Come creare e condividere un file .torrent

Condividere file con uTorrent

Condividere file con uTorrentLo sharing di un file con eMule e Ares è molto facile: basta scegliere una cartella condivisa nel disco rigido e trascinarcelo dentro. Da quel momento, chiunque potrà trovarlo e scaricarlo. Invece, con il protocollo Bittorrent, la procedura è un po’ meno chiara. Fra tracker, seed e peer, infatti, la confusione è assicurata. Eppure creare un torrent e condividerlo è un’operazione semplice. In questo tutorial useremo uTorrent, e ti faremo vedere come funziona la condivisione di file con questo ottimo client torrent.

Apri uTorrent

Scarica uTorrent e installalo (o usa uTorrent Portable, che non ha bisogno di installazione). Dalla finestra principale vai nel menu File e seleziona Crea un nuovo torrent, oppure usa la scorciatoia da tastiera Control+N.

Crea nuovo torrent

Scegli i file e le opzioni

A differenza di quanto accade con eMule e programmi P2P simili, i torrent sono pacchetti che possono includere anche più file o cartelle. Per esempio, se vuoi condividere le canzoni che hai registrato con la tua chitarra, puoi creare un torrent che le contenga tutte. Con il pulsante Aggiungi file puoi scegliere un singolo file presente nel tuo computer, mentre con il pulsante Aggiungi cartella puoi aggiungere al torrent intere directory. A gestire lo scambio di dati saranno dei server che fungono da “ponte” tra chi mette a disposizione un file e chi lo scarica, chiamati Tracker. Due sono inclusi in uTorrent di default, ma puoi aggiungerne altri a cui sei registrato. Spuntando l’opzione Inizia il seeding inizierai immediatamente a condividere il file. Creazione torrent

Salva il tuo file .torrent

Salva il file in una cartella a tua scelta nel tuo computer. Se più tardi vorrai pubblicare la tua raccolta di canzoni in qualche sito web, o distribuirla, ti servirà. Salva il file .torrent

La condivisione ha inizio!

Se hai selezionato l’opzione Inizia il seeding, non devi fare altro: uTorrent ha già messo in condivisione il tuo torrent. Ora le persone lo possono trovare e scaricare. Ricorda che Bittorrent non è un protocollo centralizzato, e non dispone di server “alla vecchia maniera”, che si fanno carico di conservare e distribuire i file. Pertanto, sarai tu stesso a dover distribuire il tuo file .torrent (tramite il tuo sito web, ad esempio, o tramite tracker, come abbiamo visto). Solo così le persone avranno accesso a ciò che condividi. Seeding Allo stesso modo, ricorda che all’inizio sei l’unico ad avere il file completo, quindi non spegnere uTorrent e non ti disconnettere da Internet finché non ci saranno altre persone che l’avranno scaricato per intero, diventando così a loro volta Seeder.

[via OnSoftware ES]

Visualizzazione commenti in corso...

Post più popolari

Come installare mod in Minecraft: ecco il metodo più semplice

Come installare mod in Minecraft: ecco il metodo più semplice

30 utili shortcut per Excel

30 utili shortcut per Excel

Utilizza il riproduttore VLC Media Player per catturare lo schermo del PC

Utilizza il riproduttore VLC Media Player per catturare lo schermo del PC

Altri post

Ultimi articoli