Pubblicità

Articolo

Sopravvivere all’Apocalisse? Basta il tuo smartphone

Laura Ceridono

Pubblicato

app apocalisseE se i Maya avessero ragione?

Be’, allora ti conviene darti da fare, perché dopodomani c’è l’appuntamento con la fine del mondo. Meglio arrivare preparati! Ma poi, di quale Apocalisse stiamo parlando? Potrebbe essere un’epidemia di zombie, una catastrofe naturale o una guerra nucleare. Non bisogna generalizzare in casi come questi. Ma niente panico, Softonic ha la soluzione per te: bastano, come sempre, un paio di app per tirarsi fuori dai guai, anche in caso di Apocalisse.

Ecco le applicazioni di cui non puoi fare a meno durante un cataclisma… Alla faccia dei Maya!

Epidemia di Zombie

epidemia di zombie

L’hai sempre saputo, ne eri sicuro. Hanno detto che eri pazzo, ma si sbagliavano. Tutti gli anni spesi su Resident Evil finalmente si rivelano utili! Se la fine del mondo profetizzata dai Maya sarà un’epidemia di zombie, tutti saranno contaminati… tranne te! E tu lo sai, uno smartphone ben attrezzato è la migliore difesa contro gli zombie!

Tanto per cominciare, dovrai seguire passo passo l’evoluzione dell’epidemia. Ti consigliamo CDC Flu Informant (Android), l’app ufficiale del Dipartimento della Salute degli Stati Uniti. E gli States, si sa, quando si tratta si guerra ai non-morti hanno sempre una marcia in più. Ma, soprattutto, con gli zombie il rischio maggiore è di essere stati contagiati: basta un momento di distrazione e ti trasformi in un non-morto anche tu. Allora hai bisogno di Instant Heart Rate (per iOS e Android), un’app che misura il tuo battito cardiaco attraverso la fotocamera del cellulare. Perché, si sa, gli zombie hanno tante virtù ma zero pulsazioni. E se invece a un certo punto decidessi che, in fondo, essere uno zombie non è poi cosi malaccio? Se vuoi sapere che aspetto avresti da non-morto prova ZombieBooth (iOS, Android)…. potresti stupirti positivamente del risultato!

Catastrofi naturali

catastrofe naturale

I Maya avevano ragione, il cielo ci sta cadendo sulla testa! Ecco la furia degli elementi: vulcani in eruzione, maree impazzite e asteroidi delle dimensioni del Wisconsin che volteggiano sulle nostre teste. Ma noi non ci spaventiamo mica per così poco… teniamo saldi i nervi, e la batteria dello smartphone!

Con Earthquake Alert! (Android) tieni d’occhio le zone a rischio sismico. Ancora meglio, Seismograph, sempre per Android, ti indica le vibrazioni sospette usando l’accelerometro del tuo cellulare. Un tornado ha spazzato via la tua casa come un castello di carte? Almeno non perdere il telefono! Ecco le app per ritrovarlo anche sotto cumuli fumanti di macerie: Trova il mio iPhone oppure Find My Phone per Android. E se un poker di fulmini lascia tutta la tua zona al buio, tu non preoccuparti. Usa Tiny Flashlight per Android o Torcia per iOS. Tra l’altro, una luce in più è sempre comoda per tenere alla larga gli alligatori mutanti. No?

Guerra nucleare

guerra nucleare

E infine il terzo scenario, il più plausibile: PSY, il paffuto cantante coreano, ha rivelato finalmente il suo piano malvagio: conquistare il mondo al suono ipnotico di Gangnam Style, brano capace di abbassare il coefficiente intellettivo di chiunque nel giro di poche note. Saltellanti e instupiditi, ci siamo avviati ballando alla guerra nucleare. E non ce ne siamo neanche accorti.

Ma non tutto è perduto. Con GammaPix (per Android) puoi rilevare eventuali elementi radioattivi grazie alla fotocamera del cellulare. Pensa che colpo di scena se con una semplice app scovassi la bomba nucleare del secolo e salvassi l’umanità! E poi, altro che Radio Londra, adesso per tenere d’occhio le mosse dei nemici (della musica) c’è TuneIn Radio, per Android e iOS.

Un ultimo consiglio: per comunicare in caso di Apocalissi lascia stare WhatsApp, di sicuro il server sarà down per il sovraffollamento. Usa il buon vecchio codice Morse, dal fascino vintage e sempre utile. Eccolo qui per iOS.

Ora hai tutto l’occorrente per trasformare il tuo smartphone in un kit di sopravvivenza per Apocalissi.

E qualunque cosa accada il 21 dicembre, non temere: gli esperti Softonic nel 2013 saranno sempre pronti ad aiutarti a scoprire il miglior software e le migliori app… dal fondo del nostro bunker!

Potrebbe interessarti anche