Come fare un backup di Gmail e Calendar (e come recuperarlo)

Come fare un backup di Gmail e Calendar (e come recuperarlo)

Problemi di sicurezza, limiti di spazio, migrazioni… i motivi per fare una copia di backup di Gmail e Calendar non mancano. In questo articolo ti spiego come si fa e, soprattutto, come si recupera.

Google ha migliorato Takeout, ovvero lo strumento che ti permette di scaricare i tuoi dati sul disco rigido, includendo anche Gmail e Calendar. Finora, Google consentiva il download dei dati solo da altri servizi come YouTube, Blogger e Drive.

La posta di Gmail viene scaricata in formato MBOX, uno standard di posta universale, mentre per Calendar il formato è iCalendar. In entrambi i casi, il download viene salvato su uno o più file compressi in formato ZIP (due gigabyte per file).

1. Entra nel tuo profilo di Google

La funzione Takeout si trova su Account > Seleziona i dati da scaricare. Puoi accedere direttamente facendo click su questo link (o su questo se vuoi scaricare solo i dati di Gmail). Vedrai una lista di prodotti di Google con le caselle selezionate. Scegli Gmail e Calendar.

2. Configura le opzioni di download

Fai click su Edit (o Modifica) per modificare le opzioni di copia. Il backup di Google Calendar ti consente di selezionare quali calendari salvare, mentre Gmail ti permette di scegliere i tag che ti interessano.

Entrambe le opzioni possono interessarti, se vuoi organizzare meglio le tue copie o eseguire dei backup parziali (ad esempio, solo le email “importanti”). Per impostazione predefinita, Google Takeout scarica delle copie complete.

3. Attendi la creazione del file

I file di backup non vengono generati immediatamente: c’è una coda di utenti che, proprio come te, hanno richiesto il download. Fortunatamente, i server di Google sono veloci e, in meno di dieci minuti, i file dovrebbero essere pronti per il download. Riceverai una notifica via email.

4. Scarica i file

Quando saranno pronti, puoi scaricare i file dalla stessa pagina. Se l’hai chiusa, usa il link che trovi nell’email di notifica o vai su Impostazioni > Takeout > downloads.

Nel ZIP troverai i file MBOX di Gmail e quelli ICS di Calendar.

Come importare i file MBOX su Gmail e ICS su Calendar

Ora che hai creato i file di backup, ti chiederai come usarli. Nel caso di Calendar, l’importazione è molto semplice: vai su impostazioni (scheda Calendar) e fai click su “Importa calendario“, un’opzione situata di fianco al pulsante “Crea nuovo calendario”. Da qui è possibile caricare il file ICS (iCalendar).

I file MBOX (Gmail), invece, possono essere caricati su Gmail con un metodo semplice, ovvero importandoli attraverso un client di posta come Mozilla Thunderbird, a patto che il tuo account Gmail sia configurato con IMAP. Questo garantisce la sincronizzazione delle email nuove e vecchie.

Su Thunderbird, l’importazione dei file MBOX viene eseguita attraverso l’estensione ImportExportTools. Devi installarla manualmente dal pannello delle estensioni: fai clic sull’icona a forma di ingranaggio e scegli l’installazione da file. Seleziona il file XPI di ImportExportTools e conferma.

Dopo aver riavviato Thunderbird, potrai importare messaggi di posta elettronica direttamente dal menù Strumenti > ImportExportTools.

Dato che Thunderbird è configurato con Gmail tramite IMAP, le email importate si sincronizzano automaticamente con l’account Google che stai usando. In questo modo è possibile spostare in blocco la posta da account all’altro.

Hai già fatto il backup di Gmail e Calendar?

Potrebbe interessarti…

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...