Pubblicità

Articolo

Battlefield 4 multiplayer beta hands on

La redazione di Softonic

Pubblicato

Ho trascorso un po’ di tempo sulla Playstation 3 a giocare a Battlefield 4 nella versione beta “esclusiva” a numero chiuso, a cui è seguita quella aperta a tutti del 4 ottobre.

Sul server della Playstation 3 erano presenti solo pochi giocatori, ma questo non mi ha impedito di farmi un’idea chiara di come sarà l’esperienza multiplayer quando ce ne saranno di più.

Battlefield 4 multiplayer beta hands on

DICE ha deciso di rilasciare Battlefield 4 per tutte le piattaforme in versione beta multiplayer per raccogliere dati sul gameplay prima dell’uscita della versione ufficiale.

Gli sparatutto in prima persona (FPS) sono come i videogiochi sportivi. Vengo rilasciati con regolarità e prevedono sempre lo stesso schema di gioco. La differenza tra un FPS e l’altro dipende dal fatto se ha deciso di puntare sullo pseudorealismo o su un gameplay in stile arcade

Nelle console di ultima generazione gli sparatutto sono incentrati maggiormente sulla modalità multiplayer piuttosto che su quella a giocatore singolo. E la cosa ha senso perché per completare tutta la campagna ci vogliono normalmente dalle 6 alle 8 ore.


In modalità multiplayer il gameplay risulta ben definito e bilanciato e aggiunge altre avvincenti modalità di gioco. Mentre Call of Duty è diventato sempre più un gioco in stile arcade con combattimenti che premiano i riflessi, la serie di Battlefield si è concentrata su un gameplay più realistico.

L’assedio di Shanghai

La mappa presente nella versione beta è The Siege of Shanghai (l’assedio of Shanghai), cioè la stessa che DICE ha mostrato all’ E3 e presentato in video parlando di “Levolution.” Le due modalità del gameplay sono ConquestDomination.


Conquest è un combattimento basato sulla conquista di punti strategici, che ti permette di attivare punti di spawn fintanto che mantieni il controllo del punto strategico. Domination è essenzialmente la stessa cosa, ma con una mappa molto più piccola. I punti chiave sono molto vicini tra loro e spingono le due fazioni che si affrontano una verso l’altra in pochi secondi.

Ogni modalità usa lo stesso sistema di conto alla rovescia. Ogni squadra ha i suoi punti di spawn. Quando un giocatore muore, il contatore scende, e quando una delle due squadre ha esaurito i punti, il gioco finisce.

Conquest

Le partite in modalità Conquest possono durare fino a 25 minuti. Si affrontano un massimo di 24 giocatori, 12 per squadra, reclutando giocatori sia dalla PlayStation 3 che dalla Xbox 360.

Su PC, PlayStation 4 e Xbox One invece si può giocare fino a un massimo di 64 giocatori. Sull’attuale generazione di console la mappa de The Siege of Shanghai risulta un po’ troppo grande per un combattimento di 12 contro 12.

Le squadre possono essere composte di 5 giocatori, ma la versione beta suddivide i giocatori in gruppi di 4. Per andare dal campo base fino all’altra parte della mappa deThe Siege of Shanghai ci vuole molto tempo. Tra un ponte che collega le squadre che si combattono e un punto chiave da conquistare all’interno di un grattacielo, il problema di Conquest rimane l’ampio spazio sulla mappa che obbliga le squadre a muoversi in maniera senza senso.

In certi momenti il combattimento può rallentare finché non si conquista un punto chiave in cui il gioco ti notificherà la presenza di un obiettivo. Bisogna anche considerare che The Siege of Shanghai è stato concepito più per sparare come dei cecchini che per assaltare o correre in aiuto di qualcuno, e quindi potrai anche imbatterti in dei campi base. The Siege of Shanghai non è la mappa migliore per giocare a Battlefield 4 per la prima volta. Ci sono anche delle uscite dall’interno dei tetti che portano ai campi base dove puoi aspettare davanti a un ascensore e uccidere facilmente tutti.

I veicoli disponibili sono carro armato, blindato e elicottero. Volare è difficile come sempre, a meno che tu non abbia già esperienza in merito. Ma in coppia con un buon pilota puoi raggiungere posti importanti sulla mappa entro pochi secondi. Il carro armato e il blindato sono veicoli standard, con il primo molto più divertente da guidare. A seconda di quanti giocatori può trasportare un veicolo, un altro giocatore può usare l’arma secondaria per dare il suo contributo nella battaglia.

Nel corso di una partita sono salito su un carro armato e mi sono mosso come un bersaglio mobile mentre gli altri membri della squadra continuavano la loro marcia verso un punto chiave. Conquest sarà molto probabilmente la modalità più giocata. Il numero limitato di giocatori possibili sull’attuale generazione di console rende The Siege of Shanghai una mappa più difficile da giocare a causa del grande spazio libero che la caratterizza.

Domination

La modalità Domination mi ricorda gli scontri a morte di Call of Duty: Black Ops 2. Strategia a parte, si tratta di una modalità “corri e spara”. Non c’è nessun veicolo a supporto e le ristrettezze della mappa obbligano a dei rocamboleschi combattimenti mozzafiato. L’obiettivo principale rimane quello dei tre punti chiave da conquistare, che però passano da una fazione all’altra molto rapidamente.

In Domination, combattere insieme ad un’altra squadra può fare la differenza perché il fuoco dei cecchini uccide un giocatore alla volta. Questa modalità mi è piaciuta più di Conquest perché basta fare pochi passi e ti ritrovi di nuovo nel vivo del combattimento. È la modalità perfetta per quei giocatori che vengono da Call of Duty o che amano l’azione veloce.

Gli sblocchi

Battlefield 4 usa il sistema degli sblocchi per ottenere nuove armi, accessori, kit e veicoli. Per sbloccare nuove armi occorre arrivare ad un certo livello di esperienza (XP) per poter poi passare al successivo. Questo può risultare frustrante perché lo sblocco di questi oggetti è legato al numero di giocatori che riesci ad uccidere.

In generale gli sblocchi sono sempre determinati dall’esperienza accumulata, però in questa versione beta la cosa è risultata molto più difficile per colpa del tempo che ho dovuto passare a cercare i nemici da combattere in modalità Conquest. Le varie modalità di gioco ti aiuteranno a fare esperienza velocemente, ma avrai sempre bisogno una certa bravura per avere successo.

Battlelog

Per prima cosa DICE ha esordito con l’update di Battlelog per le app di Android e di iOS che in multiplayer si collegheranno alla modalità Commander. D’ora in poi Battlelog ti permette di personalizzare l’armamentario (loadouts) e di vedere le statistiche di gioco (stats). Collegandomi con la versione beta ho avuto problemi di connessione, e selezionando per vedere le vecchie statistiche come su Battlefield 3, veniva caricata un’interfaccia che non era ottimizzata per i diversi dispositivi mobili.

Sembra che la generazione attuale dei giocatori su console dovrà fare a meno di alcune funzioni che saranno invece a disposizione dei giocatori su PC, PS4, e Xbox One. Se hai già giocato in passato a Battlelog, non troverai nessuna differrenza eccetto alcuni rallentamenti durante le selezioni.

Beta significa molti bug

DICE ha fatto bene a testare la versione beta del multiplayer di Battlefield 4. Ci sono tanti errori evidenti all’interno del gioco, come il bilanciamento delle armi, il rilevamento del colpo e altri bug minori. Giocare con la beta è stato divertente, eccetto che per l’ampiezza della mappa de The Siege of Shanghai, ma ci sono ancora da fare delle correzioni prima dell’edizione definitiva.

Il multiplayer di Battlefield 3 era difficile, ma gestibile e passare di livello non risultava complicato. Nella beta di Battlefields 4 invece, la difficoltà è alta anche nei primi livelli XP. Naturalmente DICE spenderà molto tempo a sistemare gli errori presenti all’interno del gioco; ma anche se non riuscirà a risolverli al 100% per quando il gioco uscirà su console e PC, ci saranno sempre molte modalità e gameplay con cui poter giocare.

Il multiplayer di Battlefield 4 promette tante cose oltre ai miglioramenti a livello grafico. Sembra che il multiplayer sopravviverà sia su PlayStation 3 che Xbox 360, ma un’esperienza piena del gioco si avrà solo dalla prossima generazione di console e PC, cioè quando saranno a disposizione tutti i 64 giocatori che renderanno la mappe come The Siege of Shanghai dei veri cambi di battaglia e non solo degli scenari adatti per partita a nascondino.

Il mondo degli FPS è diviso in due, Call of Duty da una parte e Battlefield dall’altra, e entrambe le serie stanno per uscire con un nuovo episodio. Ciascun dei due giochi soddisferà una parte ben precisa di fan degli FPS: sarà interessante vedere quanto successo avranno davvero quando usciranno sul mercato.

Leggi i nostri consigli per la beta multiplayer di Battlefield 4

[Adattamento di un articolo originale di Christopher Park su Softonic EN]

Potrebbe interessarti anche