FIFA 15: l’anteprima trasmette emozioni e nuove sensazioni

FIFA 15: l’anteprima trasmette emozioni e nuove sensazioni

Lo stadio Vincente Calderón è stato il luogo prescelto da Electronic Arts per il primo giro di presentazione del nuovo FIFA 15. I produttori del gioco, Nich ChannonSebastián Enrique, hanno mostrato le principali novità riguardanti la grafica, i comandi e l’intelligenza artificiale del simulatore di calcio per eccellenza.

Attenzione: FIFA 15 è ora disponibile per il download.

FIFA 15 è davvero un passo avanti rispetto a FIFA 14? Tutti i giornalisti ci siamo posti la stessa domanda e, dopo la presentazione, la nostra risposta è stata: Sì! Anche quest’anno EA è riuscito a sorprenderci, ma non nel modo spettacolare che forse ti aspetteresti: le novità di FIFA 15 riguardano la struttura, l’intelligenza artificiale e la simulazione di calcio da un punto di vista più concettuale che fisico.

Ovviamente vedrai dei grandi miglioramenti nella grafica e nelle filigrane visive (questo è il secondo FIFA di nuova generazione), ma è scavando sotto la superficie che scoprirai delle novità che, seppur meno evidenti, sono forse ancora più importanti.

Emozione e intensità

La presentazione di FIFA 15 ha messo in chiaro che il nuovo capitolo della serie darà maggior rilievo alle emozioni. Il gioco disporrà di un nuovo livello di simulazione chiamato “Emozione e intensità” situato al di sotto di tutto ciò che è tangibile (comandi, grafica, modalità di gioco e così via). Non è qualcosa di visibile, bensì una serie di tecniche in grado di ricreare quel sentimento che nasce da una partita di calcio.

Forse quello che mi ha sorpreso di più è stata la nuova intelligenza artificiale, che controlla le emozioni dei 22 giocatori in campo. Grazie a questo “motore delle emozioni” le interazioni dei giocatori sono governate dalla relazione causa-effetto. Ad esempio, quando un difensore marca a uomo un attaccante e gli dà qualche calcio, quest’ultimo si arrabbia e l’atteggiamento di entrambi si surriscalderà fino a diventare più aggressivo.

Lo stesso vale per i successi e i fallimenti all’interno della squadra: se il portiere non ha una buona giornata e commette molti errori, i compagni inizieranno a criticarlo e lamentarsi, gesticolando o gridando.

Nota che questa “IA delle emozioni” riguarda solo la presentazione visiva del gioco: l’atteggiamento positivo o negativo non cambia le statistiche dei calciatori, che giocheranno in base al loro livello.

L’emozione generale è inoltre incrementata dai tifosi: nella nuova versione le curve si riempiono con i colori, i movimenti e i suoni dei cori e dei balli dei tifosi, che riproducono quelli reali. Sotto questo aspetto, FIFA 15 è il gioco di sport più impressionante che ho visto finora e forse, per la prima volta nella storia, le curve sembrano davvero quelle della domenica allo stadio.

Grafica migliorata

Sebbene di anno in anno l’aspetto visivo non subisca dei grandi miglioramenti, nessuno può dire che sia sempre alla stesso punto. Questo è il secondo anno di FIFA per le console di nuova generazione e le modifiche introdotte sono quelle che tutti ci aspettiamo.

La rappresentazione dei giocatori è più naturale, più umana; le animazioni sono migliorate notevolmente e hanno dato una dimensione più realistica al gioco: grazie alle micro-transizioni, i giocatori fanno più mosse e i movimenti sono più fluidi, facilitando così il controllo con il joystick.

Tuttavia, se dovessi scegliere due aspetti che mi hanno colpito di più, questi sarebbero: il nuovo sistema di illuminazione e il prato dinamico. In questa nuova versione i giochi di luce e ombra sono molto più realistici e l’effetto televisione risalta i colori e li rende più brillanti.

Per quanto riguarda l’erba del campo, ecco l’arrivo di un nuovo sistema di deterioramento dinamico: ogni passo, caduta, scivolata o tiro in porta si ripercuote sul prato. Questa reazione è immediata e precisa: il campo non si deteriora “più o meno” a seconda di quel che fa il giocatore, bensì cambia esattamente come avverrebbe nella vita reale.

Oltre a questi dettagli, ci si può aspettare un livello visivo di ultima generazione: gli effetti atmosferici sono molto realistici, come anche il campo pieno di fango e i giocatori che scivolano su di esso, la nebbia che si combina con il sistema di illuminazione, la nuova fisica del pallone… insomma, tanti piccoli miglioramenti che rendono FIFA 15 uno dei giochi di sport più spettacolari di tutti i tempi.

Intelligenza artificiale

Non potevano mancare i miglioramenti nell’intelligenza artificiale per rendere questa simulazione ancora più realistica. Quest’anno gli sviluppatori si sono concentrati sull’intelligenza di squadra: i calciatori non sono più dei giocatori a sé stanti, bensì fanno parte di un gruppo e hanno una visione generale dell’evoluzione della partita. In questo modo, se sono in vantaggio e manca poco alla fine del match, possono decidere autonomamente di fare un catenaccio. Se invece stanno perdendo, iniziano ad attaccare con più grinta, con il rischio però di trascurare la difesa.

Questo di per sé non è nuovo, ma la fluidità con cui avviene è innovativa. Il gioco pensa per sé, comprende la partita, calcola i vantaggi e gli svantaggi, gioca seguendo delle tattiche e lo fa come un essere umano. Le partite in solitario (contro il computer) diventeranno così più interessanti, mentre quelle contro gli amici saranno più impegnative.

Controllo del giocatore

Sebbene FIFA 15 includa molte nuove animazioni che potrebbero farti pensare a un gioco più “lento” e “pesante”, in verità è tutto l’opposto. Le partite che ho potuto giocare durante la presentazione mi hanno tolto ogni dubbio sul controllo, che si è dimostrato rapido e preciso: grazie alle micro-animazioni, ho potuto muovere i giocatori con più facilità e il controllo del pallone era più realistico.

Un altro grande cambiamento riguarda lo stile dei calciatori: nella vita reale, ogni giocatore ha le proprie caratteristiche di gioco, giusto? Anche nel videogame il modo in cui ci si muove, si calcia il pallone, si scarta e così via, cambierà di calciatore in calciatore. Caratteristiche che dovrai considerare quando passi da un giocatore all’altro.

Infine, non potevano mancare i cambiamenti alla fisica del pallone, che ora si muove e gira in aria in modo più realistico.

Maggiori dettagli nel mese di agosto

Queste sono state le prime anticipazioni su uno dei giochi più attesi dell’anno, ma Electronic Arts ha promesso di rivelare maggiori dettagli nel mese di agosto. Attualmente lo sviluppo di FIFA 15 si trova al 50-60%, quindi ci vorrà ancora un bel po’ di lavoro per completarlo.

Questo è il motivo per cui restano ancora sconosciuti i dettagli riguardanti le modalità di gioco, le licenze e i campionati. Quello che sappiamo è che tornerà la modalità Ultimate Team, questa volta con 40 Golden Pack distribuiti in 40 settimane.

Vuoi saperne di più su FIFA 15? Leggi la nostra intervista al produttore Sebastián Enrique!

[Adattamento di un articolo originale di Raúl Pérez su Softonic ES]

  • Link copiato!
Visualizzazione commenti in corso...