Inbox, la rivoluzione delle email firmata Google

La posta elettronica esiste da decenni, ma non è cambiata molto negli ultimi anni. Quello che è cambiato è il modo in cui la usiamo.

Adesso sulle email memorizziamo le informazioni dei nostri viaggi, i numeri per tracciare le nostre spedizioni e gli archivi delle nostre conversazioni con amici e familiari. Utilizziamo la nostra email per iscriverci ai servizi, per usare le applicazioni e molto altro, trasformando le nostre caselle di posta in un pasticcio confuso. Per riuscire a mettere un po’ d’ordine in questo caos, Google pensa di avere trovato una soluzione efficace.

Inbox, la nuova applicazione creata dal team di Gmail, è un ripensamento radicale del concetto di email nel 21° secolo. Invece di mostrare le tue email in un ordine cronologico, Inbox le “impacchetta” in categorie come Travel, Promos, Forums, Social e altro ancora. Anche su Gmail è presente questa configurazione, ma Inbox la sviluppa ulteriormente. Questa automazione è una manna dal cielo per coloro che si ritrovano ad avere sempre una casella di posta disordinata.

Avviare Inbox per la prima volta è un’esperienza strana. Assomiglia più ad un feed di Twitter che ad una casella di posta elettronica. La prima cosa che ho notato sono state le “schede”, che presentano informazioni importanti come il tracking di un pacco e gli eventi del calendario proprio di fronte a me. Se hai già utilizzato Google Now, ti sembrerà piuttosto familiare.

Google Inbox combined

Inbox è esattamente questo: una combinazione di Gmail con Google Now, per aiutarti a gestire al meglio la tua posta. Google sa che non tutte le email devono essere lette immediatamente ed è per questo che ha incluso una funzione snooze. Hai una email che ti avvisa che il tuo estratto conto è pronto? Rimandala per leggerla la sera, come fosse il promemoria di un pagamento.

L’applicazione Inbox per AndroidiPhone rende la gestione delle email un gioco da ragazzi. Scorri verso destra per archiviare un messaggio o verso sinistra per posticiparlo. Puoi scegliere un tempo preimpostato come Tonight o puoi selezionare una data ed un’ora specifica. Google fa del suo meglio per nascondere il pulsante Cancella in un menu separato, ponendo l’accento sull’archiviazione. Anche se questo risulta un po’ fastidioso, Gmail offre, comunque, uno spazio più che sufficiente per archiviare le tue email.

Inbox consente, inoltre, di aggiungere dei promemoria. Google si è reso conto che le persone molto spesso si autoinviano le proprie note e i promemoria. Anche se questo sistema funziona, è comunque meno elegante. Con Inbox, è possibile impostare i promemoria basati sulla posizione e l’orario, proprio come su Google Now e Google Keep.

Google Inbox email threads

Dopo aver testato Inbox per un giorno, ho trovato la mia casella di posta molto meno disordinata di prima e molto più personale. Le conversazioni via email con i miei amici e la famiglia sono mostrate al centro, mentre la posta di “contorno”, come le promo e gli aggiornamenti dei social network, sono state archiviate in pacchetti per poterle leggere più tardi. Ritrovarsi le email meno importanti in pacchetti permette di poterle archiviare tutte con un solo tocco.

Inbox è abbastanza preciso nel raggruppare i tipi di messaggi di posta, e sono pochissime le email che dovrai spostare manualmente su un pacchetto più rilevante.

Google Inbox combined 2

Ci vuole del tempo per abituarsi ad Inbox. La cosa più strana in assoluto è la mancanza di notifiche. Ho pensato che Inbox non stesse funzionando, perché non stavo ricevendo notifiche sui nuovi messaggi. Sono andato a cercare tra le impostazioni e mi sono reso conto che le notifiche sono disattivate per impostazione predefinita. È possibile attivarle separatamente per ogni pacchetto.

Questo ha senso, dal momento che probabilmente le email sociali o promozionali non hanno bisogno di essere aperte subito, così potrai rivederle con calma e quando vuoi.

Ed è questo che rende Inbox unico. È un’esperienza profondamente personale che non richiede di leggere ogni email in arrivo. È come entrare nella quiete di una libreria dopo aver camminato lungo una strada trafficata di città. Adesso non ho più l’ansia di dover controllare la mia posta elettronica continuamente.

Per mantenere le tue email personali, Inbox è disponibile solo su telefoni Android e iPhone. È la prima applicazione mobile che è stata progettata per la posta elettronica personale e non per il business. Google ha anche scelto di non supportare gli account Google Apps, che vengono utilizzati dalle imprese.

Google Inbox desktop

Puoi utilizzare Inbox sul web, ma non è allo stesso livello delle applicazioni. Non c’è la possibilità di controllare le notifiche, per cui dovrai semplicemente controllare periodicamente Inbox per vedere se hai ricevuto qualcosa di importante. Gli utenti desktop vorranno di sicuro continuare ad usare Gmail.

Inbox non è per tutti e gli utenti che cercano il controllo assoluto della loro casella di posta probabilmente rimarranno con Gmail, per le sue etichette e i filtri. Su Inbox esistono comunque delle etichette chiamate pacchetti, che agiscono come filtri e che dividono i messaggi in gruppi, sotto una categoria specifica.

Google Inbox promo mail

Nonostante l’applicazione sia fluida e stabile, Inbox è ancora un esperimento. Google deve lavorare abbastanza per rendere le caratteristiche di Inbox più rivoluzionarie e ha davvero bisogno di decidere come gestire le notifiche sul desktop e mobile. Ma, persino in questo stato iniziale, è riuscito a fare un miracolo e a domare la mia incasinata casella di posta.

Inbox è attualmente utilizzabile solo su invito ed è possibile richiederne uno mandando un email a inbox@google.com.

Leggi anche:

Google lancia Inbox, il nuovo concetto di email

Googla annuncia Android 5.0 Lollipop

Seguimi su Twitter: @lewisleong

Visualizzazione commenti in corso...