Come configurare Microsoft Word per non perdere documenti non salvati

Quando sei davanti al PC possono succedere molte cose che ti faranno venir voglia di lanciare la tastiera contro lo schermo: un blackout; perdere la connessione a Internet in mezzo a una partita multiplayer; lo spegnersi improvviso del PC per un guasto, ecc. La conseguenza comune a quasi tutte è l’arresto di tutti i processi attivi in quel preciso momento.

Microsoft Word è un buon esempio. La chiusura improvvisa del programma di videoscrittura di Microsoft mentre lo stiamo usando è una vera seccatura. Sai che puoi modificare le impostazioni per attivare il salvataggio automatico con maggiore frequenza? Attualmente, Word ha un intervallo di salvataggio automatico di dieci minuti, un lasso di tempo che riteniamo troppo alto. Noi di Softonic ti spieghiamo come configurare Microsoft Word per non perdere documenti non salvati.

Più semplice di quanto sembra

Impostare un salvataggio automatico più frequente è più semplice di quanto sembra. E lo diciamo davvero. Dopo aver aperto il documento Word, vai a “File” in alto a sinistra e seleziona poi “Opzioni”.

Di tutti i campi che compaiono, quello che ci interessa non lascia spazio a dubbi: “Salva”. Entra e vedrai subito tre opzioni.

La prima è “Salva file di Word come”, da cui si apre un menù a tendina per scegliere in che formato vogliamo salvare il nostro documento. In linea generale, il formato predeterminato nelle ultime versioni del programma è il .docx.

La seconda opzione disponibile è “Salva informazioni di salvataggio automatico ogni X minuti”. Questa è la sezione più importante per il sistema di salvataggio automatico. Microsoft Word è configurato per salvare automaticamente ogni 10 minuti, ma possiamo modificarlo con il valore temporale desiderato. Consigliamo di impostarlo a 5 minuti, o addirittura a due minuti come massimo (tutto dipende dalla velocità con cui scrivi e dall’intervallo di aggiornamento che ritieni necessario).

E il terzo e ultimo campo è “Percorso file salvataggio automatico”. Non è per nulla misterioso: è la carpetta in cui andrà il file di salvataggio automatico che si crea ogni X minuti. Solitamente la carpetta assegnata di default è “Roaming”, abbastanza difficile da trovare, quindi se non vuoi avere grattacapi, cambia la destinazione il prima possibile.

Microsoft Word 2016
DOWNLOAD
8

Adesso sai come impostare il salvataggio automatico in Microsoft Word. Approfittane e sfrutta queste informazioni al meglio: ti consigliamo di farlo adesso così al prossimo blackout non penserai a questo articolo di Softonic…

Visualizzazione commenti in corso...