Facebook Graph Search: 5 consigli per proteggere la privacy

Facebook Graph Search: 5 consigli per proteggere la privacy

Il famoso social network ha appena lanciato il proprio motore di ricerca: Facebook Graph Search. Presentato come “un tool per accedere a quello che le persone hanno condiviso con te”, è sicuramente un utile strumento di ricerca ma anche una minaccia per la privacy: come mettere al sicuro i propri dati?

In questo articolo ti diamo 5 consigli per proteggere la tua privacy dal nuovo motore social Facebook Graph Search. Grazie a questo search engine sarà infatti molto più facile trovare le informazioni e le foto che hai condiviso con i tuoi amici. E sarà molto più facile anche per gli altri.

Per adesso le nuove funzioni di ricerca di Facebook sono disponibili solo negli Stati Uniti, ma bastano alcuni piccoli accorgimenti puoi mettere al sicuro i tuoi dati prima che arrivi anche in Italia. Ecco come fare!

1. Leggi le informazioni sulla privacy di Facebook Graph Search

Facebook ha già reso disponibile una pagina che spiega come funziona la privacy con Graph Search e quali contenuti saranno visibili agli altri utenti. Per prima cosa, leggi quindi la pagina in italiano sulla ricerca tra le connessioni di Facebook.

Facebook ha anche reso disponibile un video in inglese:


2. Gestisci il registro attività

Per sapere ciò che i tuoi amici potranno vedere con Graph Search, vai sul tuo profilo personale e clicca in alto a destra su Registro attività.

Nella finestra che si apre troverai tutta la tua attività su Facebook: like, richieste di amicizia, commenti, immagini, status e post, tutte informazioni con cui puoi essere rintracciato su Graph Search. Dal menu di sinistra puoi filtrare per categoria (foto, mi piace, etc.) e gestire la visibilità di ogni attività.

3. Controlla l’autorizzazione alle applicazioni

Probabilmente avrai consentito a diverse applicazioni di interagire con il tuo account Facebook. Allora, oltre a eliminare quelle che non usi più o che non ti ricordi di aver autorizzato, puoi cambiare le impostazioni di visibilità e nasconderle agli amici. Per farlo vai su Impostazioni privacy nel tuo profilo.

Clicca poi su Applicazioni nella colonna di sinistra e poi sul menu Post pubblicati a tuo nome. Se non vuoi che i tuoi contatti possano vedere i post delle applicazioni clicca su Solo io.

4. Filtra foto e post in cui sei taggato

Pubblicare foto imbarazzanti e compromettenti è uno degli hobby preferiti degli utenti di Facebook e Graph Search permetterà di cercare anche tra le immagini. Dato che abbiamo almeno uno dei nostri amici a cui piace questo passatempo, meglio controllare un’immagine in cui sei taggato prima che venga resa pubblica.

Per poter filtrare i tag, vai su Impostazioni della privacy e clicca su Diario e aggiunta tag nella colonna di sinistra. Nella colonna centrale, nel terzo riquadro a partire dall’alto, clicca su Vuoi controllare i tag aggiunti dalle persone ai tuoi post prima che siano visibili su Facebook? e poi dal menu a tendina seleziona .

5. Cosa hai scritto nelle “Informazioni”?

La sezione Informazioni diviene particolarmente importante con il nuovo motore di ricerca di Facebook Graph Serch. Visibile a tutti, rappresenta la didascalia del tuo Diario di Facebook.

Sotto alla tua foto profilo trovi il link per accedere alla pagina con i dati visibili agli altri utenti. Città in cui vivi, familiari, stato sentimentale, scuola e indirizzi di contatto sono tutte informazioni che aiutano gli altri a rintracciarti o, ad esempio, a renderti interessante a persone in cerca dell’anima gemella.

Se decidi di rendere pubbliche le tue esperienze professionali, invece, sarai rintracciabile più facilmente da aziende che cercano personale da assumere. E chissà che Facebook non diventi anche un concorrente di LinkedIn?

Pensi che Facebook Graph sia un utile strumento o una minaccia per la privacy?

[Via OnSoftware FR]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...