Pubblicità

Trucchi e Consigli

Battlefield 4, SimCity, Skyrim… i peggiori bug dei videogiochi

Maria Baeta

I videogiochi sono una grande fonte di divertimento, ma anche di grandi arrabbiature. In questo articolo, passiamo in rassegna i bug più fastidiosi che fanno imbestialire gli utenti.

Battlefield 4, lo sparatutto in prima persona di EA, ha avuto dei bug che hanno reso il videogame ingiocabile per alcuni utenti: disconnessioni improvvise, l’impossibilità di completare alcune mappe, le morti ingiuste e via dicendo. Tuttavia, questo gioco non sarà né il primo né l’ultimo, perché la storia dei videogiochi è legata ai bug, quei piccoli drammi quotidiani che ci fanno maledire l’autore di turno.

Battlefield 4, SimCity, Skyrim… i peggiori bug dei videogiochi

In questi giorni stavo pensando ad alcuni dei peggiori bug che ho trovato e ho chiesto ai miei amici e ad altri giocatori di raccontarmi la loro esperienza. Ecco qua cosa ho scoperto.

La maledizione della modalità online

Il lancio di SimCity non è andato liscio come l’olio e, durante quei fatidici giorni di marzo 2012, per molti utenti è stato impossibile giocare una partita.

La ragione di questo errore? Il sovraccarico del server, forse perché EA non si aspettava tutto questo successo o semplicemente perché aveva calcolato male le risorse necessarie. Indipendentemente dalla motivazione, prima o poi quasi tutti i giochi che richiedono una connessione continua sperimentano qualche problema.

Un altro caso famoso è quello di Diablo 3, inaccessibile per migliaia di utenti nei primi giorni del lancio.

In Diablo 3 potevi finire “stecchito” a causa dei suoi problemi

È davvero necessario un collegamento quando le funzioni online di un gioco sono secondarie? Non ci sono altri modi per controllare che il gioco sia autentico? La discussione è abbastanza lunga e The Sims 4 potrebbe essere il prossimo gioco a subire i colpi di questo sistema.

I giochi puramente online non sfuggono a questi bug e il problema del sovraccarico dei server li tocca da vicino. È accaduto nei primi giorni di GTA online. Io, per esempio, non ho potuto giocare una partita fino alla settimana successiva. La verità è che Rockstar ha risolto l’errore molto in fretta, ma era troppo tardi per alcuni fan che hanno subito fastidiose conseguenze.

Questa schermata suona a molti utenti di Grand Theft Auto 5

Dov’è la mia partita?

Immagina di aver raggiunto il 90% di un gioco e che cominci a intravedere la dirittura d’arrivo. Questa situazione, vissuta da milioni di giocatori, ha un lato oscuro: improvvisamente potresti perdere la partita!

Questo è proprio ciò che è accaduto ad alcuni utenti che hanno aggiornato GTA 5 per provare la modalità online. Non solo non hanno potuto giocare a causa di un sovraccarico del server, ma hanno anche perso irrimediabilmente tutti i loro progressi della modalità storia di Grand Thet Auto V. Come mi ha raccontato Patricia, una mia collega direttamente interessata dall’accaduto: “L’unica soluzione che mi hanno dato è stato cancellare tutto e ricominciare”.

La stessa cosa è successa con The Elder Scrolls V: Skyrim nella versione per PS3. In questo caso la partita non veniva cancellata, ma i molti bug ed errori lo hanno reso ingiocabile. E la cosa non finiva qui perché, ad ogni aggiornamento, il problema si aggravava ulteriormente.

Il dramma di Skyrim per PS3 è durato vari mesi

Un circolo vizioso

Esiste poi un bug che non ti permette di andare avanti nella partita. Questo tipo di errore è spesso arbitrario, ovvero ti può capitare o no, come quando si gioca alla lotteria.

Il mio amico Pelayo è stato vittima di questo problema. Uno dei casi più celebri, racconta, è stato quello di TES Oblivion: «la missione “Canto delle Sirene” conteneva un grave bug che mandava all’aria tutto il gioco, perché non si poteva uscire dalla casa. L’unica soluzione era ricominciare da una partita salvata in precedenza».

Lo stesso avveniva nella missione “Song of the Hero” di The Legend of Zelda: Skyward Sword, in cui eri costretto a ripartire da zero.

Più di uno ha quasi perso la possibilità di salvare la principessa

Meno noto, ma non meno importante è il bug che ha colpito Woodruff and the Schnibble of Azimuth. La mia amica Mireia racconta: «Per completare il gioco era necessario un oggetto del manicomio, ma questo a volte non compariva ed eri costretto a ricominciare tutta la partita, perché recuperarne una salvata non serviva a niente».

Forse meno grave, ma altrettanto fastidioso, è il bug trovato da un mio amico su Batman Arkham Origins: «nel mondo di Mad Hatter devi attraversare il fiume su una tazza. Il problema è che a volte Batman non ci vuole proprio salire! Quindi, devi ricominciare quel livello e pregare che il Cavaliere Oscuro sia in vena di usarla».

A volte Batman non agisce come ci si aspetta

Quando finisce la pazienza

Alcune volte il bug è talmente insistente da farci perdere la pazienza e chiederci “dovrò ricominciare la partita per l’ennesima volta?”.

Questo è accaduto a Pelayo mentre giocava a Riven: «ha un bug alla fine… proprio alla fine! Ho dovuto abbandonare il gioco e non so come va a finire». Un’esperienza simile è capitata alla mia amica Elisa con Prince of Persia, Le Sabbie del Tempo: «Sono arrivata al primo capo, ma questo non moriva! L’ho picchiato per più di un’ora, ma non c’era niente da fare, sembrava immortale. Mi ha fatto venire voglia di piangere!».

Riven ti bloccava proprio sul più bello: la fine!

A volte non sono così gravi, ma…

Finora abbiamo parlato di bug piuttosto gravi, ma esiste anche una categoria di errori costanti che, sebbene non impediscano di avanzare, sono alquanto fastidiosi. Il mio compagno Jan-Hendrik lo sa perfettamente e ormai ha una certa esperienza con i bug della serie Need for Speed.

Nel capitolo Rivals le auto compaiono e scompaiono dal circuito come per magia, mentre in Undercover mancano alcune parti della pista, impedendo alle auto di avanzare.

Anche Dead Island è famosa per i suoi bug e forse è uno dei giochi recenti con più errori in assoluto perché ha lanciato una versione di debug per PC. Comunque alcuni difetti possono essere più comici che fastidiosi e c’è anche chi si dedica a raccoglierli per farci ridere un po’.

Su NFS le auto non sono sempre così belle

Dobbiamo imparare a convivere con i bug

Una cosa è chiara: l’industria dei videogiochi continuerà a fare dei progressi sorprendenti, ma i bug sono una realtà che non finirà mai. La domanda è: che cosa faccio se trovo un bug? Se non influisce troppo sul gameplay, allora ridici su.

Se però gli errori sono più gravi, mantieni la calma e prova a vedere cosa dicono gli altri utenti nei vari forum. A volte saranno proprio loro a fornirti una soluzione, mentre altre ti toccherà aspettare gli aggiornamenti che, nella maggior parte dei casi, risolvono i problemi riscontrati.

Quali sono i bug più gravi che hai trovato in un gioco?

[Adattamento di un articolo originale di Maria Baeta su Softonic ES]

Potrebbe interessarti anche