iOS 8: molto arrosto e solo un po’ di fumo. Ecco cosa cambia davvero per te

Novità per novità, e al di là della propaganda Apple, vediamo cosa porta con sé il nuovo iOS 8 nella vita quotidiana di chi ha uno smartphone o un tablet della Mela.

Da appassionato di prodotti di Cupertino, ho passato gli ultimi due mesi a provare la versione beta di iOS 8 con in mente sempre la stessa domanda: cosa introduce di davvero nuovo nella nostra quotidianità digitale?

Ora, finalmente, il nuovo OS mobile è in dirittura d’arrivo: potremo scaricarlo tutti dal 17 settembre. Ma cosa c’è di veramente utile per noi in iOS 8? Vediamo, tra le tante novità, quelle che davvero ci servono e ci aiutano, e quali no.

Messaggi: addio WhatsApp, Viber, Skype, Snapchat…

L’app di messaggeria è, secondo Apple, la più usata di tutto il corredo software di iOS. Ma fino ad ora copriva solo parte delle esigenze di comunicazione degli utenti.

Per le chat di gruppo si tendeva, magari, a preferire WhatsApp, per inviare foto piccanti Snapchat e, per telefonare gratuitamente, la scelta molto probabilmente cadeva su Viber o Skype.

La bella mossa di Apple con iOS 8 è di soddisfare tutte queste esigenze senza uscire da Messaggi.

Ora puoi infatti usarla per mandare SMS, creare chat di gruppo, registrare messaggi vocali e videomessaggi, mandare gli ormai famosi self destructing messages, accedere alle chiamate audio e video gratis di FaceTime, inviare o condividere la tua posizione.

Messages - vocal messages and video messagesMessaggi vocali e video nell’app Messaggi

Per noi utenti Apple significa che, probabilmente, non avremo bisogno di altro per parlare con chiunque. E avere un’app invece di quattro o cinque è comodo. Basti pensare a quanto questo rende più semplice ritrovare una conversazione che ci serve rileggere.

Tra l’altro, tutti gli allegati che vengono scambiati durante una chat vengono conservati tutti insieme nella chat stessa. Basta toccare Dettagli (Details) in alto a destra e guardare nella sezione Allegati (Attachments). Specialmente nelle chat di gruppo, questo strumento è incredibilmente utile. Prova e vedrai.

Messages - Attachments

Per concludere: chi deciderà di comprare il nuovo iPhone 6 Plus vedrà, in modalità landscape, una doppia colonna, con a sinistra i contatti e a destra i messaggi. Non essenziale, ma piuttosto comodo.

iCloud Drive: la nuvola Apple è finalmente comprensibile

icloud_drive_iconDal punto di vista dell’utente, la vera novità del nuovo iCloud Drive è la chiarezza della struttura e la semplicità e comprensibilità dell’interfaccia.

Il servizio è ora organizzato come un vero e proprio hard disk virtuale, con una struttura navigabile divisa in cartelle, simile a quella di altri servizi della stessa categoria, come Dropbox.

iCloud Drive on OS X Yosemite

La novità non è da poco. Prima iCloud era un servizio in qualche modo fuori dal controllo dell’utente, che aveva uno spazio on the cloud che funzionava in modo quasi totalmente automatico per backup e salvataggio di file online, ma in cui non c’era modo di “curiosare” perché non avevi un accesso diretto ad esso.

Questo significa che non era neppure possibile prendere un file e semplicemente trascinarcelo dentro per averlo sempre disponibile, come in qualunque hard disk on the cloud. E questo faceva sì che tutti noi avessimo difficoltà a capire esattamente come il servizio funzionasse, e cosa potevamo farci e cosa no.

iCloud Drive

Adesso che all’integrazione con OS X e iOS 8 si aggiunge anche questa trasparenza, iCloud Drive potrebbe diventare il servizio di clouding “eletto” da noi utenti Apple.

Ma per esserne certi, e per vedere se può davvero competere con Dropbox e Google Drive, sarà necessario qualche test specifico, di cui presto pubblicheremo i risultati.

Handoff, il cuore di Continuity

continuity_iconContinuity è il nome che ha dato Apple all’integrazione profonda dei suoi  sistemi operativi: iOS, OS X e l’OS dell’Apple Watch, che vedremo sul mercato all’inizio del 2015.

Ma cosa vuol dire questo in soldoni? Che quando hai più di un dispositivo Apple nella stessa stanza o nella stessa casa, sono in costante “ascolto” tra di loro.

E qualunque cosa tu inizi a fare su uno di essi (creare un documento o leggere un articolo su internet o un ebook, per esempio), puoi continuare in qualunque momento su uno qualsiasi degli altri riprendendo esattamente da dove eri arrivato. Il tutto avviene in modo automatico.

Un’altra cosa che puoi fare con Handoff è rispondere al telefono, chiamare o inviare e ricevere messaggi direttamente dal Mac, senza neppure toccare l’iPhone. Se sei pigro o se sei concentrato su ciò a cui stai lavorando, è una comodità.

Siri ti ascolta

siri-iconLa novità sostanziale che troviamo nell’assistente virtuale di Apple è l’attivazione vocale “senza mani”. Quando l’iPhone è connesso a una fonte di alimentazione, se pronunci il comando “Hey Siri” la tua segretaria digitale si attiverà, in attesa dei tuoi ordini.

L’idea dell’attivazione vocale solo in fase di carica è pensata, ad esempio, per quando stai in auto con l’iPhone che funge da computer di bordo, gestendo magari la navigazione GSP con TomTom, le telefonate in entrata e uscita e anche la colonna sonora. In un caso del genere non puoi usare le mani, e così ora puoi usare la voce.

Tastiere custom e buoni suggerimenti

La nuova tastiera di iOS 8 offre un sistema identico a quello di SwiftKey Note: suggerimenti intelligenti che ti aiutano a scrivere più rapidamente, ma non invasivi. Se vuoi usarli, fallo. Sennò scrivi come sempre e vai alla grande.

Keyboard suggestions

Non solo: adesso gli sviluppatori esterni potranno creare tastiere alternative che tu potrai installare e usare al posto di quella di default.

La tastiera di default dell’iPhone 6 Plus, poi, offre dei tasti extra che velocizzano la digitazione, tra cui taglia, copia e incolla.

Insomma: suggerimenti ben fatti (che addirittura si adattano allo stile che stai usando e al destinatario a cui stai scrivendo!), nuovi tasti e personalizzazione. Anche qui Apple segna un punto.

Widget e estensioni: potere e personalizzazione

Alcune app scritte per iOS 8 includeranno un’estensione. In pratica, si tratta di strumenti per aprire un’app all’interno di un’altra, e usarne gli strumenti dall’interno dell’app “ospitante”.

Per esempio, nell’app Fotocamera potrai editare le immagini con gli strumenti di VSCOcam, perché quest’ultima offre un’estensione che ti permette di farlo.

E ci saranno estensioni anche per Safari, che in questo modo ognuno potrà personalizzare come farebbe con gli add-on per Chrome o Firefox per computer desktop.

Per noi utenti questo strumento cambia profondamente il modo di usare l’iPhone e l’iPad, che, a livello di possibilità, si avvicinano così molto più di prima ai computer, senza però perdere la “leggerezza” e comodità dei dispositivi a schermo tattile. Insomma: più potenza, stessa comodità.

I widget, invece, sono estensioni che si installano nel centro notifiche, che grazie ad essi diventa finalmente personalizzabile, e quindi utile. Finora, infatti, quasi nessuno lo usava. Di solito veniva aperto solo per errore e subito richiuso con un moto di stizza. Da ora la storia potrebbe cambiare. Basta dare a questo vecchio servizio una nuova chance.

Per riassumere: widget ed estensioni vogliono dire più potenza e più personalizzazione. Bene anche qui.

Add a widgetAggiungere un nuovo widget è semplice

Salute!

Salute (Health) è una sorta di centro di controllo di tutte le app di fitness, sport, controllo del peso e salute in generale.

Le app collegate ad essa raccoglieranno i dati, ad esempio calorie bruciate, attività fisica praticata, sostanze nutritive assunte e moltissimo altro, e questi verranno presentati sotto forma di grafici che evidenziano l’andamento di ciascun parametro in vista giornaliera, settimanale o mensile.

Health - Screenshots

I nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono anche dotati di un coprocessore dedicato al movimento chiamato M8, che misura anche i cambiamenti di altitudine, e sono quindi quelli più efficaci nel raccogliere informazioni, specie se accoppiati con l’Apple Watch.

È utile quest’app? Dipende. Se usi quotidianamente molte app di questo genere probabilmente sì, e ancor di più se hai problemi di salute e devi tenere alcuni importanti parametri sotto costante controllo.

C’è forse anche un aspetto un po’ maniacale in questa enorme struttura che, potenzialmente, controlla ogni tuo parametro vitale. Ma se metti l’app al tuo servizio (e non te stesso al suo), e se i dati che raccoglie non vengono in alcun modo registrati da nessuno al di fuori del tuo smartphone, allora può essere un buono strumento.

Risposte rapide con le notifiche interattive

Alcune app ti mostrano delle notifiche sullo schermo, e a questo siamo abituati. Un esempio tipico: l’app Messaggi. In iOS 8 però puoi reagire a queste notifiche (per esempio rispondere a un SMS) partendo dalla notifica stessa, che è appunto interattiva.

Una funzione che mi è piaciuta subito, anche perché funziona anche dallo schermo bloccato. Per rispondere ad un messaggio basta trascinarlo verso sinistra e toccare Rispondi (Reply).

Interactive notification - answer

Le notifiche interattive sono sia sullo schermo sbloccato che sul lock screen

La comodità di questo strumento di iOS 8 sta nel fatto che per rispondere a un messaggio o a un’email non devi uscire dall’app che stai usando. E neppure devi sbloccare il telefono se hai il lock screen inserito. Piccole cose che ognuno impara subito ad apprezzare. E a cui poi è seccante rinunciare.

Foto app, Camera app e iCloud Photo Library

Che lo smartphone abbia ormai sostituito la reflex per tanti di noi è un fatto.

Nel caso dell’iPhone, in particolare, questo non stupisce: le ottiche sono buone, le app di terze parti sono un’infinità e l’OS è robusto. Il tutto in poco più di 100 grammi. Che c’è di nuovo quindi per noi “smartografi” nella nuova app Foto di iOS 8?

Tante cose. Una in particolare: delle opzioni di editing davvero utili e non velleitarie, come succede invece in tante app fotografiche.

Camera - Straighten pic

Lo strumento per raddrizzare gli scatti storti dell’app Fotocamera

Grazie ad iCloud, poi, tutti gli scatti e i video sono organizzati per eventi (ad esempio il luogo di scatto) e archiviati automaticamente sul tuo account remoto, che ha un potente motore di ricerca intelligente per ritrovare scatti anche vecchi in un attimo.

Bella anche l’opzione di girare video time lapse, per creare filmati poetici o buffi, e l’opzione slo-mo, che arriva fino a 240 FPS nei due modelli di iPhone 6. Nel complesso, quindi, la nostra vita di fotografi digitali con iOS 8 sarà un po’ più ricca e molto più ordinata.

Multitasking

Split screen multitaskingQuesta novità è interessante per chi ha un iPad, e permette di aprire e di usare due app contemporaneamente, ognuna su metà schermo.

Non sono però totalmente sicuro che uno schermo tutto sommato piccolo come quello di un iPad sia adatto ad ospitare due app allo stesso momento.

Ma questo dipenderà soprattutto da quali siano le due app in questione. Per ora non ho ancora trovato un’accoppiata convincente, ma non escludo che ci sia. E non smetterò di cercare.

Comunque, in generale, è meglio avere una funzione in più che averne una di meno. Poi si vedrà.

In famiglia: ma di che famiglia parliamo?

Questa nuova funzione permette di creare una sorta di account Apple familiare per condividere tra tutti i membri le app, la musica e i libri acquistati, i calendari e le foto scattate con i rispettivi dispositivi iOS.

Family SharingL’inizio del processo di setup di Family Sharing

I genitori hanno anche la possibilità di accettare o meno in tempo reale gli acquisti sull’iTunes store fatti dai figli, e localizzare questi ultimi in qualunque momento su una mappa.

Questo servizio mi ha suscitato però una domanda: esiste davvero una famiglia in cui un giovane padre e una giovane madre condividono uno stesso album fotografico o gli stessi libri con due figli preadolescenti, e in cui i pargoli posseggano ciascuno un costosissimo iPhone o iPad?

Credo che la risposta sia no. Per questo non ho apprezzato particolarmente né la novità, né il tentativo di proporci questo surreale modello familiare.

I contatti preferiti a portata di… doppio click!

In iOS 8 puoi creare una lista di persone che chiami più spesso, o con cui chatti più spesso, e trasformare questi contatti in preferiti.

Per visualizzare questa lista basta fare doppio click sul tasto Home dell’iPhone i iPad, e la vedrai nella parte alta dello schermo.

Add a contact to favorites

Assieme ai preferiti appariranno anche i contatti chiamati recentemente. Con questa comodità in più, la maggior parte di noi non aprirà più la rubrica. Ottima idea.

iOS trucco per trucco

Per finire, il nuovo OS mobile offre anche una simpatica app: Suggerimenti (Tips). Ogni settimana ci troverai piccoli trucchi per imparare ad usare iOS 8. Serve a tutti ed è fatta bene.

Tips

Insomma: installalo

Quindi, iOS 8: promosso o bocciato? Be’, promosso, decisamente. Con questo aggiornamento di iOS, Apple è riuscita nella stessa piccola impresa compiuta nel passaggio da Lion a Mountain Lion, in cui trasformò un ottimo sistema operativo in uno irresistibile.

Quindi, consiglio a tutti gli utenti che hanno un iPhone, iPad o iPod touch compatibile col nuovo iOS 8, di installarlo appena sarà disponibile, il 17 di settembre, e di godersi le belle novità (tante) perdonandogli le pecche (non tante).

Se sei anche un utente Mac, starai di certo aspettando l’uscita di OS X 10.10 Yosemite. Ecco quali novità interessanti per noi “melisti porterà con sé.

Seguimi su Google+

Visualizzazione commenti in corso...