Dumped. Essere mollati e sopravvivere online

Dumped. Essere mollati e sopravvivere online

Dumped: lasciarsi in reteComplimenti, sei stato mollato! È un’occasione unica per compiere un viaggio dentro se stessi, e crescere. Certo, come no. Nel frattempo però sei disperato.

L’abbandono è ancora più duro quando le tracce del tuo perduto amore sono conservate, diaboliche, nella rete. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore? Impossibile, quando il tuo ex straripa da Facebook, Twitter e da qualsiasi angolo digitale che un tempo vi vedeva uniti e felici.

Animo! È dura, ma ecco alcuni piccoli accorgimenti per lenire il dolore: puoi cancellarlo dai tuoi risultati di ricerca, puoi nasconderlo da Facebook, puoi usare l’iPhone per non incontrarlo al bar, puoi salvarti dalle gaffe su Gmail. E poi? Puoi rimorchiare online.

Al resto ci penserà il tempo. È ancora un galantuomo, lui.

Se mi lasci ti cancello

Ex-blocker

Se non dalla tua memoria (a quello ancora non ci siamo arrivati) puoi disinstallare il tuo ex da internet con un piccolo ma volenteroso addon per Firefox che cancella dalla rete nome e cognome di chi ti ha impunemente spezzato il cuore. Ogni volta che inciamperai nel nome del tuo ex (per esempio su Facebook, Twitter, nelle ricerche su Google e quant’altro), questo sarà sostituito automaticamente da un sobrio spazio bianco. Poco efficace se il tuo perduto amore si chiama Michele Rossi o Maria Bianchi, ma è comunque un buon inizio.

Il muro del pianto

FacebookLa soluzione è semplice: devi evitare in ogni modo di ritrovarti davanti alla versione digitale del tuo ex. Questo vuol dire cancellarlo, ma senza passare per rancoroso. E se disintossicarsi dai suoi cinguettii su Twitter è facile e discreto (basta un click su “smetti di seguire”) con Facebook la questione è molto più spinosa. Puoi rimuoverlo dagli amici, è chiaro. Un click e via: non potrai più spiare i movimenti di quella tipa che all’improvviso spunta in tutte le foto, non potrai più arrabbiarti quando posta messaggi come “ah, che serata fantastica ieri sera” e non potrai più singhiozzare guardando per la centesima volta i suoi album di foto.

Cancellare funziona. Ma cancellare ti rende anche, automaticamente, l’odioso ex, quello livido di rancore, triste e lievemente ridicolo. Per chi vuole ostentare un certo compassato self-control e fingere che vada tutto bene bisogna stringere i denti, fare finta di niente e rimanere “amici” su Facebook (e procurarsi dosi massicce di Malox).

nascondere dalla bachecaUna soluzione più sottile ma altrettanto efficace è quella di cancellarlo dal muro. Appena lo svergognato abbandonatore pubblicherà qualcosa ti basterà cliccare sulla crocetta che appare in home page accanto al suo nome e selezionare “Nascondi tutti i post di…”. Da quel momento in poi non riceverai più i suoi aggiornamenti di status, non vedrai quando viene taggato in una foto, non saprai che canzone sta ascoltando su YouTube. Insomma, sarà a tutti gli effetti come averlo cancellato, ma con più stile.

Ah, ovviamente questo vale anche per gli amici in comune, basta nasconderli, non c’è bisogno di cancellarli (che colpa hanno, loro?). E ricordati di prestare attenzione ai tuoi status. Se vuoi simulare un olimpico distacco dalla vicenda, evita di postare messaggi tristi e sconsolati (specialmente durante il week-end). Va tutto bene, no?

Due cuori e un iPhone

FoursquareSe sia tu che il tuo ex siete due assidui consumatori di tecnologia, le cose si complicano. Gli abbandoni fra geek sono infatti costellati di servizi ai quali entrambe eravate abbonati e applicazioni per smartphone che comunicano constantemente all’uno la posizione dell’altro. Un flusso constante di informazioni e update che ora serve solo a confermarti che sei stato scaricato, su ogni piattaforma esistente. Ci vorrà un po’, ma se sei un geek dal cuore spezzato dovrai prenderti la briga di cancellare il tuo ex da ognuno di questi servizi. Se entrambi usate Foursquare, buone notizie: Avoidr ti permette di segnalare alcuni amici di Fourquare come persone che non vuoi incontrare Un buon modo per evitare incontri spiacevoli al “solito” bar dove entrambi prendevate il cappucino la domenica mattina. E cambia bar, già che ci sei.

E volevo aggiungere che…

Lo so, le buone intenzioni ci sono tutte. Ma poi arriva sempre quel momento lì. Il rancoroso, patetico, tristissimo momento in cui scriviamo la mail che la nostra parte razionale sta cercando a tutti i costi di impedirci di scrivere ma che il nostro confuso, spezzato, irrazionalissimo cuore vuole proprio scrivere. La mail all’ex. Avverrà probabilmente di notte, quando l’insonnia non ti lascia dormire e quando il vino che ti hanno fatto bere gli amici per tirarti su il morale ti avrà reso più depresso ma con meno freni inibitori.

Non c’è nulla che io possa fare per impedire quel momento. Posso però suggerirti di installare due piccoli plugin di Gmail che potranno essere di aiuto quando il fatidico momento dell’email si avvicina.

Dal menu impostazioni di Gmail accedi alla sezione Labs. Da lì seleziona la voce “Annulla invio” e “Filtro anti-gaffe”.

La prima funzione di permette di bloccare l’invio di una mail selezionando Annulla entro qualche secondo da quando hai premuto il tasto Invia. Utile per ripensamenti repentini o se, un secondo dopo aver premuto Invio, ti rendi conto di aver commesso errori (se proprio devi mandare una mail dove ti renderai ridicolo, almeno assicurati che sia scritta in un buon italiano!).

gmail

La seconda funzione si attiva quando cerchi di inviare un’email a notte inoltrata. Gmail allora ti impone di risolvere dei calcoli matematici prima di poter premere invio. Un buon tempo extra per ripensare se è davvero il caso di premere invio (e/o se è arrivato il momento di ripassare le tabelline).

70 battiti al minuto

Hai pianto, hai portato il lutto del perduto amore, hai mandato email ridicole, hai finto indifferenza e ora… Il tempo è passato. Non te ne sei neanche accorto, ma sei guarito. È il bello dei cuori infranti: prima o poi, quando meno te lo aspetti, ricominciano a battere.

Ora sei pronto per ributtarti nella mischia, e cosa c’è di meglio per seppellire antichi dolori che innamorarsi di nuovo? Rinnova il tuo look anche in rete, aggiorna la tua foto profilo ad una sorridente e rinnovata versione di te stesso, magari usando un fotomontaggio divertente o una fototessera originale.

Puoi usare i nostri consigli per rimorchiare online (e facci sapere poi come è andata!) oppure corteggiare qualcuno dei tuoi contatti Facebook.
Hai puntato qualcuno ma è già impegnato? Non perdere le speranze, i fidanzamenti vanno e vengono. Usa questo plugin di Facebook per essere avvisato quando la persona che ti interessa cambia status sentimentale.

E buona fortuna!

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...