Perché dovresti fare subito l’aggiornamento a Windows 8.1 Update 1

Perché dovresti fare subito l’aggiornamento a Windows 8.1 Update 1

L’aggiornamento di Windows 8.1 chiamato Update 1 è importantissimo per il tuo computer, per motivi di sicurezza e perché migliora la tua esperienza con il sistema operativo.

L’8 aprile è stato rilasciato l’aggiornamento Windows 8.1 Update 1, lo stesso giorno della fine dello storico sistema operativo Windows XP. Microsoft ha insistito molto sulla sua importanza, presentando tutte le sue novità nel dettaglio.

Dopo averlo provato sul nostro computer, anche noi siamo convinti che se non l’hai già scaricato e installato sul tuo computer, dovresti farlo al più presto. Per questo, ti diamo 4 validi motivi per cui dovresti aggiornare Windows 8.1 il prima possibile, soprattutto se hai il sistema operativo installato su un computer fisso o laptop senza interfaccia touch.

Update 1 è obbligatorio per la tua sicurezza

Come spiegato da Microsoft, Windows 8.1 Update 1 è un prerequisito per ogni futuro aggiornamento di sicurezza. Sul blog dell’azienda di Redmond si legge:

Importante Tutti gli aggiornamenti futuri di sicurezza e non per Windows RT 8.1, Windows 8.1, e Windows Server 2012 R2 richiedono l’installazione di questo aggiornamento.

In poche parole, se non esegui l’aggiornamento nei prossimi giorni, a partire da maggio il tuo computer non riceverà più patch di alcun genere, esponendosi a potenziali rischi di sicurezza.

Tutto questo non significa che se non aggiorni ora il tuo computer a Windows 8.1 Update 1, a partire da maggio non potrai più farlo: l’Update 1 continuerà ad essere disponibile, ma finché non l’avrai installato non sarai protetto da Microsoft.

Per questo, sul blog di Microsoft aggiungono: “Consigliamo di installare questo aggiornamento sul tuo computer con Windows RT 8.1, Windows 8.1, o Windows Server 2012 R2 per continuare a ricevere aggiornamenti futuri”. Noi ti suggeriamo di fare lo stesso, il prima possibile.

Avvio dal desktop, una manna dal cielo

Uno dei motivi principali della fredda accoglienza data dagli utenti a Windows 8, è da trovare nell’interfaccia Modern (ex Metro).

Ammetto che prima che venisse rilasciato il sistema operativo ero piuttosto ottimista sul cambio di look Microsoft, pensavo fosse necessario per dare una svolta a un OS restio ai cambiamenti. Dopo poco tempo con Windows 8 ho però capito che l’interfaccia Modern era una cosa totalmente inutile per un PC di casa o per un portatile.

Fino a Windows 8.1, eravamo obbligati a passare dalla schermata Start prima di accedere all’interfaccia desktop classica a cui siamo abituati da sempre, a meno di non ricorrere a qualche trucchetto per bypassarla.

Per fortuna Windows 8.1 Update 1 porta con sé l’avvio dal desktop di default. Adesso ogni volta che accendi il PC, non dovrai più passare per l’interfaccia Modern e cliccare sulla piastrella dinamica Desktop per accedervi.

La barra delle applicazioni e i bottoni per minimizzare ovunque

Il messaggio degli utenti era chiaro: “siamo abituati all’interfaccia desktop, la usiamo da anni, non si può da un giorno all’altro cambiare e spostare il nostro ambiente principale di lavoro, per di più levandogli tante funzioni”.

Se con l’aggiornamento è tornato l’avvio dal desktop classico, non poteva mancare la barra delle applicazioni anche sull’interfaccia Modern. Con Windows 8.1 Update 1, adesso puoi visualizzare la barra delle applicazioni portando il cursore in basso sullo schermo, anche quando ti trovi sulla schermata Start.

La barra delle applicazioni apparirà dal basso verso l’alto, mostrandoti tutte le app aperte nell’ambiente desktop. In questo modo puoi scordarti della barra laterale sinistra a comparsa, e soprattutto puoi anche fissare (pin) applicazioni Modern sulla barra delle applicazioni per aprirle dal desktop.

Inoltre, le app Modern, Metro o Windows Store che dir si voglia, adesso includono la barra superiore di sempre, quella con i pulsanti per minimizzare e chiudere le app. Un vero sollievo, soprattuto per chi come me usa le app su un portatile con un touchpad e doveva trascinarle attraverso tutto lo schermo per chiuderle.

Spegni il PC dalla schermata Start

Forse non il miglioramento più degno di rilievo, a maggior ragione se usi poco la Modern UI. Il passo è però importante, almeno in ottica futura, soprattutto considerato il fatto che Microsoft con Windows 8 ha aggiunto uno step in più per spegnere il computer, alla faccia dell’usabilità.

Windows 8.1 Update 1 apporta un miglioramento importante aggiungendo il pulsante per spegnere, riavviare e mettere il PC in standby direttamente dall’interfaccia Modern. Tanto che, da quando ho installato l’aggiornamento, mi sono trovato ad andare sempre sulla schermata Start per spegnere il computer. Speriamo di poter vedere lo stesso anche su desktop, magari nel prossimo major update.

Tanti miglioramenti, ma manca ancora qualcosa

Questi sono i motivi principali per cui dovresti fare ora l’aggiornamento a Windows 8.1 Update 1. Non sarà la rivoluzione del secolo, ma la sicurezza del tuo computer e dei ritocchi all’usabilità dovrebbero essere delle ragioni sufficienti per scaricarlo e installarlo subito.

Windows 8.1 Update 1 è un passo importante di Microsoft verso le esigenze degli utenti, anche se, a mio giudizio, non è ancora abbastanza. Non uso i programmi Modern e l’avvio dall’interfaccia desktop mi risparmia almeno un click al giorno.

Rivedremo il pulsante Start in Windows 8.2 o Windows 9?

Quello di cui c’è veramente bisogno per migliorare l’usabilità di Windows su PC è il ritorno del pulsante Start o di una funzione che ne faccia le veci e sembra che sia nelle intenzioni di Microsoft, osservando lo screenshot qui sopra mostrato da Microsoft alla conferenza BUILD 2014.

Dover andare sull’interfaccia Modern ogni volta che vogliamo vedere le app installate sul PC o doverle cercare dalla Charm bar sono operazioni scomode, così come spegnere il computer dal desktop. Sei d’accordo anche tu?

Seguimi su Twitter @zoltan__v

Leggi anche come installare l’aggiornamento di sistema Windows 8.1 Update 1

Visualizzazione commenti in corso...