sprecare lo spazio di archiviazione e la connessione dell’altra persona, dai l’idea di essere un tipo facilmente influenzabile.

Ecco, ora sei un vero gentiluomo…

Spero che questa umile guida ti sia servita a capire quali sono i comportamenti più fastidiosi di WhatsApp.

Per sapere tutto sul programma di messaggistica, leggi la nostra guida di WhatsApp!

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...