Parallels Access: usa qualunque applicazione del Mac o del PC accedendovi dallo smartphone

Parallels Access: usa qualunque applicazione del Mac o del PC accedendovi dallo smartphone

Con Parallels Access puoi accedere via internet al tuo computer dallo smartphone o dal tablet, usare qualunque applicazione in esso contenuta e tanto altro.

Ti piacerebbe usare le versioni per computer di Photoshop o Word dall’Android? O vedere i siti in Flash dall’iPad? O cercare e scaricare file torrent usando il cellulare? Con Parallels Access puoi fare questo e moltissimo altro.

Rispetto ad altri prodotti simili di controllo remoto dei computer (ad esempio TeamViewer, che viene usato per l’assistenza remota), Parallels Access garantisce maggior velocità di scambio dati, una grande stabilità e un sistema incredibilmente efficace di usare i gesti per emulare quello che faresti con un mouse.

Ti mostreremo quindi come funziona Parallels Access e, nell’ultimo capitolo, ti spiegheremo come potrebbe esserti utile. Per i nostri test abbiamo usato un iPad 2 e un MacBook Air, ma il servizio funziona in maniera identica anche su apparecchi Android e PC Windows.

Cosa posso fare con Parallels Access?

Puoi accedere al tuo Mac o al tuo PC dall’iPhone, iPad e dagli smartphone e tablet Android, e usarlo esattamente come se lo avessi davanti. Puoi ad esempio usare tutte le applicazioni (e installarne di nuove), creare e spostare cartelle e file, risolvere malfunzionamenti.

Installare un'applicaizone sul MacInstallazione di un’app su Mac da iPad usando Parallels Access

Per poterlo fare il computer deve essere acceso e connesso ad internet, e il tablet o lo smartphone con cui lo controlli deve avere accesso ad una buona rete WiFi. Puoi però usare il servizio anche sulla rete 3G, con prestazioni solitamente soddisfacenti. Questo vuol dire che puoi connetterti al tuo computer anche mentre sei in viaggio.

Come si installa Parallels Access

È molto semplice. Devi scaricare Parallels Access per iPhone/iPad o Android sul tuo dispositivo mobile, e il client per PC o Mac sul tuo computer (devi creare un account Parallels per accedere al download), seguendo le istruzioni.

La connessione tra apparecchi è immediata, perché si basa semplicemente sui dati di login. Tutti i dispositivi in cui inserisci nome utente e password dell’account Parallels “si vedono” tra loro, e dal tablet o dal telefono è sufficiente toccare l’icona del computer che vuoi controllare e il gioco è fatto.

Connettiti al tuo Mac

Se non hai un account, segui le istruzioni per crearne uno direttamente dall’app mobile.

Durante il setup del computer ti verrà domandato sei vuoi impostare il computer in modo che non vada mai in stop automaticamente, così che sia sempre disponibile per essere controllato da remoto con Parallels Access. L’ideale è accettare, per potervi accedere in ogni momento.

Come funziona

A destra dell’interfaccia c’è la toolbar principale di Parallels Access.

Toolbar

Tramite il primo menu puoi scegliere quale delle applicazioni aperte del tuo Mac portare in primo piano.

Toolbar - Scegli app da portare in primo piano

Il secondo strumento è l’App Launcher, con cuoi puoi aprire le applicazioni del tuo Mac.

App launcher overview

Di default ne vengono visualizzate solo alcune. Per aggiungerne altre tocca Add in alto a destra, sposta i relativi selettori verso destra e, alla fine, tocca Done.

Aggiungi app al launcher

Con il tasto edit, invece, elimini le applicazioni dal launcher.

Elimina app dal launcher

Col terzo tool accedi alle cartelle standard dell’utente, ad esempio Applicazioni, Documenti, Foto e Filmati. Sono, in pratica, quelle che trovi a sinistra di una qualsiasi cartella aperta in OS X.

Le cartelle di OS X

Il quarto strumento ti permette di impostare alcuni parametri, tra cui la risoluzione del desktop, l’attivazione del microfono e la visualizzazione della scrivania del computer che stai controllando da remoto.

Molto importante è il primo dei tool che trovi in questa sezione, Additional Keys, che mostra alla base dell’interfaccia i tasti addizionali che non hai sulla tastiera virtuale del dispositivo mobile, come CMD, ALT, i fasti F1-F12, il tasto TAB e ESC.

Tasti speciali

Grazie a questi strumenti hai accesso completo a tutte le funzioni del tuo computer, e puoi usarlo da remoto con tablet e smartphone senza le limitazioni che comporterebbe la sola tastiera virtuale di iOS o Android.

Facile, potente, semplice

Se i due dispositivi (telefono e computer) sono connessi a reti internet robuste, Parallels Access funziona egregiamente, con pochissimo ritardo e grande precisione.

Colpisce positivamente anche la fluidità dei controlli, che garantiscono un flusso di lavoro addirittura migliore che con un mouse. Non era scontato che Parallels riuscisse a rendere perfettamente naturale l’uso di un computer tramite uno schermo tattile. E invece l’obiettivo è stato centrato in pieno.

Le applicazioni si vedono a schermo intero, e tutto lo spazio che c’è sullo schermo dello smartphone o del tablet viene sfruttato. La semplicità della toolbar (e la possibilità di nasconderla con un gesto, all’occorrenza) aggiunge un ulteriore punto all’eccellente gestione dello spazio, un altro punto forte di Parallels Access.

Il mouse non ti mancherà affatto

Parallels Access, come avrai capito, sopperisce brillantemente alla mancanza del classico puntatore da computer desktop. Qualunque operazione è eseguibile con gesti semplici e intuitivi. Ecco i principali.

  • Click del mouse > tap singolo (per il doppio click fai doppio tap)
  • Click destro > tap singolo a due dita
  • Scroll > scorri un dito nelle quattro direzioni

Basic gestures

  • Effetto lente di ingrandimento > tieni un dito sullo schermo
  • Drag and drop > tieni il dito sullo schermo per più tempo

Advanced gestures

Pizzicando lo schermo puoi attivare lo zoom, ma solo per le applicazioni che lo supportano.

Per quanto riguarda l’editing di testi, i gesti e le procedure sono le stesse a cui sei abituato con lo smartphone e col tablet.

Nel menu di aiuto di Parallels Access hai comunque sempre a disposizione un video tutorial che ti mostra tutti gli strumenti che hai a disposizione e i gesti per controllare l’app.

Perché dovrei usare Parallels Access?

Una delle cose sorprendenti di Parallels Access è la sua facilità d’uso, a partire dall’installazione e continuando con il setup e l’utilizzo “sul campo”. Si tratta di un servizio per utenti di tecnologia di qualsiasi livello, che non presenta ostacoli né difficoltà.

Questo vuol dire che chiunque può avvalersene per facilitarsi la vita, senza preoccuparsi degli aspetti tecnici.

La cosa forse più utile è poter usare le applicazioni desktop (che sono, in molti casi, più potenti e più ricche di quelle native per dispositivi mobili) dal tablet e dal telefono, e soprattutto da qualunque posto del mondo.

La comodità di poter lavorare con la tua copia di Photoshop anche se il tuo computer sta a casa, e di poterlo fare sfruttandone tutta la potenza, è un enorme vantaggio.

uTorrentE lo stesso vale per qualunque altra applicazione tu utilizzi per lavoro o per hobby. Vuoi scaricare un file con uTorrent? Puoi cercarlo e metterlo in download dall’ufficio e trovarlo pronto quando torni a casa.

Ma non finisce qui. Se per esempio non ti fidi dei servizi di clouding, o semplicemente non ti piacciono, grazie a Parallels Access puoi usare il tuo computer di casa come magazzino di tutti i tuoi dati (la tua nuvola personale), e accedervi da ovunque per aprire, modificare, creare. Comodo e senza intermediari di mezzo.

Infine, se sei un videogiocatore, hai la possibilità di farti una partita al tuo gioco da PC preferito anche quando sei in giro col tuo iPhone. In caso di giochi graficamente impegnativi potrai aspettarti un minimo di latenza, ma nella maggior parte dei casi non sarà un problema.

Insomma, controindicazioni non ce ne sono. Puoi provare Parallels Access gratis per 14 giorni senza limitazioni (scarica l’app per iPhone/iPad o Android e segui le istruzioni), quindi ti consigliamo di fare qualche esperimento. Probabilmente scoprirai che fa molto, molto comodo anche a te.

Un altro buon programma per accedere al PC dallo smartphone è Remote Desktop di Microsoft. Fabrizio spiega 5 buoni motivi per usarlo in questo articolo.

Seguimi su Google+

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...