Adobe: da Creative Suite a Creative Cloud. Photoshop va sulle nuvole

Adobe: da Creative Suite a Creative Cloud. Photoshop va sulle nuvole

creative-cloud

Addio Creative Suite. Adobe ha annunciato che discontinuerà il pacchetto dei prodotti Creative Suite per concentrarsi interamente su Adobe Creative Cloud.

Tutte le applicazioni del pacchetto, tra cui ovviamente anche Photoshop, saranno spostate on the cloud. Non ci sarà quindi nessuna Creative Suite 7 e, soprattutto, la suite numero 6 non verrà più aggiornata.

Adobe ha deciso di spostare tutto “sulle nuvole”. Un modo per gli utenti di avere programmi sempre aggiornati e un modo per la compagnia di mettere un freno alla piaga della pirateria, che da sempre assilla Photoshop, Premier e compagnia. Scaricare Photoshop in maniera illegale è infatti ancora piuttosto semplice, mentre piratare l’iscrizione al servizio di Creative Cloud è impossibile.

La Creative Cloud in effetti cambia ed evolve il concetto di acquisto di un software: non più un prodotto da comprare e scaricare, ma una licenza (limitata nel tempo) per utilizzare un servizio. Ci saranno diverse forme di abbonamento annuale e piani speciali per team e aziende, e per scuole e docenti.

Per gli utenti italiani ci sono 30 giorni di prova gratuita. Al termine è possibile acquistare un singolo programma di Creative Cloud a 24,49€ o l’intero pacchetto per 61,49€ mensili con 20Gb di spazio remoto. Non ci sono soluzioni intermedie a queste due opzioni e non è possibile scegliere una raccolta di app, come era invece per Creative Suite.

La scarsa personalizzazione dei piani di abbonamento è uno dei punti deboli di Creative Cloud, che per il resto è un buon modo per offrire agli utenti la versione più aggiornata e sicura dei software Adobe.

Vedi tutti i comment
Visualizzazione commenti in corso...