Come proteggere la privacy delle tue foto personali sul telefono

Come proteggere la privacy delle tue foto personali sul telefono

Il pic-nic sulla spiaggia nudista, la cena di Natale, la password per il router. Se qualcuno entrasse in possesso di queste immagini, potrebbe distruggere la tua privacy. Fai quanto segue per impedirlo.

Basta una svista, come lasciare il telefono sbloccato o utilizzare una password debole, per mettere i tuo scatti in pericolo di essere rubati da persone senza scrupoli.

Non c’è bisogno di farsi prendere dal panico: la sicurezza del tuo telefono cellulare è buona e può essere ancora maggiore se seguirai alcuni consigli per proteggere la privacy delle tue foto.

Disattiva la sincronizzazione delle foto

Quando il tuo iPhone o Android si connettono a Internet, le tue foto sono sincronizzate silenziosamente su iCloud, Dropbox o Google. Si tratta di spazi sicuri, ma non fa mai male essere cauti e disattivare la sincronizzazione quando si tratta di alcune foto.

Per disattivare la sincronizzazione su Android, segui queste istruzioni. Per disattivare la sincronizzazione delle foto su iPhone, vai alle impostazioni del telefono e, nel menu iCloud, disattiva la sincronizzazione delle foto.

Una volta disattivata la sincronizzazione, potrai scattare le foto e cancellarle prima di tornare ad attivarla. Puoi anche scegliere di disattivarla per sempre, ma in questo caso non avresti più il tuo backup.

Abilita subito la verifica in due passaggi

La tua password non è sufficiente per tenere al sicuro le foto memorizzate su Google, iCloud o Dropbox. Hai bisogno di un ulteriore controllo: la verifica in due passaggi, che è disponibile per le applicazioni più popolari.

La verifica a due fasi richiede un secondo codice al momento di accedere al proprio account da una località sconosciuta. Quindi, anche se un hacker ottenesse la tua password, non si potrà collegare senza avere il codice che è sul telefono.

Per abilitare la verifica in due passaggi sui tuoi servizi preferiti, segui le istruzioni ufficiali per ogni sito:

Imposta il blocco dello schermo sul tuo cellulare

Utilizzare il telefono senza il blocco dello schermo è rischioso come parcheggiare l’auto e lasciare le chiavi sul cruscotto. Abilita il blocco il più presto possibile per evitare che qualcuno rubi le tue foto quando lasci il telefono incustodito.

Su iOS attiva Touch ID o il blocco con il PIN. Su Android, le sequenze o il riconoscimento facciale sono due misure di blocco facili da usare. iOS dispone di un’opzione che cancella i dati dopo un certo numero di tentativi falliti.

Il Touch ID di Apple in azione (foto da iPhoneWorld)

Cancella i dati in modalità remota se il telefono viene rubato

Se ti è stato rubato il telefono o lo hai perso, prova a localizzarlo tramite Find My iPhone (iOS) o Android Device Manager (Android). Si tratta di app ufficiali che utilizzano le antenne del telefono per poterlo localizzare. Ecco come funzionano.

Se riesci a rintracciare il telefono e vuoi eliminare i contenuti in remoto perché pensi che sia impossibile poterlo recuperare, entrambe le applicazioni dispongono di comandi per avviare la cancellazione remota dei dati, che non può essere fermata.

Nascondi le tue foto in cartelle invisibili

Se più di una persona usa il tuo telefono cellulare o tablet è bene usare un programma per nascondere le foto come Picture Safe (iOS) o Hide Something (Android), che funzionano come cartelle invisibili protette da codici di accesso.

Il bello di queste applicazioni è che lasciano intatta la galleria principale, ma richiedono un codice per visualizzare le foto private. In Hide Something, per esempio, devi disegnare una sequenza.

Usa fotocamere che non lascino tracce

Scattare delle foto con le telecamere incluse su iOS o Android è una cattiva idea: esse memorizzano i file nella cartella principale, che di solito è il primo luogo dove i ladri vanno a guardare e, inoltre, normalmente è la cartella che viene sincronizzata sul cloud.

Fotocamere alternative come Snapchat (Android, iOS) o Private Camera Pro (iOS) permettono di scattare foto proteggendo la tua privacy. Mentre Snapchat opta per l’auto-distruzione, Private Camera usa una fotocamera integrata ed una cartella privata.

Cancella i dati nascosti delle tue foto (Avanzato)

Le tue foto sono piene di metadati, che sono informazioni nascoste che indicano quando e dove la foto è stata scattata, il modello della fotocamera o l’applicazione che è stata utilizzata. Per ridurre al minimo i danni in caso di furto, conviene cancellare questi dati.

Con Image Privacy (Android) è possibile creare facilmente copie delle tue foto senza metadati: basta condividerle con l’applicazione. Su iPhone, puoi utilizzare Metadata CutGeoGone, che fanno lo stesso.

Scatta le tue foto, ma in modo consapevole

Scatta tutte le foto che vuoi: normali, intime, divertenti, piccanti… È un tuo diritto farlo e che la tua privacy sia rispettata. Ma stai attento: l’errore è sempre dietro l’angolo. Segui i consigli che ti ho appena dato e il rischio che le foto finiscano in mani sbagliate sarà molto, molto basso.

Per saperne di più:

Comparativa sulla privacy delle app di chat 2014

Come eliminare per sempre i file sul tuo Android

[Articolo originale di Fabrizio Ferri-Benedetti pubblicato su Softonic ES]

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...