Benvenuto Windows 8

Benvenuto Windows 8

Dopo mesi di leak e soprattutto di estenuante attesa, l ‘ultima versione del sistema operativo Microsoft è stata finalmente presentata al pubblico ieri ad Anaheim in California. E per la gioia dei fan della casa di Redmond è oggi disponibile per il download la Windows 8 developer preview . Si tratta di una anteprima per sviluppatori, e come tale non definitiva e instabile, che rivela però i principali cambiamenti dell’OS: primo su tutti l’interfaccia.

Metro style

Avevamo già avuto qualche mese fa un assaggio di Metro, la nuova interfaccia di Windows 8, e ne eravamo rimasti piacevolmente sorpresi. Adesso possiamo finalmente “toccare con mano” questa UI pensata per touch screen in primis, così come testimoniano le tiles (in italiano mattonelle o piastrelle).

Le piastrelle

La prima cosa che risalta agli occhi sono infatti queste mattonelle o piastrelle che si presentano al posto dei classici menu di Windows. L’ impatto iniziale può disorientare l’utente abituato alla classica barra Windows che ci accompagna dal lontano Win95, in realtà basta poco per rendersi conto dei grandi vantaggi, come quello di poter avere immediatamente a portata di mouse o di dito le applicazioni fin dall’avvio del sistema operativo, senza dover andare a spulciare liste e menu. Niente paura però, anche chi è un po’ rétro può comunque utilizzare l’interfaccia classica di Windows premendo sulla piastrella Desktop.

Aggiornamento in tempo reale

Tiles ” in vita” che si aggiornano in tempo reale, portando sul tuo desktop le informazioni che preferisci, come le principali notizie, il tempo, gli aggiornamenti di status dei tuoi contatti o il tuo prossimo appuntamento sul calendario. Ma soprattutto piastrelle personalizzabili in modo da avere sempre a disposizione ciò che più ti interessa sul monitor: dalle applicazioni alle cartelle fino a playlist, feed RSS, il meteo e siti web. Per scorrere tra i vari gruppi di tiles (o anche tra le varie app aperte) basta uno slide orizzontale del dito, proprio come siamo stati abituati recentemente dagli smartphone. Tuttavia su PC occorre scorrere con il mouse la barra situata nella parte inferiore del desktop, un’operazione un po’ scomoda e che fa pensare che questo OS sia stato creato in primo luogo per tablet e in secondo per PC, ma forse è solo un’impressione.

Charms

Sulla destra dello schermo nei tablet e in basso a sinistra nei PC (al passaggio del mouse) appare la barra, le cui icone sono state chiamate con il nome charms. E il fascino non si può proprio dire che gli manchi. Cinque icone, al centro delle quali troviamo il vecchio pulsante Start. In Windows 8 però non aprirà il classico menu ma ti riporterà indietro alla schermata principale, una funzione simile al pulsante sulla barra degli strumenti che ti permette di visualizzare il desktop. La altre quattro invece sono le impostazioni, i dispositivi, condividi e cerca. Ed è proprio dalla rilevanza che viene attribuita al pulsante Share, ma anche da applicazioni presenti in primo piano come Tweet@rama o Socialite, che abbiamo un primo indizio di quanto sia orientato socialmente Windows 8.

Apps and the cloud

Come poteva mancare la “nuvola”? In Windows 8 una delle funzioni più interessanti riguarda proprio l’integrazione di Windows Live nel sistema operativo con la possibilità di sincronizzare e di disporre di file, preferiti e applicazioni presenti on the cloud. Da qualunque PC o tablet tu ti connetta ti basterà effettuare il login con le tue credenziali per ritrovare tutte le tue app e le impostazioni.

Insomma, complessivamente il nuovo sistema operativo Microsoft ci ha fatto una buona impressione. È un OS prematuro e orientato più verso i tablet e gli smartphone che i PC, ma le novità sono molte e con qualche ritocco qua e là Windows 8 potrebbe migliorare il nostro rapporto con il computer. E a te, cosa te ne pare di Windows 8?

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...