Dimmi che email hai e ti dirò chi sei

Gmail, Yahoo!, Outlook e AOL. Quattro email, quattro personalità diverse. Tribù molto tipiche e ben definite, delle quali anche tu fai parte. Scopriamo come “sei”.

Quattro e-mail, quattro utenti tipici

A volte vediamo un @yahoo.com e, senza aver conosciuto la persona, sappiamo che gli piace controllare spesso che tempo fa. Se poi troviamo un @outlook.com, senz’altro ci troveremo di fronte a un fan di Windows. Ovviamente si tratta di stereotipi, ma è vero che alcuni account di posta elettronica sembrano avere maggiormente un tipo specifico di utente. Ci sono delle prove a dimostrarlo.

Con l’aiuto del nostro team di ricostruzione di identità, abbiamo creato quattro identikit di utenti tipici: Gmail, Yahoo, Outlook (Hotmail) e Aol. Se non rientri in nessuno di loro, non ti arrabbiare e non ti sorprendere: il suo unico scopo è farti divertire e farti pensare ai target di alcuni servizi.

Gmail: Maurice, il geek della personalizzazione

Quarantadue schede in tre finestre di Chrome. Gmail è solo una di queste e il suo aspetto non potrebbe essere più complesso: il suo proprietario, Maurice, ha organizzato tutta la posta con delle etichette colorate. Gli piace avere la sua vita digitale sotto controllo: “ho più di cinquanta regole per filtrare la posta”, dice con orgoglio mentre si sistema i Google glass. Appeso al muro, uno slogan: “Se non puoi personalizzarlo, non ne vale la pena”.

Questa è la ragione per cui Maurice ha scelto Gmail dopo anni di posta elettronica POP: “Gmail è l’applicazione più intelligente che abbia mai usato. La sua interfaccia è semplice, però indagando un po’ scopri una certa complessità”. La sua predilezione per le applicazioni intelligenti e personalizzabili si riflette anche nella scelta del sistema operativo del telefono, ovvero Android: “La perfetta integrazione con Gmail è una ragione sufficiente per usarlo”.

Un consiglio per Maurice: provare il supporto IMAP con Thunderbird

Molto presto l’applicazione di posta per Android inizierà a visualizzare la pubblicità. Se come a Maurice, anche a te questa cosa non piace, è meglio attivare il supporto IMAP e usare Thunderbird.

Outlook: Albert, il giocherellone

Windows, Windows Phone, Xbox… La vita di Albert ruota intorno a Microsoft. Usa quotidianamente le applicazioni del Windows Store per Windows 8. Il suo account email, naturalmente, è Outlook e ce l’ha dal 1999, ovvero da quando ha aperto il suo account di Hotmail.
Albert, che era un appassionato di Messenger, adesso usa Skype per parlare con i suoi amici dal tablet Surface.

“Per me, Outlook è una parte essenziale dell’esperienza Windows. Non posso vivere senza”. Ed è vero. Con il suo account Microsoft fa di tutto: gioca, archivia i file su SkyDrive e installa le applicazioni Metro. Outlook è attualmente l’unico servizio di posta elettronica gratuito che analizza il contenuto dei messaggi con scopi pubblicitari . “Hotmail è sempre stata l’email più affidabile e sicura”, dice sorridendo.

Un consiglio per Albert: fare il passo verso Outlook 2013

Come grande appassionato di Windows 8, SkyDrive e Outlook, il salto naturale è quello di eseguire l’aggiornamento a Outlook 2013, forse il miglior client di posta elettronica per il desktop. E tra l’altro, potrebbe anche passare a Office 2013.

Yahoo! Mail: Iris, una ragazza alla moda

Sono le sette di mattina a casa di Iris. Sta facendo colazione con il suo iPad e legge le notizie su Flipboard. Dopodiché, controlla il tempo con l’applicazione di Yahoo! e controlla le email, ovviamente da Yahoo!
Mi è sempre piaciuto lo stile colorato e amichevole di Yahoo! È meno complesso degli altri e fa esattamente quello che mi serve”, spiega. Il suo account ha più di dodici anni.

Appena pronta, prende la macchina, porta i bambini a scuola e va a lavorare nel centro della città. “Durante le pause, gioco qualche partita a Candy Crush Saga“, confessa. Ma quello non è il suo unico hobby: naviga anche su Pinterest per soddisfare la sua “fame di cose belle”. Tornata a casa, Iris controlla nuovamente la posta elettronica e invia dei messaggi WhatsApp con il suo iPhone.

Un consiglio per Iris: sfruttare al massimo il suo account Yahoo!

Yahoo! non ha cambiato radicalmente solo l’aspetto (e il logo), ma ha profondamente rinnovando tutti i suoi prodotti. Iris potrebbe non saperlo, ma con il suo ID Yahoo! può usufruire dei nuovi Tumblr e Flickr.

AOL Mail: Wilson, il custode della tradizione

“È stato il mio primo e unico account e-mail”, dice Wilson, il fedelissimo utente di AOL Mail. Ha iniziato a navigare e inviare email prima che la bolla .com esplodesse. “Sembrava una bella idea… internet e tutto il resto”. Scarica la posta da Outlook Express e la controlla regolarmente alle otto del mattino e alle otto di sera. Tutto viene eseguito sul vecchio XP.

Se gli si chiede se non preferirebbe passare a un account di posta più moderno come Gmail o Outlook, scuote la testa. “Come diceva sempre mio nonno: se funziona, non lo toccare. E non l’ho toccato”. Il suo rispetto per la tecnologia è quasi superstizioso e si vede: il sistema sembra funzionare come se fosse nuovo e il desktop è incredibilmente pulito. Per lui la rivoluzione del Web 2.0 è una macchia di colore in un banner pubblicitario.

Un consiglio per Wilson: scegliere un’alternativa a Outlook Express

Outlook Express, oltre a essere scomodo, è pericoloso per la moltitudine di vulnerabilità che presenta. Il meglio per Wilson sarebbe migrare a un client di posta alternativo come Windows Live Mail.

E tu a che tribù appartieni?

Usi Gmail, ma ti identifichi con Albert? Sei un “Wilson”, ma ti attrae lo stile di vita di Iris? Forse questi profili, che continuano ad essere un semplice esercizio di immaginazione, ti dicono qualcosa. Forse per te è il momento di provare nuove opzioni…

[Adattamento di un articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti su Softonic ES]

Visualizzazione commenti in corso...

Ultimi articoli