Le principali notizie di software e tecnologia dal 12 al 19 febbraio

Non perderti anche questa settimana le principali notizie del mondo del software e della tecnologia. I grandi player hanno sempre qualcosa da dirci e con cui stupirci! Scopri cos’ha in serbo per noi Google, Facebook, Amazon e via dicendo!

Ecco la nostra carrellata di notizie e novità per la settimana appena trascorsa, dal 12 al 19 febbraio 2016.

La fine di Picasa

Tra un mesetto circa, Google chiuderà l’applicazione di Picasa, lo storico servizio di storage fotografico on the cloud. Una decisione non ben gradita dai tradizionalisti, ma che ha un certo senso vista l’introduzione di Google Photos proprio lo scorso maggio. Chi usa ancora Picasa avrà tempo fino al 16 marzo per migrare le foto a Google Photos o fare un backup.

Fonte. Softonic.com

Facebook Messenger potrebbe iniziare a distribuire pubblicità

È notizia fresca fresca che alcune aziende potrebbero iniziare a inviare annunci pubblicitari ai loro utenti via Facebook Messenger. Non sarà puro spam senza testa né coda. Sembra piuttosto che si tratti di pubblicità personalizzata, a seconda delle chat dell’utente. Se ad esempio hai contattato un’azienda per informazioni tramite Facebook Messenger, ti potrebbero arrivare successive chat promuovendo prodotti o servizi che potrebbero interessarti. La funzionalità non è stata ancora lanciata… facciamo ancora in tempo a lamentarci!

Fonte: The Next Web

Gmail lancia Gmailify

Nonostante Gmail avesse già lanciato da tempo la possibilità di configurare sull’app di Gmail anche account di posta non Gmail, Google introduce opra Gmailify, un sistema che permette alle mail di altri provider di godere di tutte le grandi funzionalità proprie di Gmail. Fra queste la protezione da spam, l’organizzazione della posta in arrivo e l’integrazione con Google Now. Insomma… un Gmail sempre più universale!

Fonte: WebNews

Amazon inizia a distribuire frutta e verdura

Detto in questo modo fa anche sorridere, ma è pura realtà. Dopo l’introduzione in zona Milano di Prime Now, il servizio per lo shopping last minute, Amazon desidererebbe arricchire l’app con l’introduzione del servizio di consegna a domicilio di frutta e verdura in una o due ore massimo, a scelta. Con un importo minimo di 19 euro, la spedizione in un’ora sarà realtà a un costo di 6,90 euro. L’ideale per un’emergenza!

Fonte: laRepubblica

Dettatura su Whatsapp con “Ok Google”

Integrazione in vista tra l’app di ricerca vocale di Google e le principali piattaforme per la comunicazione come WhatsApp su Android. D’ora in avanti sarà possibile scrivere su WhatsApp per Android senza muovere un dito, semplicemente dettando a Ok Google cosa vuoi scrivere. Basta avviare l’app come sempre, dicendo “Ok Google”, e dirle “invia messaggio WhatsApp”, “invia messaggio Hangout”, “invia messaggio Viber” e così via. Quindi cita il nome del destinatario. A seguire potrai dettare il messaggio. Facile no? Basta aggiornare l’app di Google Now.

Fonte: LaStampa

Leggi anche le notizie della settimana scorsa:

Le principali notizie di software e tecnologia dal 6 al 12 febbraio

Visualizzazione commenti in corso...

Ultimi articoli