Microsoft: vorrei, non vorrei, ma se XP. Corretta la falla di IE per tutti, anche XP

Microsoft: vorrei, non vorrei, ma se XP. Corretta la falla di IE per tutti, anche XP

Avevano detto chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, passate a Windows 8. E invece eccoci qui. A meno di un mese dall’8 aprile, data in cui si è interrotto il supporto a XP, ieri Microsoft ha corretto la vulnerabilità critica di Internet Explorer per tutte le piattaforme… compreso Windows XP. La falla di IE permetteva l’esecuzione remota di codice su siti malevoli. Per XP non era inizialmente previsto il rilascio di alcun aggiornamento di protezione. Gli utenti XP rappresentano ancora il 27,69% del mercato.

E invece, a sorpresa, la patch verrà distribuita a tutti i sistemi operativi, anche a quelli non più supportati… Per spiegare la contraddizione, Microsoft ha dichiarato semplicemente che la falla di Internet Explorer è stata scoperta troppo poco dopo il termine del supporto a XP (l’8 aprile) e che molti utenti non avevano ancora avuto il tempo di passare a un sistema operativo più recente.

Microsoft ha optato per la sicurezza. Una scelta lodevole, ma che rischia di mandare il messaggio sbagliato. Che cosa accadrà se viene scoperta una nuova importante vulnerabilità? Gli utenti XP potrebbero essere tentati di aspettare la clemenza di Microsoft, invece di abbandonare un sistema operativo ora davvero obsoleto, con o senza vulnerabilità…

Via: Microsoft Blog

Leggi anche:

Il wallpaper di XP raccontato in video. Bliss, le colline che hanno fatto la storia

I furti di dati online crescono negli Stati Uniti, ma gli utenti ora sono più consapevoli dei rischi

Segui su Twitter @LauraCeridono

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...