Pubblicità

Articolo

Battlefied 4: preview del multiplayer

Daniel Barranger

Pubblicato
  • Abbiamo provato il multiplayer di Battlefield 4.
  • Riuscirà il nuovo titlo di DICE a detronizzare Call of Duty: Ghost?

A poche ore dalla presentazione del nuovo capitolo dello FPS alla conferenza di EA 2013, abbiamo potuto provare Siege of Shangai, la stessa missione presentata in sala. In un multiplayer con ben 32 giocatori, ci siamo addentrati nella mappa in una agguerrita battaglia nel nuovo titolo di DICE.

Battlefied 4: preview del multiplayer


Grafica e motore Frostbite 3

Le immagini mostrate all’evento di Electronic Arts ci hanno entusiasmato, ma la verità è che c’era già ben poco da migliorare in uno già spettacolare Battlefield 3. Rispetto ai video visti in sala, inoltre, la qualità in game non era poi così alta. In PC non di gamma alta è probabile che la differenza non sia poi così grande.

Gameplay e controlli

Pad in mano, Battlefield 4 trasmette le stesse sensazioni del capitolo precedente, tanto a livello di controlli quanto di gameplay. Non che questo sia un fatto negativo: hanno funzionato in Battlefield 4 e non c’era un vero motivo per modificarli nel sequel. Perché destabilizzare una saga di successo?

Torna la modalità Commander nel multiplayer

Gli FPS più di successo sono quelli giocati in multiplayer per ore e ore, a volte senza quasi prendere neanche in considerazione la modalità Campagna. Ad EA lo sanno bene, e per questo hanno deciso di introdurre la modalità Commander nelle partite multigiocatore.

Già presente in Battlefield 2142, questa modalità ti permette di visualizzare le truppe in modalità aerea e impartire ordini mettendoti nei panni di un comandante militare. I comandi riguardano spostamenti e obiettivi da raggiungere, che saranno immediatamente visualizzati sugli schermi dei tuoi compagni di squadra.

Il comandante può inviare attacchi aerei, missili e ogni tipo di offensiva militare che, se ben organizzati, infliggeranno notevoli danni al nemico. Questo dà un punto di instabilità ed effetto sorpresa al gioco, dato che in ogni momento può pioverti un attacco dal cielo.

Mappe dinamiche

Battlefield 4 introduce Levolution, una meccanica che ti permette di usare l’ambiente a tuo vantaggio modificando le mappe in tempo reale. Puoi, ad esempio, far crollare edifici o aprire voragini per ostacolare l’avanzata del nemico.

Ancora non sappiamo se sarà una caratteristica riservata a una modalità in particolare e con che frequenza potrà essere usata, quello che è sicuro è che darà un tocco “god game” a Battlefield 4.

Leggi anche:

Le novità della conferenza Electronic Arts

Tutti gli articoli sull’E3

Potrebbe interessarti anche