La comparativa dei browser luglio 2014: Chrome, Firefox, IE e Opera

Internet Explorer, Chrome, Firefox, Opera: qual è il browser più performante? Li abbiamo testati tutti da diversi punti di vista, per scoprire il migliore e il più adatto alle tue esigenze.

Cosa sarebbe un computer senza browser? Vent’anni fa, sarebbe stato lo stesso. Oggi, probabilmente, non sapresti che fartene.

Il navigatore è infatti la tua porta d’accesso a internet. È la tua finestra sul mondo poggiata sulla scrivania, il programma più importante del tuo computer e quello che ti permette di svolgere la maggior parte delle attività con il PC.

Ma non tutti i browser sono uguali. Alcuni hanno più esperienza, come Internet Explorer, altri sono più liberi, come Firefox, certi sono sponsorizzati, come Google Chrome, e taluni sono più timidi, come Opera. Ognuno di questi ha la sua schiera di fan, disposti a giurare e spergiurare che quello che usano è il migliore in assoluto.

Per un momento abbiamo però deciso di mettere da parte le nostre fedi sportive, le passioni musicali e le ideologie softwaristiche. Abbiamo preso sul serio questa sfida tra browser e li abbiamo messi a confronto in una comparativa basata su dei test oggettivi in grado di decretare il migliore.

Per la nostra comparativa dei browser, abbiamo scelto Internet Explorer, Firefox, Chrome e Opera. Nei test abbiamo usato un computer con Windows 7 con queste caratteristiche: questa è la ragione che ci ha portati a escludere dalla lista un grande navigatore come Safari, che viene usato soprattutto su Mac.

Come in ogni competizione, abbiamo stabilito dei criteri che potessero determinare meglio di altri i vincitori. Abbiamo quindi paragonato i browser tra loro, come se si trattasse di macchine da corsa, e deciso di confrontarli attraverso una “prova su strada”.

I criteri che abbiamo scelto sono: velocità, consumo di memoria e performance sul web (velocità e rendimento). Con questa scelta abbiamo escluso le caratteristiche più soggettive e non misurabili perché, in fondo, la scelta del tuo navigatore dipende sempre anche dal tuo gusto personale.

Per sapere come abbiamo svolto i nostri test, quali misurazioni abbiamo usato e che metodi, abbiamo scritto un articolo con la metodologia usata per la comparativa dei browser.

Ma vediamo come si sono comportati i concorrenti, chi ha vinto e quale è il miglior navigatore per te.

Velocità: pronti, partenza, via!

Ogni volta che avvi il browser si apre una nuova finestra con la pagina di Google? Oppure riprendi dall’ultima volta che l’hai chiuso, cioè con una gran quantità di schede aperte?

Per essere più fedeli possibili alla realtà, nel test di velocità abbiamo preso in considerazione entrambi i casi, e cioè abbiamo avviato il navigatore con una sola scheda e, in un altro test, lo abbiamo fatto con 11 schede contemporaneamente.

Inoltre, abbiamo anche suddiviso il test in due prove separate: avvio a freddo e avvio a caldo. Per la prima, abbiamo lanciato il browser come primo programma di Windows. Lo abbiamo chiuso, e quindi lo abbiamo avviato di nuovo per fare la seconda prova.

In questo video puoi vedere il test fatto aprendo il browser per una seconda volta (a caldo) con 11 schede:


I risultati parlano chiaro: Firefox è il browser più veloce in ogni prova.

Se quel che ti interessa di più in un navigatore sono i tempi di apertura del programma, con il browser di Mozilla vai sul sicuro. La differenza con gli altri concorrenti è notevole: nell’apertura di una sola scheda a freddo è quasi due volte più veloce del secondo classificato, mentre nelle 11 schede a caldo è quattro volte più rapido dell’ultimo.
La medaglia d’argento va a Chrome, mentre Internet Explorer e Opera lottano per non restare dietro agli altri due. La curiosità è che, nonostante Opera si basi su Chromium, il browser open source su cui poggia anche Chrome, i suoi tempi sono ben più lunghi rispetto al navigatore di Google.

Per i risultati, c’è da dire che Firefox usa un trucchetto molto intelligente che gli dà un vantaggio rispetto ai concorrenti nell’apertura di più schede alla volta. Mentre Chrome, Internet Explorer e Opera caricano tutte le schede contemporaneamente, Firefox si concentra solo su quella in primo piano tralasciando quelle in background, che finiranno di caricarsi solo quando ne hai bisogno.

Il vantaggio è notevole: in questo modo non consuma energia inutilmente, concentrando gli sforzi nell’aprire solo la scheda di cui hai immediatamente bisogno. Questo gli permette di avere una marcia in più rispetto agli altri e di essere più veloce.

Firefox brucia gli altri concorrenti alla partenza portandosi in vantaggio grazie a una scocca più leggera e a un assetto più aerodinamico.

Consumo di memoria:

Quanta memoria RAM del computer occupa ogni browser? Ovvero, il navigatore quanto rallenta il tuo PC? È questo che abbiamo preso in considerazione nel test di memoria.

Abbiamo quindi analizzato il consumo di risorse in diverse occasioni: con una scheda aperta, con 20 schede aperte e con una sola scheda rimasta dopo aver chiuso le altre 19 aperte. Per fare i test abbiamo usato lo strumento di Chrome chiamato memory.

Anche qui abbiamo un vincitore, anche se meno ovvio che nei test precedenti. Nell’uso quotidiano, Firefox è il browser che consuma meno memoria.

Scendendo nel dettaglio, vediamo come Internet Explorer è il browser che usa meno RAM con una sola scheda aperta. Firefox è invece il migliore quando ne abbiamo molte. Chrome è il browser che riesce a liberare più memoria dopo aver chiuso molte schede, anche se la differenza con Opera è veramente minima.

Perché quindi Firefox è il migliore nel consumo di RAM? Primo, perché ha vinto in un test e ha reso bene anche nelle prove dove non ha avuto la meglio. Ma il motivo principale è che la maggior parte delle volte i browser sono usati con molti tab aperti simultaneamente, e qui la vittoria di Firefox sugli altri navigatori è stata schiacciante.

Per riassumere, Internet Explorer è come una vettura che ottimizza i consumi alla partenza, mentre Chrome e Opera risparmiano risorse nella lunga distanza. Firefox, invece, ottimizza i consumi nel momento più importante grazie al sistema che gli permette di concentrarsi solo sulla scheda aperta.

Il browser di Mozilla è la macchina con il minor consumo, il miglior rapporto km/litro o, per spostare la metafora su terreno informatico, con il rendimento MB/sec.

Rendimento e velocità sul web

Qual è il browser che apre più velocemente le pagine? E quale riproduce con maggior qualità i siti internet sul tuo schermo?

Per determinare rendimento e velocità del browser su internet abbiamo usato dei web benchmark, ovvero dei siti internet specializzati che misurano le performance del navigatore attraverso dei test specifici realizzati in tempo reale, direttamente dal tuo computer.

Concretamente, ci siamo affidati a Peacekeeper, che si concentra su velocità e capacità JavaScript, e a Browsermark, che analizza molti parametri concentrandosi sul rendimento del navigatore. I due benchmark usano una scala di punteggio propria, indipendente l’una dall’altra.

Ecco il test di Peacekeeper:


E la prova fatta con Browsermark:


In entrambi i benchmark, i browser basati su Chromium hanno dimostrato di avere una potenza di un’altra categoria rispetto agli altri: Chrome e Opera sono i browser con il miglior rendimento sul web.

Nel benchmark Peacekeeper ha avuto la meglio Opera, che ha superato Chrome di misura. In Browsermark, è stato invece il contrario: il browser di Google è arrivato primo e subito dopo si è piazzato quello prodotto dalla casa norvegese.

In entrambi i test la distanza di Firefox e Internet Explorer dai navigatori basati su Chromium è stata notevole. Il browser di Mozilla e quello di Microsoft si sono piazzati rispettivamente terzo e quarto in tutte e due le prove.

Chrome e Opera sotto la carrozzeria nascondono un motore con potenza fuori dal comune, che permette loro di avere un rendimento e una velocità di navigazione superiori ai concorrenti.

Risultato finale

Qual è allora il miglior browser? Stando ai risultati della nostra comparativa, il miglior navigatore è Firefox, vincente in due prove su tre, come puoi vedere nella grafica.

Ma la realtà è che la scelta del navigatore dipende dalle tue esigenze, dai siti che visiti e da come lo usi: il miglior browser è il migliore per te. Esistono infatti anche molti altri fattori che incidono sulla scelta, come l’estetica, le estensioni disponibili, l’integrazione con i vari servizi, l’usabilità… Per questo, abbiamo pensato a dei semplici consigli da darti per orientarti nella scelta.


Firefox è il miglior browser se hai un computer non di ultima generazione. È veloce ad aprirsi e consuma poche risorse, il che ti garantisce buone prestazioni su qualsiasi PC. È come un’utilitaria di alto livello: consuma poco ed è anche scattante. In più è un software open source personalizzabile con moltissime estensioni. Una scelta saggia e affidabile.

Chrome è l’opzione giusta se hai un computer potente. Il browser di Google ha (insieme ad Opera) il miglior rendimento e velocità sul web, stando ai risultati forniti dai benchmark. È quindi come una macchina americana, un motore grande con parecchi cavalli ma anche molto pesante e poco scattante.

Con caratteristiche simili a Chrome, Opera è il navigatore per chi ha una macchina potente ma vuole mantenere l’indipendenza da Google. In realtà il browser norvegese ha un tempo di avvio più lungo ma un consumo di memoria inferiore a Chrome, e un rendimento sul web praticamente identico. È come scegliere una macchina con un motore prodotto da una marca famosa ma venduto in un’auto di un’altra casa. Una scelta molte volte azzeccata.

Internet Explorer è invece consigliato ai fedeli Microsoft. Fanalino di coda nei test di velocità d’avvio e nelle performance web, potrebbe rendere meglio sul tracciato di Windows 8. È come una macchina di produzione nazionale, che è venduta in patria ma non riesce ad avere successo all’estero.

Non è finita qui!

Nei prossimi mesi sottoporremo le nuove versioni dei browser ad altri test per vedere se gli aggiornamenti saranno riusciti a migliorarne le performance. A novembre, ci aspettiamo di tRovarci davanti Firefox 36, Chrome 38 Opera 25 e (forse) Internet Explorer 12. Rimani sintonizzato su Softonic per il prossimo test su strada!

Questo articolo è stato scritto con la collaborazione di Fabrizio Ferri (dati e metodologia), Abel Bueno (grafica), Antoni Noguera (video)

Seguimi su Twitter: Daniel Barranger

Visualizzazione commenti in corso...

Ultimi articoli

App più scaricate

Tutti i top