8 ragioni per usare la navigazione anonima a cui non hai mai pensato

8 ragioni per usare la navigazione anonima a cui non hai mai pensato

La modalità anonima ha più usi di quanto immagini. Ripassiamo alcuni dei più comuni e altri più curiosi e creativi.

La modalità in incognito, o navigazione privata, è presente nella maggior parte dei browser e ti consente di navigare in internet mantenendo l’anonimato. Più o meno.

In questa modalità, le pagine visitate non sono registrate nella cronologia e i cookie non vengono memorizzati. Ecco perché molte persone credono che serve solo per vedere siti per adulti o simili, ma la verità è che ha altri usi interessanti.

In questo articolo ti presentiamo 8 ragioni per usare la navigazione anonima.

Accedere con altri account, senza perdere la tua sessione

Un amico viene a farti visita e vuole dare un’occhiata al suo account di Facebook o a Gmail. Non lasciare che chiuda la tua sessione per accedere alla sua! Piuttosto, apri una nuova finestra con la navigazione privata.

In questo modo non dovrai accedere nuovamente al tuo account e il tuo amico sarà più tranquillo, perché il browser non ricorda le password né la sessione.

Inoltre, questo uso ti sarà molto comodo se disponi di più profili per lo stesso servizio: lascia la sessione aperta per il tuo account abituale e usa la navigazione privata per accedere a quelli secondari.

Navigare fuori casa

La connessione a un computer pubblico è qualcosa di molto normale (internet café, biblioteca, albergo e così via), come lo è scoprire che qualcuno ha dimenticato di uscire da Facebook o dall’email. Poiché non ho nessun interesse nello spiare gli altri, ho sempre chiuso questi profili immediatamente. Tuttavia, non siamo tutti anime pie e qualcuno potrebbe approfittare della svista per farsi quattro risate a scapito del povero distratto.

Per questo, quando sei fuori casa e navighi sul computer di qualcun altro, soprattutto in un luogo pubblico, assicurati di aver abilitato la navigazione privata. In questo modo l’utente successivo non potrà accedere ai tuoi account di posta elettronica o social network.

Inviare moduli con dati riservati

topsecret

La modalità anonima impedisce che i dati riservati restino nel browser (cookie, cronologia, estensioni maligne e così via).

Pertanto, non è una cattiva idea usarla per inviare dei moduli contenti informazioni sensibili, come una gestione bancaria o delle pratiche amministrative. Non deve necessariamente succedere qualcosa, ma prevenire è meglio che curare.

Cercare informazioni su argomenti “sensibili”

Candado

Se devi cercare informazioni su un argomento che non vuoi rendere pubblico, una buona opzione è quella di utilizzare la modalità in incognito.

Ciò è utile, ad esempio, per evitare che i bambini accedano a siti non adatti alla loro età, ai quali potrebbero arrivare accidentalmente attraverso la cronologia di navigazione.

Preparare delle sorprese

Oggi è molto comune acquistare nei negozi online. Se navighiamo in modalità pubblica, tutte le ricerche che abbiamo fatto in questi siti generano annunci correlati che possono essere visualizzati su più pagine. Ad esempio, se stai cercando informazioni relative a crociere, troverai inserzioni affini persino nei siti dei tuoi giornali preferiti.

Se pensi di regalare un viaggio alla tua famiglia, la navigazione pubblica potrebbe rovinarti la sorpresa perché cosparge il web di indizi. Per evitare ciò, usa sempre la modalità privata quando accedi a siti di acquisti, viaggi o aste online.

Acquistare i biglietti aerei al miglior prezzo

Quando navighi su alcune pagine per l’acquisto di biglietti aerei è conveniente usare la modalità in incognito: alcune compagnie aeree variano i prezzi dei voli e i posti disponibili secondo le tue informazioni di navigazione.

Sebbene non si tratti di una pratica diffusa (tra le compagnie c’è senz’altro Ryanair), fai una prova con alcuni siti e rimarrai sorpreso dalla variazione dei prezzi, generalmente inferiori se si naviga in privato.

Navigare sul luogo di lavoro

el jefe

È vero che sul posto di lavoro dovremmo usare internet sono per le cose relative al nostro compito, ma che male c’è se diamo un’occhiata a Facebook o al nostro account email personale?

Probabilmente nessuno, ma è probabile al tuo capo non faccia piacere. La modalità anonima ti consente di stare tranquillo e di non doverti ricordare tutte le volte di cancellare la cronologia o di preoccuparti delle password salvate per sbaglio. Chiudendo la finestra, tutto scompare.

Tieni a mente, però, che alcune aziende hanno dei proxy speciali per evitare la navigazione privata e sono quindi in grado di monitorare quel che fai. Informati perciò sulle politiche aziendali ed evita di abusare di internet per questioni personali.

Provare il tuo sito

cookiesLa modalità anonima è un modo veloce per vedere come funziona un sito senza cookie, strategia molto utile mentre si sta sviluppando una web.

In questo modo potrai vedere come appare la tua pagina quando viene visualizzata da un visitatore che non dispone di un account utente.

Non avere paura della modalità in incognito

Non pensare che la navigazione privata sia riservata a usi marginali o illeciti. Come hai appena visto, offre tantissime possibilità per ottenere il massimo da internet.

Quali altri usi ti vengono in mente per la modalità anonima?

[Adattamento di un articolo originale di Maria Baeta su Softonic ES]

Visualizzazione commenti in corso...