I migliori programmi per duplicare lo schermo di iPhone, iPad e iPod su PC e Mac

I migliori programmi per duplicare lo schermo di iPhone, iPad e iPod su PC e Mac

Con i software giusti clonare i contenuti dello schermo di iPhone, iPod e iPad su Windows e Mac sarà facilissimo. Quest’operazione ti permette di risparmiare sull’acquisto di costosi adattatori e consente di creare video dalle app o preparare delle presentazioni.

Questa comparativa mostra i punti di forza e di debolezza dei migliori programmi software presenti sul mercato per duplicare lo schermo del vostro iPhone, iPad e iPod Touch.

Clonare lo schermo con AirPlay

Il principio di funzionamento dei programmi descritti, AirServer (Windows, Mac), Reflector (Windows, Mac) e X-Mirage (Mac), è paragonabile a quello di un apparecchio radiofonico e di un ricevitore.

In seguito all’installazione di uno dei programmi testati, il computer si è trasformato in un ricevitore, che rimane in attesa di ricevere flussi di dati trasmessi da AirPlay, il protocollo di streaming wireless di Apple.

Per trasformare un iPhone, un iPad o un iPod in un trasmettitore basta semplicemente strisciare con il dito dal bordo inferiore dello schermo verso l’alto e toccare l’icona di AirPlay corrispondente al nome del computer che è stato rilevato. Dalla finestra di AirPlay puoi attivare la sincronizzazione dello schermo, quindi tutto ciò che viene visualizzato sullo schermo verrà inviato al ricevitore, ossia al computer.

Per utilizzare AirPlay non dovrai installare nessuna altra app sul tuo dispositivo mobile. Su richiesta, è possibile proteggere mediante una password il collegamento a tutti i programmi del test.

Grazie ad AirPlay non è più necessario utilizzare adattatore e, di conseguenza, il groviglio di fili cui siamo abituati diventa un lontano ricordo. In ogni caso, è necessario che il dispositivo mobile e il computer siano collegati alla stessa rete wireless.

Prima configurazione

La prima configurazione è molto semplice: basta installare il programma per Windows o Mac e attivare AirPlay sul dispositivo mobile. Nel caso di AirServer è molto intuitivo. Dopo l’avvio, sullo schermo non viene visualizzata alcuna informazione: nessun messaggio, nessun menu, niente di niente, ad eccezione di un’icona invisibile che ti farà presagire che AirServer è pronto per l’uso. Invece, Reflector e X-Mirage guidano l’utente mediante tutorial introduttivi contenenti consigli utili per il primo avvio.

Tutorial di X-Mirage

X-Mirage (nell’immagine) e Reflector offrono brevi tutorial di facile comprensione, che supportano l’utente durante la prima configurazione.

In AirServer è possibile applicare dei filtri per modificare la qualità dell’immagine. Eppure, il risultato della preconfigurazione non è del tutto convincente e restituisce immagini a risoluzione eccessiva. È consigliabile, quindi, disattivare tutti i filtri.

Visualizzazione simultanea di più dispositivi

AirServer, Reflector e X-Mirage sono in grado di collegarsi a tutti gli iPhone, iPad o iPod che desideri. Sul computer i display verranno visualizzati uno accanto all’altro. La velocità della rete WiFi locale e le prestazioni del computer limitano il numero dei trasferimenti simultanei possibili. Una volta raggiunto il limite l’acquisizione si blocca automaticamente.

Reflector

Collegando simultaneamente più dispositivi, i programmi visualizzano gli schermi uno di fianco all’altro. Reflector (nell’immagine) riproduce anche una cornice, realistica e adattabile, del dispositivo.

Reflector è il programma che raggiunge il limite più rapidamente degli altri, anche se si è distinto come l’unica applicazione che, in fase di test, ha visualizzato l’immagine clonata del dispositivo racchiusa in una cornice simile a quella reale. AirServer e X-Mirage riescono ad acquisire in modo fluido il display di più dispositivi mobili anche su computer meno potenti.

Supporto di giochi

Il mirroring delle app dei giochi sul computer avviene in modo fluido e senza ritardi. Tuttavia le perdite di pacchetti determinano talvolta un avanzamento a singhiozzo. Nonostante i tre programmi utilizzino tutti il medesimo percorso di trasferimento, X-Mirage e AirServer sono meno soggetti a interruzioni rispetto a Reflector. Per tutti, comunque, è necessario mettere in conto occasionali rallentamenti.

Registrazione di video con AirPlay

Tutti e tre i software sono in grado di salvare gli schermi clonati su Mac sotto forma di video. Per Windows al momento l’unica applicazione che supporta la registrazione di video è Reflector. AirServer ha previsto una funzione corrispondente per Windows da implementare con un futuro update. Mentre X-Mirage, al momento, è disponibile solo per Mac.

Proprio sulla funzionalità di registrazione video si separa il grano dalla pula: AirServer è infatti l’unico programma in grado di salvare video mediante il codec Apple ProRes quasi senza perdite. Tutti gli altri, invece, si limitano a una semplice conversione dei video. La seconda procedura comporta necessariamente una perdita di qualità e complica l’elaborazione e il montaggio del video.

La risoluzione delle registrazioni compresse di AirServer è leggermente superiore rispetto ai video che si ottengono con X-Mirage. Mentre quelli creati con Reflector si attestano purtroppo all’ultimo posto: infatti, la possibilità di inserire la cornice anche nel video non compensa affatto le perdite di qualità a livello di risoluzione.

Anche la stabilità e il profilo di usabilità della registrazione video varia: in Reflector la registrazione si è interrotta più volte, mentre X-Mirage confonde l’utente con un menu di esportazione incomprensibile.

Airplay - Registrazioni

Il menu di esportazione della registrazione video di X-Mirage (a sinistra) è piuttosto confuso, mentre quello di Reflector (in alto a destra) e di AirServer (in basso a destra) si concentrano sull’essenziale.

Risparmia sull’acquisto di hardware costoso

C’è una cosa che le applicazioni Airplay proprio non riescono a fare: miracoli. Durante il mirroring del display di iPad, iPhone e iPad sul PC, infatti, hanno originato vari tipi di errori, come fluttuazioni nella rete senza fili oppure prestazioni limitate dovute alle caratteristiche di ogni singolo computer.

L’applicazione di AirPlay, AirServer, si è rivelata la meno soggetta a problemi di questo tipo e la più adatta per la copia dei giochi rispetto alle altre. Durante il test, è stata in grado di eseguire trasferimenti in modo fluido e di registrare i video di migliore qualità.

X-Mirage la segue da vicino: l’unica cosa che il produttore deve ancora migliorare in questo caso è il menu per l’esportazione dei video, che per ora è piuttosto confuso.

Infine, secondo i risultati emersi dal test, Reflector è il programma che assorbe più energia e che restituisce video a bassa risoluzione. Questo software punta soprattutto sul fatto di essere l’unico a riprodurre una cornice realistica del dispositivo perfino nei video.

Scarica AirServer per Mac/Windows

Scarica Reflector per Mac/Windows

Scarica X-Mirage per Mac


[Adattamento di un articolo originale di Jan-Hendrik Fleischer su Softonic DE]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...