Winamp è morto: le 5 cose che ci mancano già

Winamp è morto: le 5 cose che ci mancano già

Il riproduttore multimediale Winamp non ha più un posto nel mondo dei software audio. AOL ha annunciato la sua chiusura dal 20 dicembre 2013, dopo 15 anni di buoni e leali servizi.

Questo è un momento di profonda riflessione per i milioni di utenti che hanno usato questo amato lettore audio sin dagli esordi. Prima di depennarlo dalla lista dei software di riproduzione multimediale, ti ricordiamo 5 cose che solo i veri fan di Winamp possono capire e che a noi, infondo, un po’ mancano già!

Le skin di dubbio gusto

La personalizzazione del riproduttore audio, attraverso delle skin, è stata un’idea brillante, almeno sulla carta. Tuttavia, nessuno aveva preso in considerazione la creatività sconfinata dei membri della comunità.

Alla fine del 1990, i siti di download offrivano delle sezioni appositamente dedicate alla personalizzazione di Winamp: dalle squadre di calcio e le auto da corsa alle skin erotiche e futuristiche, la lista era davvero lunga e c’era solo l’imbarazzo della scelta…

Ecco una piccola selezione di skin storiche che probabilmente avrai già visto sul web.

3 Skins Winamp

La modalità “animazioni psichedeliche”

Le “animazioni psichedeliche” sono state senza dubbio la prima cosa che tutti gli appassionati di Winamp hanno mostrato con orgoglio ai propri amici o parenti.

“L’animazione si muove a ritmo di musica!”. Come tutti gli altri utenti di Winamp, probabilmente anche tu sarai rimasto almeno una volta “bloccato” davanti allo schermo, cercando di indovinare le future variazioni degli effetti…

Visualisation Winamp

Il riproduttore in miniatura

Winamp ha segnato la generazione di MSN, milioni di utenti che trascorrevano ore e ore cercando di configurare eMule e Kazaa per poi, alla fine, accontentarsi di occupare le sale delle chat mentre giocavano a campo minato e ascoltavano la loro radio preferita con Winamp. Queste persone ricordano il “mini-player” di Winamp, la piccola barra che consentiva di controllare la maggior parte delle opzioni del lettore multimediale. Si ricorderanno anche che i pulsanti “Riduci a icona” e “Ripristina finestra” erano tutt’altro che chiari…

Mode Mini-player Winamp

Il peso piuma dei riproduttori

Alcuni fedeli di Winamp hanno avuto la cattiva idea di provare le prime versioni di iTunes. Ovviamente questa operazione richiedeva una buona dose di pazienza: per scaricare iTunes con una connessione a 56K ci volevano almeno 30 minuti. Molti utenti possono inoltre testimoniare che, a quei tempi, la prima apertura di iTunes è stata uno shock. A causa della sua infinita lentezza rispetto al leggerissimo Winamp, iTunes è finito molto velocemente nel cestino della maggior parte degli utenti, almeno di quelli meno esperti.
Dopo la chiusura del riproduttore multimediale, è probabile che molti di loro si rivolgano a AIMP o foobar2000.

Il leggendario Jingle

Cosa ti ricorda la frase “Winamp: it really whips the llama’s ass“? Questo Jingle ha segnato una generazione: quanti di noi hanno gioiosamente ripetuto il breve motivo musicale in un inglese incerto, senza nemmeno capire cosa significasse?

Nonostante la chiusura di AOL, gli appassionati di Winamp non devono perdere le speranze: il lettore audio sarà disponibile per il download fino al 20 dicembre 2013. Dopo tale data, non verrà pubblicato alcun aggiornamento, ma gli utenti possono naturalmente mantenere Winamp sul proprio PC come riproduttore multimediale predefinito.

Qual è la prima cosa che ti viene in mente quando pensi a Winamp?

[Adattamento di un articolo originale di Baptiste Brassart su Softonic FR]

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...