Come misurare la performance del tuo Android

Come misurare la performance del tuo Android

Nella Android Academy ti spieghiamo come aggiustare, migliorare e sfruttare al massimo il tuo dispositivo Android. In questo episodio vediamo come misurare la performance del tuo smartphone o tablet.

Per compiere dalle operazioni più banali come installare applicazioni, fino ad ottimizzare, migliorare la velocità o la performance del tuo Android, è fondamentale conoscere le caratteristiche e le prestazioni del tuo dispositivo, come la memoria, lo spazio disponibile o la velocità dell’OS.

Ci sono molti modi per conoscere questi valori (o, come si dice in linguaggio tecnico, fare il benchmarking di un Android), e soprattutto i fattori da misurare sono molti e può essere complicato valutare i numeri che ti trovi di fronte.

In questo articolo vedremo il modo più semplice per conoscere le prestazioni del tuo smartphone o tablet Android, e ti insegneremo a comparare i risultati per avere un quadro generale del dispositivo.

Installa un’app per analizzare i valori

Ci sono molte applicazioni che fanno un benchmarking dei dispositivi Android. Alcune più complete, altre più intuitive e semplici. Te ne proponiamo cinque, che si distinguono dalle altre per qualità e completezza. Ognuna ha delle unità di valorazione diverse e ciascuna si concentra su degli aspetti del dispositivo. Sta a te decidere quale installare, o se provarle tutte quante!

AnTuTu Benchmark: Il test veloce e completo

Tra le varie applicazioni per misurare le performance, AnTuTu è sicuramente una delle più complete e veloci. È compatibile con i dispositivi Android dalla versione 2.3 in poi e, alla fine del test, ti fornisce un valore in base alle prestazioni del tuo smartphone per compararlo con quelle di altri modelli.

Scarica AnTuTu Benchmark per Android

Quadrant: la soluzione per tutti i dispositivi

Anche Quadrant è un popolare strumento per fare il benchmarking dei dispositivi Android. Il vantaggio rispetto a AnTuTu è che è compatibile con smartphone tablet a partire dalla versione 1.5 del sistema operativo, il che lo rende la soluzione ideale per chi ha un apparecchio meno moderno.

Scarica Quadrant per Android

CPU Identifier

Questa applicazione analizza diversi parametri del dispositivo, ma come dice lo stesso nome, si concentra sulla CPU o, altrimenti detto, sul processore centrale. Sotto questo aspetto è l’app migliore, e fornisce l’uso in tempo reale del processore del dispositivo, ma ha un’interfaccia poco user friendly.

Scarica CPU Identifier per Android

Vellamo Mobile Benchmark: il test lungo e approfondito

Rispetto agli altri strumenti, Vellamo realizza un test suddiviso in due: uno, chiamato HTML5, che analizza le performance di navigazione e un altro, Metal, che misura i valori del dispositivo. I test hanno una durata maggiore di quelli realizzati con altre app e, presumibilmente, sono più approfonditi.

Scarica Vellamo per Android

3DMark: per i videogiocatori da smartphone

Il benchmarking di 3DMark è focalizzato sulle prestazioni importanti per giocare con il dispositivo, e anche per questo motivo è compatibile solo con OS a partire da Android 3.1, ovvero con smartphone e tablet relativamente moderni.

Il test si concentra su un’analisi della CPU e della grafica. Il vantaggio offerto dall’app è che compara le prestazioni del tuo smatphone con quelle medie del tuo modello. In questo modo puoi sapere come si “comporta” il tuo telefono rispetto agli stessi modelli di dispositivo.

Scarica 3DMark per Android

Browsermark: il test online per il navigatore

Più che un test del dispositivo in sé, Browsermark serve a misurare le performance del tuo browser. Questo ne fa l’app ideale per aiutarti a scegliere tre Firefox, Chrome, Opera, Dolphin, etc. il navigatore ideale per il tuo smartphone o tablet.

Vai al test di Browsermark online

Gli aspetti più importanti da tenere in considerazione

Hai eseguito le varie applicazioni sul tuo Android… e adesso? A parte l’indice generale delle performance che alcune app forniscono per comparare la potenza del tuo dispositivo con altri smatphone e tablet, vediamo quali sono i valori che dovresti tenere in considerazione per conoscere meglio il tuo dispositivo, i pregi e le carenze.

  • Versione del sistema operativo: uno degli aspetti più importanti del tuo Android. Questo determina, più di molti altri fattori, le app che puoi installare, così come la sicurezza e quanto è aggiornato il tuo dispositivo. In alcune app la troverai alla voce OS, in altre accanto a UX, SDK verison o Android. Nel nostro articolo ti spieghiamo come puoi aggiornare il sistema operativo.

  • RAM: la memoria del tuo dispositivo, che determina la velocità con cui esegue le operazioni e anche se sia in grado di eseguire un’app o no. Ogni smartphone o tablet ha una determinata quantità di RAM, ma la velocità può variare in funzione di vari fattori. Per questo, oltre a controllare quanti MB o GB di RAM hai, dovresti vedere quali sono le prestazioni effettive.
  • Per questo tipo di verifica la migliore applicazione è AnTuTu, che ti fornisce questo valore nel dettaglio, mentre altre app ti dicono solamente se le performance del tuo smartphone sono all’altezza delle aspettative o no.

  • CPU o processore: è il cuore del tuo telefono o tablet e ne determina più di ogni altra cosa le prestazioni. Su cellulari come il Nexus 4 e altri di ultima generazione, è suddiviso in quattro nuclei che lavorano contemporaneamente. Con CPU Identifier, oltre ad analizzarne le specifiche, puoi controllarne l’uso in tempo reale.
  • Spazio disponibile e velocità della scrittura e lettura: lo spazio disponibile determina quante foto, video, applicazioni e dati puoi immagazzinare sul dispositivo. Un memoria interna piena può incidere negativamente sulle prestazioni di scrittura e lettura (I/O) del dispositivo, ovvero lo scambio di dati tra applicazioni e le performance in generale del tuo smatphone o tablet. AnTuTu ti fornisce entrambi questi dati, all’ultima voce del report.
  • Se hai poco spazio sul disco prendi in considerazione il fatto di eliminare alcune applicazioni oppure di spostarle sulla scheda SD. In questo altro articolo ti spieghiamo anche come risolvere il problema della memoria con un metodo avanzato.

  • GPU e grafica: la GPU determina la complessità dei video e grafiche che il tuo dispositivo è in grado di riprodurre, e la qualità con cui lo fa (ovvero gli FPS, frame per secondo). Ogni applicazione che serve a misurarne le prestazioni presenta dei valori diversi, anche se la maggior parte suddivide tra grafiche in 2D e in 3D. Tuttavia, la migliore sotto questo aspetto è 3DMark, che riporta nel dettaglio i risultati dei test grafici e degli FPS, comparandoli con quelli che ci si attende dal tuo dispositivo.

Benchmark sì, ma non è tutto

Fare un benchmark del tuo Android è importante, ma soprattuto dovresti farne più di uno con vari applicazioni. È stato infatti scoperto che alcuni fabbricanti usano dei trucchi per alterare in positivo i risultati delle performance dei loro dispositivi quando vengono misurate con alcune specifiche applicazioni.

Inoltre, a parte comparare i risultati con altri apparecchi diversi dal tuo, dovresti soprattutto confrontare i risultati delle performance con quelle medie del tuo modello di smartphone o tablet. In questo, 3DMark è particolarmente utile.

Una volta misurate le performance del tuo Android, se non sei soddisfatto delle sue prestazioni, puoi procedere a migliorarle. Per sapere come fare, rimani sintonizzato sulla nostra Android Academy!

Seguimi su Twitter @zoltan__v

Che risultati hai ottentuto con il tuo dispositivo Android? Faccelo sapere! E se hai altri dubbi consulta la nostra guida Android.

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...

Ultimi articoli

App più scaricate