Trasforma lo smartphone in una reflex e fotografa alla grande le vacanze

Userai lo smartphone per fare foto in vacanza? Ci sono 7 app per trasformarlo in una macchina fotografica professionale.

Le app che iOS 7 e Android offrono di default per fare foto sono strumenti piuttosto completi, ma hanno dei limiti. Ci sono però migliaia di app per superarli brillantemente, e far sì che il tuo telefono sostituisca la tua reflex senza fartela rimpiangere.

Eccone sette che ti permetteranno di superare i principali limiti che si devono affrontare scattando foto con un telefono, e di immortalare le tue vacanze da professionista (e magari anche di guadagnare un po’ di euro vendendone qualcuna!).

Alcune parti delle foto sono troppo chiare o troppo scure

Capita spesso di voler scattare una foto di una scena che ha alcune parti molto illuminate e altre molto buie.

Quando succede, la foto non viene bene: o le parti molto illuminate si vedono bene ma quelle scure sono praticamente nere (sottoesposte), o quelle scure sono giuste ma quelle chiare risultano completamente bianche (sovraesposte).

Soluzione: un’app per scattare foto HDR (High Dynamic Range).

Queste app scattano due (o più) foto della stessa scena, una con le parti scure correttamente esposte, una con le parti chiare correttamente esposte, e poi le fonde in una unica, in modo che tutte le parti di essa si vedano bene, senza parti sovraesposte o sottoesposte.

Pro HDR

Pro HDR Camera iconTra le tante app HDR, questa è probabilmente la migliore.

Contrariamente a quello che accade con la funzione HDR integrata nelle app fotografiche di default degli smartphone, ad esempio quella di Camera di iOS 7, Pro HDR, scatta veramente due foto della stessa scena con parametri di esposizione diversi, combinandole e offrendo anche la possibilità di lavorare su luce e colore per un effetto finale eccellente.

Pro HDR screenshot

Nell’esempio qui sotto abbiamo fotografato la stessa scena tre volte. La prima con Camera, puntando l’esposimetro per vedere correttamente (o quasi) le parti scure. La seconda nuovamente con camera, puntando l’esposimetro sulle parti chiare (il cielo). La terza è scattata con Pro HDR. La differenza è evidente.

Pro HDR esempio

Scarica Pro HDR per iPhone

Scarica Pro HDR Camera per Android

Bello questo panorama ma… dov’è? E con chi ero?

Con l’app di foto di default dello smartphone fai belle foto panoramiche, ma non puoi aggiungere subito un titolo o dei commenti. Quando riguardi le foto alla fine della vacanza, quindi, ci sono tantissimi dettagli che credevi di non scordare e che, invece, si sono inevitabilmente sbiaditi, o sono addirittura scomparsi.

Ma ci sono app con cui, oltre a scattare bellissimi panorami fino a 360°, puoi anche taggare dettagliatamente le foto. Per non dimenticare.

DMD Panorama

DMD Panorama iconLa qualità delle foto è molto buona e l’app è facile da usare. Dopo ogni scatto (che è geotaggato se hai la localizzazione attiva sul tuo smartphone) puoi cliccare sull’icona di editing dello scatto e riempire i campi Name, Description e Tags.

In questo modo puoi creare il tuo album man mano che ci aggiungi fotografie, e non rischi di dimenticare nulla di dov’eri, con chi stavi, cosa facevi e quando.

DMD Panorama screenshot

Le foto possono essere scattate solo col telefono in verticale (ed hai un indicatore che ti permette di restare nella posizione corretta) e puoi decidere la direzione verso cui creare la foto panoramica. Purtroppo non consente i panorami dal basso verso l’alto o viceversa.

Scarica DMD Panorama per iPhone

Scarica DMD Panorama Free per Android

Perché le linee dritte sono… curve?

A volte nelle foto gli oggetti che dovrebbero essere perfettamente dritti sembrano curvarsi leggermente e convergere verso l’alto.

Questo effetto si chiama barrel distortion (distorisone a barile), ed è normale in fotografia. È evidente soprattutto nelle lenti grandangolari, come quelle degli smartphone.

In pratica le linee che dovrebbero essere dritte subiscono una sorta di “rigonfiamento” al centro e il risultato è che sembrano arrotondarsi e convergere. Questo si nota soprattutto con le linee verticali.

Ci sono delle app che correggono questi errori di prospettiva. E la differenza, paragonando il prima e il dopo, si nota.

Perspective Correction

Perspective correct iconFacile da usare e molto efficace. Tutto quello che devi fare è aprire l’app, scegliere una foto dalla libreria e, facendo scivolare un dito sulla griglia, correggere la prospettiva finché non sarà corretta e le linee saranno ben dritte.

Perspective correct screenshot

Quando usi Perspective Correction è necessario ritagliare leggermente l’immagine a lavoro ultimato, perché le correzioni creano degli spazi bianchi.

Per questo motivo, quando scatti una foto che credi dovrà essere poi “raddrizzata” prospetticamente (ad esempio foto di alberi, o architettoniche), è bene inquadrare una parte leggermente più ampia di quella che vorresti, facendo qualche passo indietro prima di scattare.

In questo modo quando ritaglierai la foto avrai tutta quanta la parte che ti interessa, senza pezzi mancanti.

Scarica Perspective Correction per iPhone

Le foto notturne sono molto scure, spesso non si vede niente

Perché di una foto scattata con poca luce si vedano i dettagli, bisogna poter agire o sull’apertura del diaframma della macchina fotografica, o sulla sensibilità del sensore (ISO) o sul tempo di scatto. Questi parametri, però, non sono di norma controllabili manualmente sugli smartphone, ma sono automatici.

La soluzione è poter aumentare a piacimento il tempo di esposizione, cioè il tempo in cui il diaframma resta aperto. Alcune app ti permettono di scattare con tempi di apertura del diaframma lunghi, il che consente di scattare foto anche quando c’è poca luce.

Per risultati ottimali, però, è meglio avere un treppiede, o qualcosa che tenga lo smartphone immobile, per evitare sfocature non volute.

LongExpo – slow shutter and long exposure camera

LongExpo iconOffre tre modalità di scatto: standard (per esposizioni “normali”, in condizioni di luce soddisfacenti), low light (per scatti con poca luce, e quindi apertura del diaframma prolungata) e light trail (per foto light stream, che ti permettono di giocare con la luce, come nello screenshot qui sotto).

LongExpo screenshot copy

L’app offre anche molti utili strumenti di editing, supporta anche la camera frontale ed è facile da usare. Permette di ottenere foto in alta qualità impensabili con l’app fotografica di default di iOS 7.

Puoi scegliere tempi di scatto di ¼ di secondo, ½ secondo, 1 secondo o 2, 4, 8, 16 secondi, o quella manuale. Unico neo: usa di default l’ISO più alto disponibile e quindi, a volte, può sgranare un po’ l’immagine.

Scarica LongExpo – slow shutter and long exposure camera per iPhone

Camera FV-5 Lite

Camera FV-5 Lite iconSi tratta di un’app molto completa, che mette a disposizione del tuo Android tante funzioni che normalmente si trovano solo sulle DLSR.

Tra di esse la compensazione dell’esposizione, l’ISO, la modalità con cui l’esposimetro misura la luce, il bilanciamento del bianco, il bracketing (scatti multipli automatici con diversi parametri) e naturalmente il tempo di apertura del diaframma, per fare foto quando la luce è poca.

Camera FV-5 screenshotQuest’ultima opzione, però, abbassa la risoluzione a 1 o 2 Megapixel. Nel complesso, Camera FV-5 Lite è un’app indispensabile per qualunque fotografo che faccia sul serio.

Scarica Camera FV-5 Lite per Android

E se volessi ritagliare una foto?

Uno degli elementi che fanno la differenza tra una bella foto e una così così è la composizione. Alcuni consigli su come comporre una bella foto li trovi in questo articolo.

A volte, però, uno scatto risulta organizzato male, perché ad esempio non si capisce quale sia il soggetto principale, o perché nell’inquadratura è entrato qualche cosa o qualcuno che non doveva starci.

Soluzione: ritagliare la foto. Il bello è che puoi sempre cambiare l’”organizzazione” di uno scatto proprio in questo modo, per eliminare un elemento o per metterne uno importante in una posizione migliore, ad esempio seguendo la regola dei terzi.

Crop Tool +

Crop Tool + iconUna semplice app Android con cui puoi ruotare l’immagine, crearne una speculare e soprattutto ritagliarla.

Oltre all’opzione 4:3 e 16:9, ratio originale e 1:1, puoi anche selezionare liberamente qualunque parte della foto, personalizzando cioè il rapporto altezza/larghezza in totale libertà.

Crop Tool + screenshotScarica Crop Tool + per Android

Crop and Straighten

Straighten iconCon quest’app puoi raddrizzare uno scatto storto, ma anche ritagliarlo per modificarne la composizione.

Puoi scegliere da diversi rapporti (aspect ratio): 1:2, 2:3, 3:4, 16:9, 4:5, 6:7, 1:1 (foto quadrata in stile Instagram).

Tutte le informazioni della foto (data e ora dello scatto, informazioni sui parametri della fotocamera usata) vengono conservati.

Straighten screenshot copyScarica Crop and Straighten per iPhone e iPad

Lo smartphone è diventato una macchina fotografica professionale

Le fotocamere dei nostri telefoni hanno raggiunto livelli qualitativi elevati. Tanto che anche alcuni professionisti stanno usando il proprio cellulare come una delle opzioni per lavorare.

Ovviamente ci sono delle limitazioni, ma a molte di esse rimedi brillantemente con le app. Ed è per questo che lo smartphone è la macchina fotografica perfetta per le vacanze: leggera, potente e completissima.

E se vuoi anche condividere le foto in tempo reale, usa Instagram, il social network fotografico. La guida completa la trovi qui.

Visita il mio profilo Instagram

Visualizzazione commenti in corso...