Pubblicità

Puzzle & Dragons: le chiavi del successo del Candy Crush Saga giapponese

Puzzle & Dragons: le chiavi del successo del Candy Crush Saga giapponese

Puzzle & Dragons è un gioco per cellulari molto di moda in Giappone. Qual è la ragione di questo successo? Ci troviamo di fronte al Candy Crush Saga d’Oriente?

Puzzles & Dragons ha recentemente vinto il Minister of Economy, Trade and Industry Award nel Tokyo Game Show 2013. Questo fatto è degno di nota, essendo la prima volta che un videogioco per smartphone riceve tale premio… tutto ciò vorrà dire qualcosa, non credi?

Puzzles & Dragons ha registrato circa un miliardo di download a livello mondiale, eseguiti principalmente in Giappone, paese in cui il gioco ha origine. Ma quali sono le chiavi del suo successo? Proviamo a decifrarle!

Più di un semplice gioco di puzzle

Nel mercato mobile ci sono centinaia di giochi di puzzle, molti dei quali ispirati a Bejeweled, come Candy Crush Saga. Il gameplay di Puzzle & Dragons è lo stesso, ma offre qualcosa di più.

Giocare con le sue gemme, che si trovano nella parte inferiore dello smartphone o tablet, è un pretesto per superare le sfide in stile RPG (role playing game) della parte superiore dello schermo, nelle quali dovrai combattere dei nemici dotati di diverse proprietà e poteri.

Sarà per questo che il gioco appassiona milioni di utenti di iOS, Android e Kindle Fire?

I puzzle sono un pretesto per vivere un’avventura mitica

Le gemme di un certo colore sbloccano determinati poteri dei tuoi alleati: incantesimi e attacchi che indeboliranno il nemico. Quindi il gioco potrebbe riassumersi nel modo seguente: giochi a Bejeweled per combattere delle battaglie in stile Pokémon in cui, una volta terminate, puoi reclutare nuovi alleati.

Con questo sistema, Puzzle & Dragons unisce due generi molto amati. Da una parte il puzzle, il gioco che funziona meglio sugli smartphone e sui tablet a causa della sua semplicità. Dall’altra, il gioco di ruolo, uno dei generi preferiti in Giappone, un paese che ci ha regalato opere come Final Fantasy o i Pokémon.

Colore e fattore kawaii

Un gioco per smartphone deve essere visivamente accattavivante. Questa regola dev’essere stata un’ispirazione per Gung Ho Online Entertainment, creatori di Puzzle & Dragons. Il gioco sprizza colori da tutte le parti e il disegno anime dei personaggi è spettacolare, un puro stile RPG.

Devi inoltre prendere in considerazione un altro aspetto molto importante in Giappone: il fattore kawaii. Sia i cattivi sia gli alleati sono di fatto “adorabili”, come i Pokemon o i personaggi della popolare saga Disgaea: vorrai combattere i cattivi, ma allo stesso tempo non potrai evitare di provare tenerezza nei loro confronti!

Come accade con Angry Birds, anche la grafica di Puzzle & Dragons è molto riconoscibile: basta vedere il disegno di un uccellino per capire che appartiene all’universo creato da Rovio e lo stesso succede con le streghe, i mostri e i guerrieri del videogame di Gung Ho Online.

I colori e l’estetica anime sono altri vantaggi di Puzzle & Dragons​

Pagare o non pagare… Decidi tu!

Il free to play è un sistema ampiamente accettato dagli utenti mobile: giochi gratuitamente e, se vuoi di più, paghi una piccola somma. Anche Puzzle & Dragons segue questo modello e, sebbene molti utenti giochino senza pagare, molti altri non si sono fatti problemi a versare una somma per avanzare più velocemente nel videogame.

La prova del suo successo la puoi trovare nei dati del 2012: al primo posto nella classifica delle applicazioni a pagamento nell’App Store in Giappone e il primo a livello mondiale nella stessa categoria di Google Play.

Perché la gente paga se può giocare gratuitamente? Per non dover attendere o per avere dei power-up che altrimenti richiedono più tempo di gioco per averli. Forse non è il sistema più economico, ma per molti utenti non suppone nessuno sforzo in cambio di molte ore di divertimento.

Pur essendo gratuito molti utenti pagano volentieri per giocare a Puzzle & Dragons

Un futuro in Occidente?

Come hai visto, le possibili ragioni del successo di Puzzle & Dragons non si discostano da quelle di un qualsiasi gioco occidentale. Allora la domanda sorge spontanea: Puzzle & Dragons trionferà anche in Occidente?

Per ora non sta andando affatto male: dopo essere stato rilasciato negli Stati Uniti alla fine del 2012, nel mese di agosto di quest’anno aveva già raggiunto un milione di download. È vero che non ci si avvicina minimamente ai numeri giapponesi, ma con pazienza e con il declino dai suoi rivali, è possibile che Puzzle & Dragons riesca a migliorare la propria posizione.

Gung Ho Online ha inoltre annunciato che sta preparando lo sbarco del gioco in Europa e in Australia per questo 2013. Sarà il colpo finale per la sua vittoria fuori dal Giappone?

Proverai Puzzle & Dragons quando arriverà in Europa?

[Adattamento di un articolo originale di Maria Baeta su Softonic ES]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...

Pubblicità

Pubblicità

Ultimi articoli

App più scaricate

Pubblicità