È nato Mega, l’erede di Megaupload

È nato Mega, l’erede di Megaupload

mega

50 GB gratis per tutti e un nuovo sito, destinato a fare la storia. Mega è finalmente online! A un anno esatto dal suo arresto, che ha portato alla chiusura di Megaupload, il controverso impreditore Kim Dotcom torna prepotentemente a far parlare di sé. La nuova creatura partorita dalla mente diabolica e geniale di Kim Dotcom si chiama Mega, mette a disposizione 50 gigabyte di spazio gratuito e promette di dare filo da torcere alla concorrenza, in primis Dropbox.

Ecco come si presenta l’erede di Megaupload.

 

Registrare un account su Mega

registrazione mega

Indirizzo email e un nome utente è tutto quello che serve, creare un account in Mega richiede pochi secondi. Il sito è disponibile in italiano (per impostare la lingua basta cliccare sulla barra di navigazione in alto a destra) ed offre ai visitatori un’interfaccia pulita e lineare.

Navigazione e interfaccia

Ma se registrarsi è semplicissimo, navigare su Mega può essere complicato se non utilizzi Chrome. Una volta effettuata la registrazione, gli utenti vedranno infatti comparire un avviso: “Mega è migliore con Google Chrome“.

browser mega

La schermata principale del File manager è molto intuitiva. Mega supporta il drag and drop e permette di organizzare i file in cartelle facilmente navigabili.

mega3

Storage online

Ogni utente Mega ha a disposizione 50 GB gratis. I profili a pagamento potranno aumentare ulteriormente lo spazio a disposizione, a partire da 9,99 euro al mese (con 500 GB e 1 TB di larghezza di banda), passando per 19,99 euro (2 TB e 4 TB) fino al davvero “mega” profilo Pro III, che per 29,99 € mensili offre 4 TB e 8 TB di banda.

Come Megaupload, ma più sicuro

Il modello di business di Mega si differenza da quello di Megaupload, fondamentalmente per mettere a salvo Kim Dotcom da ulteriori guai con la legge. Mega è infatti protetto da un sistema di criptaggio, per cui solo l’utente che ha caricato un file potrà conoscerne il contenuto. Un brillante escamotage con cui il sito declina ogni responsabilità in merito all’upload di contenuti protetti da diritto d’autore. Inoltre, a differenza di quanto avveniva su Megaupload, gli utenti non potranno guadagnare per i download dei loro file.

Con 100,000 utenti registrati solo nella prima ora dal lancio, Mega si annuncia come un rivale davvero pericoloso per gli altri servizi di storage online.

Sei pronto per provare Mega?

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...