Installare app sulla scheda SD: 5 soluzioni a dei problemi comuni

Ho ricevuto molte domande riguardo il tutorial per obbligare Android ad installare le applicazioni nella scheda SD. In questo articolo risponderò alle cinque più frequenti.

Il messaggio di memoria piena è uno dei problemi di Android più odiati. Per fortuna, c’è un metodo abbastanza semplice per forzare Android ad installare tutte le applicazioni sulla scheda SD, che è molto più spaziosa.

Questo metodo non sempre funziona, a causa delle differenze nella configurazione tra il cellulare e il PC di ogni utente. Per questo ho selezionato le domande più frequenti, alle quali ho dato una risposta.

Che cosa è il pacchetto di driver o draver?

Per poter collegare il telefono Android al PC è necessario che Windows lo rilevi. Affinchè il rilevamento con il comando adb devices riesca, talvolta è necessario installare i driver del produttore del telefono.

L’utility Samsung Kies include i driver USB per tutti i telefoni

La cosa più facile da fare è installare delle utility come Samsunk KiesSony CompanionLG PC Suite, che già includono i driver per il telefono. Per accedere ad un elenco completo delle applicazioni ufficiali di sincronizzazione, eccoti una lista.

Non mi riconosce il comando pm get-install-location

I comandi nel tutorial vanno scritti senza trattini quando la versione di Android è inferiore alla 4.0 (un dettaglio che ci siamo dimenticati di menzionare). Se la versione Android è superiore alla 4.0, allora i comandi vanno scritti con i trattini:

Per sapere qual è la versione di installazione attiva:

adb shell pm get-install-location (Android 4.0 o superiore)

adb shell pm getInstallLocation (Android 2.3 o inferiore)

Per definire la scheda SD come memoria predefinita:

adb shell pm setInstallLocation 2 (Android 4.0 o superiore)

adb shell pm set-install-location 2 (Android 2.3 o inferiore)

Per verificare qual è la versione del tuo Android, vai su Impostazioni e apri la sezione Info sul dispositivo. Se è 2.3, digita il comando senza trattini. Se si tratta della 4 o superiore, digita il comando con i trattini.

Mi dice che non trova il percorso specificato

Il Kit di sviluppo di Google può essere decompresso in una cartella qualsiasi. Nel nostro tutorial lo abbiamo messo nella cartella Programmi, ma il tuo percorso potrebbe essere diverso.

Per rendere più facile accedervi dalla riga di comando, copia l’intero contenuto della directory principale dell’unità C. Così il percorso sarà C:\android-sdk, molto più facile da aprire.

Mi appare più di un dispositivo quando digito adb devices

Se hai più di un telefono Android e magari qualche emulatore, è normale che scrivendo il comando adb devices ti appaia più di uno. In questo caso, dovrai aggiungere il nome del telefono che vuoi modificare prima di avviare il comando.

Se, per esempio, dopo aver scritto adb devices ti appare questa lista:

List of devices attachedemulator-5554 device8e1d789c device

Per connetere il telefono, che è il secondo della lista, dovrai aggiungere -s ed un codice prima del comando shell. Il comando per cambiare il percorso del telefono dovrà essere:

adb -s 8e1d789c shell pm setInstallLocation 2

Mi dice acesso negato per usare taskkill

Se stai cercando di chiudere un processo che utilizza la porta 5037 e Windows ti nega l’accesso, significa che non disponi dei privilegi di Amministratore. Quando apri la riga di comando, assicurati di fare così:

Questo processo è reversibile?

Certamente. Basta seguire le stesse istruzioni, ma invece di predefinire l’installazione nella memoria esterna (opzione numero 2), è possibile tornare all’opzione di default (zero), che permette ad Android di scegliere per conto proprio.

Hai domande o dubbi? Condividile nei commenti

Visualizzazione commenti in corso...