Call of Duty Advanced Warfare: tutto sul multiplayer [Preview]

Questa volta riuscirà la modalità single player di Call of Duty ad avere la meglio sulla ormai sacrosanta multiplayer? Abbiamo provato Call of Duty: Advanced Warfare al Gamescom 2014.

Tutti i fan di Call of Duty lo diranno spontaneamente: tutto l’interesse sulla saga sta nella sua modalità multiplayer. Pertanto, tutto fa pensare che gli studi Sledgehammer Games abbiano investito moltissimo nella campagna single player di Call of Duty: Advanced Warfare, l’ultimo episodio della serie.


Fortunatamente, ho avuto la possibilità di testare la modalità multiplayer di Call of Duty: Advanced Warfare durante una sessione privata ai margini della Gamescom 2014. Ti dico subito come mi è sembrata.

Maggiori possibilità di personalizzazione

Call-of-duty-advanced-warfare

Nella lobby ho avuto modo di provare la prima grande novità multiplayer di Call of Duty: Advanced Warfare. Nessun menu da espandere come un tempo! Ormai è possibile modificare l’equipaggiamento, le attività (le Perks in V.O.) e l’aspetto del tuo personaggio in due parti in modo molto semplice.

Molto accessibile (cosa che i principianti apprezzeranno), il nuovo sistema darà anche ai più impazienti la possibilità di provare le loro nuove armi su uno stand di tiro virtuale. L’altra buona notizia è data dal ritorno degli avatar femminili in Call of Duty: Advanced Warfare. E, questa volta, potrai distinguerti dai tuoi alleati scegliendo i vestiti del tuo avatar dalla testa ai piedi.

Un nuovo sistema di creazione della classe


In Call of Duty: Advanced Warfare, il sistema di selezione delle attività (o perks in V.O.) si evolve. Si abbandona il Pick 10 introdotto in Call of Duty Black Ops 2 per il nuovo Pick… 13.

Mi sembra già di vederti mentre aggrotti le sopracciglia. Ebbene sì… sulla carta, questa evoluzione non ha nulla di particolarmente rivoluzionario! Ma queste tre posizioni supplementari consentiranno a ciascun giocatore di personalizzare i propri Scorestreak e le attitudini speciali del proprio esoscheletro, come lo scudo retrattile o il camuffamento ottico.

Gameplay avanzato

Call of Duty Advanced Warfare

Una volta avviata la partita, ho subito ritrovato il mio punteggio. Nonostante gli esoscheletri dei personaggi, Call of Duty: Advanced Warfare non deluderà gli appassionati della serie.

Slegdehammer Games è riuscito ad integrare l’equipaggiamento futuristico dei soldati con i comandi tradizionali della serie per non lasciar spiazzato nessuno. Contro ogni previsione, il risultato rimane intuitivo e accessibile, pur inserendo importanti innovazioni al gameplay della saga.

Ho integrato presto i dash laterali, lo scudo temporaneo o le nuove possibilità di spostamento in verticale permesse dall’esoscheletro del mio personaggio: ad esempio, premere due volte il pulsante per saltare attiva un doppio salto. Semplice e davvero formidabile.

Fucili laser, mitragliatrici portatili pesanti, granate sensoriali… l’arsenale di Call of Duty: Advanced Warfare tende alla fantascienza mantenendo armi da fuoco più convenzionali per i giocatori più incorreggibili.

Tuttavia, la padronanza completa di queste nuove armi ha richiesto del tempo per adattarmi una volta superata la fase della scoperta.

Rinnovamento grafico

Call-of-Duty-Advanced-WarfareLe mappe sulle quali ho potuto giocare avevano una grande enfasi sulla verticalità, una caratteristica che ho potuto sfruttare a mio vantaggio grazie alle attitudini sovrumane del mio esoscheletro. Inoltre le mappe, un po’ più grandi del solito, offrono percorsi multipli e consentono di variare le angolazioni di tiro grazie ai livelli dell’architettura complessa.

Prendendo quota con il tuo jetpack, potrai raggiungere le posizioni migliori per giocare come sniper o scaricare sui tuoi nemici una pioggia di proiettili in un batter d’occhio.

Senza raggiungere la frenesia di un gioco come Titanfall, le partite di Call of Duty: Advanced Warfare sono comunque più nervose del solito.

Call of Duty: Advanced Warfare non delude neanche dal punto di vista estetico. Con i suoi dettagli visivi precisi (come un mini-tornado di polvere o gli eccellenti riflessi nell’acqua) e le 60 immagini al secondo di rito, il nuovo titolo merita davvero il riconoscimento come primo Call of Duty next gen.

Il multiplayer che valeva tre miliardi?

Call of Duty Advanced WarfareCon mia grande sorpresa, ho trovato divertente giocare con la modalità mulitplayer di Call of Duty: Advanced Warfare. Le nuove armi e le attività futuristiche rinnovano il genere senza tuttavia snaturarlo. Le partite sono nervose e le nuove mappe invitano ad approfittare delle nuove capacità di spostamento. Inoltre, è davvero appassionante scoprire le nuove possibilità offerte dagli esoscheletri.

In definitiva, l’anno 2014 di Call of Duty ha riservato un intrattenimento molto significativo. Ma questo sarà sufficiente? Dopotutto, Call of Duty: Advanced Warfare è lontano dal reinventare la ruota ed è giusto domandarsi se le innovazioni introdotte sapranno sedurre i fan nel tempo e di fronte a nuovi titoli altrettanto rivoluzionari come Evolve o Titanfall.

In ogni caso, il nuovo episodio resta sufficientemente convenzionale da non disorientare i fan storici della serie. Un tradizionalismo che garantirà forse il successo finanziario del nuovo episodio.

Call of Duty: Advanced Warfare uscirà ufficialmente il 4 novembre 2014 su PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One. Nell’attesa, ti invito a saperne di più con il trailer italiano di lancio e i requisiti minimi per PC.


Articolo tradotto dal francese. Seguimi su Twitter: @SamSoftonic

Visualizzazione commenti in corso...