Come fare il backup di WhatsApp su Android

Se hai un nuovo telefono Android o hai cancellato per sbaglio lo storico delle chat di WhatsApp, quello che può “salvarti la vita” è aver fatto un backup di tutti i contenuti di WhatsApp.

Avere un backup ti sarà utile in molte altre occasioni ed è sempre bene essere scrupolosi e prevenuti quando di mezzo ci vanno i nostri dati. Perché, anche se apparentemente i messaggini, le foto e via dicendo che ci inviamo per WhatsApp possano sembrare di poca importanza, WhatsApp resta pur sempre il nostro mezzo di comunicazione principale, pertanto i dati inviati non sono da sottovalutare. Siamo certi che ci saranno sempre delle info che è bene non perdere, o semplicemente dei video o delle foto che è un peccato non conservare o passare sul tuo nuovo smartphone.

Ti descriviamo due metodi molto semplici per fare il backup dei messaggi WhatsApp: via Google Drive e via salvataggio su memoria interna o SD card.

Metodo 1: backup di WhatsApp con Google Drive

Il modo più facile per fare il backup di WhatsApp è usare Google Drive. Prima di iniziare, però, ci sono un paio di cose da controllare. Fai in modo che:

1) Il tuo Android sia sincronizzato con Google Drive

2) Tu abbia installato sul telefono il Google Play Services

3) Il tuo account Google Drive abbia abbastanza spazio libero per il salvataggio dello storico di WhatsApp

4) Ci sia abbastanza spazio sul tuo dispositivo per creare il backup

Se soddisfi tutti questi requisiti, allora fare il backup di WhatsApp è facilissimo. Innanzitutto apri l’app di WhatsApp, quindi vai al menu delle opzioni e fai click su Impostazioni. Qui fai tap su Chat e chiamate e su Backup delle chat. In questa sezione troverai l’opzione Backup su Google Drive.

Se entri in Backup su Google Drive, potrai scegliere la frequenza dei tuoi backup automatici. Puoi anche scegliere di eseguire il backup subito, semplicemente facendo tap su Esegui BackUp (dalla schermata precedente).

A questo punto devi scegliere l’account di Google su cui fare il backup dei messaggi. Se non ne hai ancora uno, fai tap su Aggiungi un account. Ricorda sempre quale account stai usando per il backup, perché ti servirà semmai vorrai ripristinare lo storico di WhatsApp.

Come ultimo passaggio, hai bisogno di indicare all’applicazione la rete da usare per eseguire i backup. È importante sapere che servirti della tua rete dati per la copia di sicurezza può essere dispendioso poiché l’operazione richiede il consumo di un alto numero di dati.

Non preoccuparti del numero infinito di backup che partiranno in automatico. Ogni volta, infatti, il vecchio backup verrà sovrascritto.

Metodo 2: backup di WhatsApp su telefono o SD

WhatsApp creerà in automatico un backup ogni giorno e lo salverà nella memoria interna del tuo telefono o su quella della scheda SD.

La ragione per cui ti raccomandiamo di usare Google Drive in aggiunta a questo metodo è il salvataggio on the cloud. Con il metodo nº2, infatti, i backup saranno affidati all’hardware e se dovessi perdere il telefono o l’SD, avrai perso anche i tuoi dati. Se usi un account Google, invece, questo non succederà.

Leggi anche:

Come salvare e recuperare i messaggi di WhatsApp

Lo sapevi che WhatsApp ora è disponibile anche per Windows e Mac? Scarica WhatsApp per PC

Visualizzazione commenti in corso...

Post più popolari

Come installare mod in Minecraft: ecco il metodo più semplice

Come installare mod in Minecraft: ecco il metodo più semplice

30 utili shortcut per Excel

30 utili shortcut per Excel

Utilizza il riproduttore VLC Media Player per catturare lo schermo del PC

Utilizza il riproduttore VLC Media Player per catturare lo schermo del PC

Altri post

Ultimi articoli