Pubblicità

Trucchi e Consigli

Come passare da Firefox a Chrome senza problemi e senza pentirsi

Pier Francesco Piccolomini

Pubblicato

Switch da Firefox a ChromeNon è cattiveria, è un’osservazione oggettiva: Firefox perde colpi. Mi dispiace dirlo, ma è così. Per anni ha monopolizzato il dock del mio Mac, sbaragliando la concorrenza di browser competitivi come l’atletico Safari (c’è anche per PC)  e il visionario Opera (pure lui c’è anche per PC). Ha sempre fatto razzia di RAM, questo sì, ma per il resto era un browser adorabile: moderno nel look, personalizzabile, veloce.

Il presente invece è molto meno roseo per il navigatore di Mozilla. Dalla versione 4 (che all’inizio prometteva bene!)  c’è stato un crollo della qualità, e quindi dei consensi. E tutti abbiamo cominciato a guardarci attorno e a fare l’occhiolino a Google Chrome (per Mac e PC)  e alle sue virtù.

Insomma, l’ora di cambiare era arrivata. Ma il timore che sempre emerge quando si trasloca da un browser all’altro è: cosa sarà dei miei preferiti, della mia cronologia, dei miei amati plugin? Be’, nel passare da Firefox a Chrome i problemi sono ridotti al minimo. Vediamo come si trasportano mobili e suppellettili dalla vecchia casa alla nuova rompendo meno stoviglie possibile.

Segnalibri e password

Sono un patrimonio frutto di anni di paziente raccolta e catalogazione. Non possono andare perduti. E infatti, passando da Firefox a Chrome, non accadrà.

Import dati da un altro browser

L’importazione è semplice: clicca sulla chiave inglese in alto a destra della finestra del browser e scegli il menu Opzioni. Da lì seleziona il tab Impostazioni personali e clicca su Importa dati da un altro browser. Apparirà una finestra da cui puoi scegliere quali dati importare e da quale browser.

Finestra importrazione preferiti

A disposizione hai la cronologia di navigazione, i preferiti, le password salvate e i motori di ricerca. L’importazione è velocissima, e ti ritroverai in Chrome tutti i segnalibri ordinati così come erano in Firefox.

Gli addon

Firefox, quando conquistò il trono imperiale dei browser, aveva falciato le gambe della concorrenza a colpi di plugin. Sicuramente negli anni ne hai installati tanti, e sono diventati parte integrante del tuo workflow.

Estensioni store

Come fare a riaverli? Nessun pericolo, anche Chrome offre una gran quantità di addon, molti dei quali sono gli stessi di Firefox (ad esempio i fondamentali Adblock Plus e Disconnect). Fatti un giro nel Chrome Web Store, e troverai sicuramente tutti i plugin che ti servono per ripristinare il desiderabile status quo ante, in cui il tuo browser era a tua immagine.

Estensioni edit

E per gestire tutti questi ammennicoli? Clicca sulla chiave inglese e poi su Strumenti e scegli Estensioni. Da questa pagina puoi abilitare, disinstallare e modificare le opzioni degli addon, come hai fatto finora con Firefox. Insomma, sentirsi a casa è questione di qualche click.

Interfaccia personalizzata

Se usavi Personas (per Mac o per PC) per personalizzare l’interfaccia di Firefox, sarai felice di sapere che anche Chrome offre personalizzazioni grafiche a profusione.

Web Store temi Chrome

Basta accedere al menu Opzioni dalla solita chiave inglese, andare su Impostazioni personali e cliccare su Scegli un tema. Ti troverai catapultato in un mondo colorato e soprattutto sterminato, dove ti attende il tema dei tuoi sogni.

Aggiungi nuovo tema a Chrome

Di particolare pregio sono i temi d’artista, creati in esclusiva per Google da famosi designer tra cui Dolce & Gabbana, Donna Karan. Clicca su Aggiungi a Google Chrome e goditi il tuo browser trendyssimo.

[via OnSoftware EN]

Potrebbe interessarti anche