Pubblicità

Articolo

Cosa troveremo nel nuovo Android 4.4

La redazione di Softonic

Pubblicato

L’ultima versione di Android al gusto di KitKat è ormai dietro l’angolo, con l’uscita del nuovo OS che dovrebbe essere annunciato per questo mese. Ma cosa possiamo aspettarci veramente da questo nuovo sistema operativo, il 4.4?

Negli ultimi tempi Android ha aggiornato spesso il suo sistema operativo con dei piccoli update che sono cominciati ad arrivare in gran numero dalla versione 4.1 Jelly Bean. Siccome questi update non sono stati inclusi da Google nella storico “ufficiale” del sistema operativo, Android 4.4 non dovrebbe rappresentare un grande passo in avanti.

Cosa troveremo nel nuovo Android 4.4

Sulla base delle voci che circolano, ecco cosa dovrebbe esserci in Android 4.4 KitKat:

Pacchetto d’istallazione più piccolo

In teoria Android 4.4 sarà ottimizzato per funzionare con poca quantità di RAM, si parla di 512 MB, cosa che dovrebbe permettergli di girare anche sui dispositivi più vecchi e quelli di fascia più bassa. Per il momento solo Samsung e HTC presenteranno Android in versione 4.4, ma questo consentirà ad altri dispositivi di supportare il nuovo sistema operativo.

Google Play Services spina dorsale di Android

Google Play Services è già presente su Android e supportato dalla versione 2.2 e successive. Siccome Honeycomb (3.0) è stato dismesso, Gingerbread (2.3) sta perdendo terreno in favore di Ice Cream Sandwich (4.0) e Jelly Bean è terminato con la 4.3, KitKat potrebbe essere un nuovo inizio.

Dati i costi operativi probabilmente inferiori di questo KitKat, Google Play Services potrebbe diventare la spina dorsale del sistema operativo di Android. Disabilitando il Google Play Services, sarai disconnesso da tutti i servizi Google e molte delle sue applicazioni verranno chiuse.

Visto che Google Play Services può istallare gli update in background senza richiedere permesso all’utente, questo potrebbe essere un possibile segnale che questa applicazione diventerà presto più importante del sistema operativo stesso.

Stamp e pagamenti

Gadget Helpline ha avuto la possibilità di provare una versione di Android 4.4 prima della sua uscita ed ha scoperto delle nuove funzionalità. Una novità dovrebbe essere la possibilità di salvare in PDF e l’altra di stampare dal proprio Android via wireless.

Al momento è possibile collegarsi alle stampanti grazie a Chrome e attraverso Google Cloud Print, ma dopo sarà possibile stampare documenti direttamente dal dispositivo. La funzione non è poi così entusiasmante e neanche del tutto indispensabile, ma potrebbe essere comoda per migliorare la produttività.

Un’altra novità è il supporto per i pagamenti NFC (Near Field Communication). Da quando Google Wallet richiede la tecnologia NFC per effettuare i pagamenti (ma non ha avuto mai successo), incorporare la tecnologia NFC per i pagamenti appare strano. Il sistema di pagamenti ISIS non è stato ancora lanciato e già non avrà più alcun supporto.

Hangouts unifica tutta la messaggistica

Per Hangouts è prevista l’integrazione con gli SMS. Siccome questa funzione non verrà integrata solo in Android 4.4, Hangouts potrebbe rimpiazzare l’app degli SMS di Android e unificare i contatti Hangouts con quelli del telefono. Al pari di Facebook Messenger, su Hangouts potrebbero convergere e incontrarsi tutti i messaggi presenti sul dispositivo, e in maniera ancora più semplice se il contatto è presente anche su Hangouts.

Quickoffice già preistallata

Un’altra app che pare dovebbe essere preistallata nel sistema operativo è Quickoffice. Così anziché creare documenti attraverso Google Drive, Quickoffice rappresenterà la soluzione più rapida per la sincronizzazione su Google Drive, secondo quanto riportato da Gadget Helpline.

Account limitati su Smartphone

Android 4.2 aveva introdotto gli account multipli per i tablet e Android 4.3: i Restricted Profiles. Gli smartphone invece non hanno ancora nessun tipo di supporto per account multipli, mentre Android 4.4 potrebbe finalmente introdurre il controllo parentale per vietare ai bambini l’uso di certe applicazioni e di fare acquisti su Google Play.

Notifiche azionabili

Android 4.3 ha esteso le funzionalità delle notifiche, rendendole espandibili e azionabili, aprendo così le porte alle applicazioni di terze parti che però non hanno ancora capito come usarle. Non sarebbe male infatti vedere più applicazioni usare le notifiche per migliorare l’esperienza d’uso dell’utente che invece si vede di obbligato a dover aprire la app.

Supporto per gli accessori

Google ha abbassato il prezzo del Nexus 4 nel tentativo di svuotare i magazzini. Nel video che mostra la nuova statua a forma di KitKat presso Google, alcuni hanno visto un possibile indizio del lancio del Nexus 5 che uscirà con la versione 4.4. Il telefono del video sembra essere il Nexus 5 perché il design del logo è lo stesso presente nel nuovo Nexus 7.

Nuovi dispositivi a parte, il rilascio di Android 4.4 potrebbe significare che Google voglia realizzare un suo smatwatch. Ha acquistato WIMM Labs nell’estate 2012 e sta sviluppando la possibilità di collegare gli smartphone agli elastici per il fitness.

Dato che Chromecast usa una versione semplificata di Android, è probabile che anche lo smartwatch di Google avrà una versione di Android modificata. Questo potrebbe significare che avremo un altro ecosistema di applicazioni pensate per la comunicazione tra Android e gli smartwatch.

Android 4.4 dovrebbe includere anche una migliore integrazione dei prodotti indossabili e il Chromecast. Come nelle versioni precedenti di Android, è probabile che ci saranno miglioramenti della struttura del sistema e update per risolvere dei bug e fornire altri miglioramenti. L’annuncio fatto al Google’s I/O dimostra che si è lavorato per ridurre la frammentazione dei sistemi operativi Android. Permettendo a Google Play Services di aggiornare e migliorare in automatico il sistema operativo, Google hafatto un lungo passo avanti.

Chromecast, prego

Anche Chromecast potrebbe quindi essere maggiormente integrato con Android. Non esistono finora molte applicazioni supportate da Chromecast, ma è possibile che su Android 4.4 saranno utilizzabili anche altre applicazioni quali Google Docs e quelle che usano lo streaming incluse nel firmware attuale.

Forse con la 4.4 sarà quindi possibile inviare dei contenuti dal dispositivo Android al televisore. Una potenzialità non sfruttata è invece quella di trasmettere i giochi su schermi più grandi: così i giochi sarebbero trasmessi sul televisore e controllati attraverso il dispositivo Android.

Realizzare un migliore ecosistema per Android 4.4

Trattandosi di un passaggio dalla versione 4.3 alla 4.4, non ci aspettavamo certo degli enormi cambiamenti. Da quando le app di Google esistono fuori del cuore del sistema operativo, queste possono essere aggiornate attraverso Google Play. La cosa più importante con l’arrivo del nuovo sistema operativo è il potenziamento delle funzionalità e una migliore usabilità complessiva. Ci sarà sempre una lista dei desideri perquelle funzionalità che gli utenti di Android vorrebbero vedere sul loro dispositivo, ma quello di cui ha veramente bisognoAndroid  è di collegare tutti i suoi dispositivi in un unico ecosistema.

Ecco l’elenco delle novità che troveremo:

  • Istallazione più breve
  • Maggiore importanza per il Google Play Services
  • Stampa direttamente dal dispositivo e pagamenti elettronici wireless
  • Hangouts come applicazione standard per i messaggi e Quickoffice preistallato

Quelle che vorremmo trovare:

  • Uso ampliato delle notifiche
  • Chromecast che supporta un maggior numero di app.
  • Parental control sugli smartphone
  • Estendere tutto Android su Chromecast
  • Google Smartwatch realizzato con un nuovo ecosistemadi applicazioni

L’update di Android 4.4 non sarà rivoluzionario, ma quando Google annuncierà ufficialmente le miglior funzionalità di KitKat sarà accolto come un buon miglioramento del sistema operativo e non come qualcosa di totalmente differente.

Leggi il nostro ABC di Android

[Adattamento di un articolo originale di Christopher Park per Softonic EN]

Potrebbe interessarti anche