Ho abbandonato Duolingo e poi sono tornato sui miei passi. Ti spiego perché.

Ho abbandonato Duolingo e poi sono tornato sui miei passi. Ti spiego perché.

Duolingo è una grande applicazione per imparare le lingue. Cominciai ad usarla con entusiasmo, per poi abbandonarla. Ti spiego perché è stata una decisione sbagliata e perché sono tornato a farmi prendere dalle sue lezioni.

Duolingo ha oltre 25 milioni di utenti. Nel 2013, Apple l’ha nominata app dell’anno e Google l’ha inserita nella lista delle migliori app. Nello store Android ha una valutazione di 4,6 stelle su 5, che per un’app dedicata all’apprendimento delle lingue è un successo clamoroso.

Sì, Duolingo ti insegna le lingue. Se parli spagnolo, ad esempio, con Duolingo puoi apprendere inglese, francese o tedesco. Se parli inglese, le lingue che ti insegna arrivano fino a sei. Ci sono molte combinazioni differenti. E a differenza di altri corsi online e applicazioni di apprendimento, Duolingo è gratuita.

Il successo di Duolingo è dovuto ad un design molto attento e ad un metodo centrato sul divertimento. In Duolingo, le parole e la grammatica si apprendono come se si stesse giocando. Hai sbagliato? Perdi una vita come in Candy Crush. Hai superato con successo dieci lezioni? Riceverai una medaglia.

Non volevo parlare con il telefono in francese

A me, che sono uno studente piuttosto pigro, questo metodo in piccole lezioni con un premio finale mi ha attratto immediatamente. Mi sono buttato a capofitto nell’imparare il francese dal livello elementare. Non ho nemmeno guardato le opzioni: ho aperto Duolingo, mi sono registrato come utente e ho iniziato da zero.

Quando mi sono imbattuto negli esercizi di pronuncia e dettato, la mia reazione è stata di sorpresa. Il cellulare mi parlava in francese e pretendeva che rispondessi in francese. In quel momento mi trovavo in metropolitana: riuscivo a malapena a sentire cosa Duolingo stesse cercando di dirmi di mele rosse e belle donne.

La combinazione tra rumore ambientale e la mia timidezza hanno avuto il sopravvento. Ho fermato la lezione in quel punto ed ho chiuso l’applicazione. Di notte, Duolingo mi ha mandato un avviso: voleva riprendere la lezione. Al mattino, un’altra notifica. Non volevo trovarmi di nuovo a dover pronunciare parole in francese ed in pubblico. Per questo decisi di disinstallarlo.

In realtà non avevo approfondito

Con Duolingo ho commesso un errore da principiante: non sono andato oltre la prima impressione. Mi accorsi di ciò alcune settimane più tardi, quando stavo rivedendo delle applicazioni per apprendere le lingue. Notai che Duolingo ha delle opzioni per l’accessibilità. Con questi pulsanti avrei potuto disabilitare le lezioni di dettatura e di pronuncia tanto odiate.

Nelle stesse opzioni ho scoperto che potevo disattivare i promemoria. Per me fu un sollievo. Sono sicuro che sono efficaci per molte persone, ma nel mio caso erano una seccatura. Potevo usare Duolingo al mio ritmo, senza che l’app mi ricordasse che dovevo completare le lezioni.

Ho anche scoperto che vi è una sezione Amici, che non avevo notato la prima volta che ho usato l’app. La possibilità di invitare amici e parenti e competere con loro ha completamente rivitalizzato il mio modo di usare Duolingo. E mi ha dato una motivazione in più.

Infine, il “negozio” Duolingo, un’altra sezione che avevo completamente ignorato. In cambio di lingotti – la moneta virtuale dell’app – posso cambiare il mio aspetto nel programma e comprare pozioni che restituiscono vite, essenziali per avanzare nei livelli più difficili. Quando ho iniziato a competere con gli amici, tutto cominciava ad avere più senso.

Morale: alle app bisogna dedicarci del tempo

Quello che è mi successo con Duolingo è un esempio di ciò che accade ogni giorno con molte applicazioni, averle provate nel momento sbagliato: in una sala d’attesa, in autobus, in fila al supermercato. Succede anche che non vi dedichiamo abbastanza tempo. Non diamo loro la possibilità di dirci come possono migliorare la nostra vita.

Sono contento di aver riscoperto Duolingo. Il mio primo incontro è stato difficile ed è finito male, ma adesso la sto usando quasi ogni giorno. Se dovessi consigliare a qualcuno un’app per l’apprendimento delle lingue, Duolingo è la mia prima opzione. Ma aggiungerei una considerazione: richiede del tempo.

Quali lingue stai imparando con Duolingo?

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...