Leggere sull’iPad: come importare libri, articoli e PDF

Leggere sull’iPad: come importare libri, articoli e PDF

Di app per leggere libri, magari gratis è pieno il mondo. Ma le migliori sono solo due: Kindle e iBooks. Ti racconto come le uso per leggere libri, riviste e PDF. Con una piccola sorpresa.

Cosa c’è di più rilassante di un bel libro in cui immergersi o una rivista da sfogliare quando sei disteso su una sdraio in riva al mare, magari con una bibita ghiacciata accanto e la brezza salata che ti accarezza la pelle? Io non vedo l’ora e sto già contando i giorni che mi separano dalle sospirate ferie.

E visto che uno dei modi migliori per far passare il tempo è impiegarlo pensando a programmare le vacanze e le attività con cui riempirai le tue svagate ore di ozio, ho già iniziato a preparare il mio iPad con una montagna di libri, riviste e articoli che non ho avuto il tempo di leggere durante l’anno.

Per tutto questo, un’app sola a me non basta. Ho bisogno di due. Anzi tre. Più un jolly per semplificare l’operazione di spostamento dei libri virtuali da computer a tablet. Che se la matematica non mi inganna fa quattro. Anzi no, cinque! Perché confesso che io leggo ancora Topolino, sotto l’ombrellone, da quando ero bambina. E anche adesso che ho un iPad e ho un paio di decenni di più, non è cambiato niente.

Acquistare e importare libri su Kindle per iPad

Kindle è l’app ideale se preferisci acquistare ebook sull’Amazon Store (dove spesso i prezzi dei libri sono più economici, senza contare che pesano meno!). Purtroppo per adesso puoi acquistare libri in formato Kindle solo da Amazon.com, non da Amazon.it, ma se effettui una ricerca usando le keyword “italian edition” potrai avere un colpo d’occhio su tutti i titoli già disponibili in lingua italiana.

Se hai effettuato il login in Amazon.com con i tuoi dati d’accesso, il sistema riconosce automaticamente tutti i dispositivi su cui hai installato l’app Kindle. Per acquistare un libro e trasferirlo sull’app Kindle per iPad, per esempio, tutto quello che devo fare è scegliere l’opzione più appropriata sotto il pulsante di acquisto come vedi nell’immagine qui sotto:

In pochi secondi, il libro viene trasferito automaticamente sul dispositivo prescelto. Per leggerlo devi solo aprire l’app Kindle.

Esportare ebook ePUB e PDF su iBooks per iPad usando Dropbox

iBooks è l’ebook reader installato di default sul tuo iPad e non è certo da buttare. Io lo trovo ideale per chi ha già dei libri e riviste in PDF e in formato ePUB e vuole organizzarli in maniera pratica in una libreria chiara e intuitiva. Personalmente la procedura che seguo per esportare ebook e PDF sull’iPad è trascinarli in una cartella Dropbox sul mio PC o sul Mac in modo che si sincronizzino online, avviare Dropbox su iPad, aprire il libro o la rivista (se è un ePUB Dropbox ti avviserà che gli è impossibile visualizzare il file, ma tu non ti preoccupare) e poi selezionare il comando Apri in iBooks, come vedi nell’immagine qui in basso:

Dovrai solo aspettare qualche secondo e iBooks importerà il libro o il PDF nella libreria dove potrai organizzarlo come meglio credi.

Kindle è disponibile anche per Android, quindi è l’opzione giusta se vuoi leggere libri su un tablet Android.

Sì… ma è meglio Kindle o iBooks?

Se confrontiamo Kindle e iBooks come lettori di ebook (e non come estore e disponibilità di titoli), Kindle è meglio di iBooks per i lettori appassionati: mentre le opzioni di personalizzazione del formato sono praticamente identiche nelle due app, Kindle supporta più formati (oltre a ePUB e PDF, anche i documenti DOC, DOCX, MOBI, TXT, HTML, e immagini),  include un dizionario (indispensabile se leggi in lingua originale) e tanti utili strumenti per scrivere appunti, evidenziare frasi, condividere citazioni: ti segnala persino quali sono le frasi più sottolineate da altri lettori che hanno acquistato lo stesso libro, offrendoti un’esperienza di lettura “condivisa” che fino ad oggi nessun’altra app ti permette.

iBooks tuttavia è imbattibile per chiarezza dell’interfaccia, specialmente per quanto riguarda la libreria, dove puoi creare le tue raccolte personalizzate e organizzare i libri come ti pare.

Esportare gli articoli dei blog su Instapaper per leggerli offline

Non è finita qui. C’è un’altra app che trovo indispensabile per le mie vacanze sotto l’ombrellone con iPad al seguito: Instapaper.

Se come me sei un appassionato lettore di blog, probabilmente ti troverai con una vasta collezione di articoli interessanti accumulati durante l’anno, ma che non avrai ancora avuto il tempo di leggere. Instapaper è l’app ideale per organizzarli per argomento, visualizzandoli senza pubblicità e altre distrazioni e con la garanzia di averli sempre a tua disposizione, anche quando non c’è una connessione Internet disponibile.

Per usare Instapaper, basta registrare un account gratuito, scaricare il bookmarklet (una sorta di pulsante aggiuntivo per il browser) trascinandolo sulla barra dei segnalibri, e ogni volta che leggi un articolo interessante cliccare sul pulsante per salvarlo su Instapaper (ovviamente devi essere loggato sull’omonima web app). Poi non ti resta che scaricare l’app di Instapaper per iPad e al tuo accesso ecco quello che vedrai:

Come puoi notare, gli articoli vengono visualizzati in un layout molto simile a quello di lettori come iBooks o Kindle, senza banner, immagini o barre di navigazione, e con la possibilità di aggiungere una paginazione o di modificare le dimensioni dei font.

Ma la cosa più interessante di Instapaper, a parte il fatto che gli articoli sono disponibili anche offline, è che puoi organizzarli in liste tematiche (folders), creando così delle vere e proprie raccolte di articoli da leggere tutto d’un fiato o da consultare in futuro:

A questo aggiungi che molti lettori di feed RSS o aggregatori di notizie, ad esempio Flipboard, includono un pulsante Salva su Instapaper, che rende ancora più pratico il salvataggio degli articoli sul tuo account.

Ce n’è abbastanza per aggiungerlo alla tua lista di app indispensabili per iPad. E non solo, perché Instapaper è disponibile anche per Android.

Conclusioni

Con questi consigli spero di averti dato abbastanza idee per iniziare a programmare la tua biblioteca di titoli da portare in vacanza: che si tratti di romanzi, saggi, fumetti, riviste di viaggio o raccolte di articoli poco importa. Gli ebook non pesano e con l’app giusta leggere è sempre un piacere che fa bene alla testa e al cuore.

Le mie app non ti bastano? Dai un’occhiata alle app preferite per leggere su iPad di Pier Francesco!

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...