App che ti aiutano a cercare casa: organizza le visite con Google My Maps per Android

App che ti aiutano a cercare casa: organizza le visite con Google My Maps per Android

L’app ti permette di accedere dal tuo cellulare alle mappe su Google Maps e di creare percorsi tematici. Io l’ho usata per cercare casa.

Trovare una nuova casa è un compito complesso e faticoso, specialmente se come me lavori a tempo pieno, in una città straniera e non hai un mezzo di trasporto tuo. Non si tratta solo di visitare i più noti portali delle agenzie immobiliari e di prendere appuntamento… la parte più faticosa, almeno per quanto mi riguarda, sono le visite.

Per rendermi la vita un poco più facile mi sto facendo aiutare da Google My Maps per Android (prima conosciuta come Google Maps Engine). Ho creato una mappa personale con tutti gli indirizzi degli appartamenti che voglio vedere e ho suddiviso le visite per quartieri: ogni giorno vado a vedere due o tre case in una zona diversa della città, così ottimizzo i tempi (scarsi) e non mi stresso troppo.

Visto e considerato, poi, che ho pessime doti di orientamento, Google My Maps, grazie ai livelli, mi permette di concentrarmi solo su un quartiere alla volta e di orientarmi nel dedalo di viuzze perfettamente reticolari di Barcellona, scegliendo il tragitto più rapido e arrivando in tempo agli appuntamenti.

Ma scendiamo in dettaglio a vedere come My Maps può aiutarti a cercare (e speriamo anche trovare) casa.

Prima di tutto, scarica e installa Google My Maps per Android.

1. Crea una nuova mappa

Dopo aver installato l’app, aprila e ti troverai di fronte a una classica mappa di Google Maps con il campo di ricerca. Per creare una nuova mappa, tocca la linguetta a scomparsa in basso a sinistra.

Seleziona il comando + New Map e nella schermata Create Map che si apre scrivi un nome per la tua mappa. Scegli un nome facile da ricordare che evidenzi l’obiettivo della mappa, per esempio nel mio caso ho scelto Searching for a new home:

2. Crea dei livelli

Inserisci adesso uno o più livelli. I livelli ti permettono di raggruppare gli indirizzi in sottoinsiemi in modo da non dover per forza visualizzare tutti gli indirizzi di una mappa contemporaneamente.

Per inserire un nuovo livello tocca la freccetta verso il basso accanto al nome della mappa e poi Add Layer.

I livelli della mia mappa rappresentano i giorni della settimana in cui ho appuntamento con le agenzie immobiliari per vedere nuovi appartamenti: ne ho creati tre, per adesso, come puoi vedere nell’immagine qui in basso:

3. Aggiungi indirizzi alla mappa

Adesso puoi aggiungere il primo indirizzo della casa da vedere. Basta inserirlo nel campo di ricerca e selezionare quello corretto quando appare.

Clicca su Create marker, seleziona uno dei livelli con il giorno della settimana in cui hai appuntamento e clicca su Next. Conferma cliccando su Save (se vuoi puoi anche aggiungere una descrizione, per esempio contenente l’indirizzo della pagina web dove hai trovato l’annuncio o il numero di telefono dell’agente immobiliare).

Aggiungi tutti gli altri indirizzi seguendo la procedura di questo paragrafo.

4. Visualizza la tua mappa personalizzata

Quando vorrai visualizzare la tua mappa personalizzata d’ora in poi non dovrai fare altro che accedere alla schermata principale di Google My Maps e cliccare sulla linguetta a scomparsa in basso a sinistra.

La tua mappa apparirà nella sidebar con tutti i livelli disponibili: il livello colorato di verde è acceso e ti permette di visualizzare esclusivamente gli indirizzi delle case da vedere in quella giornata, i livelli in grigio sono spenti e quindi gli indirizzi contenuti non sono visibili.

Questo tipo di visualizzazione a strati ti permette di focalizzarti solo su alcune informazioni (un quartiere, in questo caso, perché ho deciso di vedere le case dello stesso quartiere nella stessa giornata), avendo un livello di dettaglio più alto nella mappa.

Ma se vuoi visualizzare tutti gli indirizzi di tutti i livelli della mappa basta accedere a tutti i layer toccando il quadratino azzurro a destra del nome del livello.

Toccando un segnalino, puoi accedere ai dettagli dell’indirizzo e modificare la posizione del segnalino, oltre che attivare il navigatore GPS per raggiungere il luogo contrassegnato. C’è anche un comando chiamato Create a job, e serve per assegnare una location a un collaboratore, ma puoi usarlo solo se sei utente di My Maps Pro, quindi non scendo nei dettagli.

In attesa delle funzioni di editing avanzato

Quello di cui sento un po’ la mancanza nell’app My Maps per Android sono però alcune funzioni avanzate che puoi trovare nella versione web di Le mie mappe. Per esempio, nell’app My Maps per Android non posso ancora modificare il colore o lo stile dei segnalini (quelli in verde e giallo con le lettere li ho aggiunti dalla versione web), non posso cancellare una mappa, se mi sbaglio, e non posso tracciare linee per evidenziare i percorsi a piedi, in auto o in bici.

Tutte queste funzioni avanzate sono però accessibili nella versione web di My Maps e per fortuna le mappe create nell’app si sincronizzano automaticamente online grazie all’account Google, quindi posso accedere immediatamente alle mappe anche da web per fare tutte le modifiche che mi pare.

Per saperne di più sulla versione web di My Maps, leggi l’articolo di Daniel che ha organizzato le sue vacanze con le mappe personalizzate di Google.

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...