Borderlands The Pre-Sequel: i cattivi diventano i protagonisti

Borderlands The Pre-Sequel: i cattivi diventano i protagonisti

Jack il Bello, antagonista principale di Borderlands 2, è così carismatico che tutti speravamo di scoprire qualcosa in più sul suo conto. Il nostro sogno è diventato realtà!

Pur non trattandosi di una serie famosa come GTA o Call of Duty, Borderlands ha trovato il suo posto nel cuore dei giocatori di tutto il mondo. Dopo due capitoli e qualche DLC, la saga si espande con un titolo che fa da ponte tra i due giochi principali. Se ti piace stare dalla parte dei cattivi, allora amerai Borderlands: The Pre-Sequel, che sarà disponibile per PC, Xbox 360 e PS3.

Scopri gli alleati di Jack il Bello

Handsome Jack (Jack il Bello, in italiano), antagonista principale di Borderlands 2, è il centro di questo “pre-sequel”: sebbene non sia un personaggio selezionabile, la storia ruota attorno all’ascesa di Jack sul pianeta di Pandora. In sostanza, 2K Australia ha voluto dare protagonismo a quattro personaggi molto noti tra gli amanti della serie. Te li presentiamo:

Willhelm

In Borderlands 2 è stato uno degli ultimi boss che abbiamo affrontato: metà uomo e metà macchina, una sorta di potentissimo robot gigante che ci ha dato non poco filo da torcere. Cosa lo ha ridotto in quello stato? Nel pre-sequel ce lo racconteranno.

Nisha

Nisha ha fatto la sua comparsa in Borderlands 2 nei panni di sceriffo di Lynchwood. La sua stretta amicizia con Jack il Bello ha radici molto profonde. Nel Pre-Sequel avrà lo stesso potere (e il caratteraccio) del capitolo precedente?

Athena

La Gladiatrice ha fatto la sua prima apparizione come personaggio non selezionabile in “The Secret Armory of General Knoxx”. Athena appartiene a un gruppo di spietate assassine, ma le sue azioni violente hanno più a che fare con una vendetta personale.

Claptrap

Questo ninja assassino, che sembra un incrocio tra R2D2 e Wall-E, ha debuttato come antagonista principale nel DLC “Claptrap’s New Robot Evolution”. Non farti ingannare: dietro al suo aspetto innocente e alla sua loquacità si nasconde una macchina programmata per uccidere.

Da Pandora alla Luna

Ovviamente, le novità di Borderlans: The Pre-Sequel non riguardano solo i personaggi, bensì anche molti aspetti del gameplay. Innanzitutto, il nuovo titolo cambia ambientazione: i nostri antieroi passeranno dal pianeta di Pandora a una delle sue lune.

Grazie all’assenza di gravità della Luna, The Pre-Sequel guadagna una nuova dimensione, quella verticale, che ti consentirà di percorrere in lungo, in largo e in alto questo immenso territorio. Quindi, preparati a salti impossibili, attacchi in altitudine e nemici sconfitti che fluttuano nello spazio.

Tuttavia, le grandi novità nascondo anche qualche svantaggio: sulla Luna non c’è ossigeno, pertanto i personaggi dovranno avere sempre un occhio rivolto al misuratore e, nel caso in cui il respiratore venisse danneggiato, evitare di rimanere senza il preziosissimo gas. Resta da vedere quale sarà lo svantaggio di Claptrap dato che, per quel che ne so, i robot non hanno bisogno di respirare.

Nuove armi e nuovi modi di uccidere

Borderlands e il suo sequel sono caratterizzati dalle grandi quantità di armi e assalti. Questo aspetto verrà ulteriormente migliorato in The Pre-Sequel, almeno secondo le voci che girano.

Una di queste riguarda le armi criogeniche, che ti consentiranno di sparare proiettili che possono trasformare lo stato del bersaglio nel giro di pochi secondi: se spari una volta, l’obiettivo si congelerà, mentre se lo fai ripetutamente formando delle combinazioni, lo ridurrai in piccoli pezzi di ghiaccio. Un’altra opzione, forse più divertente, è sparare una volta e poi distruggerlo con le tue stesse mani.

Oltre alle armi criogeniche, Borderlands: The Pre-Sequel vanterà delle armi laser, che offriranno molti modi creativi di uccidere i tuoi nemici.

“Più piccolo”, ma non così tanto…

In una delle loro prime dichiarazioni, gli sviluppatori di Borderlands: The Pre-Sequel hanno dichiarato che si sarebbe trattato di un gioco più piccolo rispetto a Borderlands 2. Tutto ciò può significare molte cose, da una mappa ridotta a una campagna più breve

In ogni caso, non farti spaventare dall’aggettivo. Con i suoi nuovi personaggi selezionabili e una trama molto elaborata, non credo che Borderlands: The Pre-Sequel sarà significativamente inferiore o incompleto rispetto agli altri titoli. Probabilmente 2K Australia vuole che conteniamo l’emozione perché il prossimo grande Borderlands potrebbe essere più vicino di quel che pensiamo.

È in arrivo qualcosa di grande

Non dimenticarlo: Gearbox, sviluppatore dei primi due giochi e dei suoi DLC , ha preso le distanze dalla creazione di questo titolo per passare il testimone a 2K Australia. In questo capitolo Gearbox si è limitato a dare qualche consiglio, dato che sta lavorando a un nuovo progetto.

L’ultima volta che abbiamo visto qualcosa di simile è stato con Rocksteady Studios e Warner Bros. Montreal. Mentre il primo lavorava segretamente a Batman Arkham Knight, il secondo si occupava del gioco ponte della serie Arkham Origins.

Forse la storia si ripete e, tra un paio d’anni, Gearbox potrebbe sorprenderci con il primo Borderlands per Xbox 720, PS4 e PC di gamma alta.

Cosa nei pensi dei giochi della serie Borderlands?

[Adattamento di un articolo originale di Maria Baeta su Softonic ES]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...